Catania, manda figlio 15enne a lavoro da ambulanti abusivi: denunciata

Sicilia
Foto di archivio (ANSA)

Il ragazzino percepiva due euro l’ora. La madre, 44 anni, è accusata di sfruttamento del lavoro minorile e interruzione della scuola d'istruzione dell’obbligo. Denunciati anche i due venditori

Anziché mandare il proprio figlio 15enne a scuola, come tutti i ragazzini della sua età, la madre lo mandava a lavorare insieme a due venditori ambulanti abusivi, che lo pagavano due euro l’ora. Una donna di 44 anni di Catania, moglie di un detenuto, è stata denunciata dagli agenti del commissariato di Librino per sfruttamento del lavoro minorile e interruzione della scuola d'istruzione dell’obbligo.

Denunciati anche i due venditori abusivi

La 44enne è inoltre indagata per truffa aggravata ai danni dello Stato per il percepimento indebito del Reddito di cittadinanza. Dopo i controlli delle forze dell’ordine, il ragazzino è stato affidato alla madre che, innanzi agli agenti, si è fatta consegnare la paga che aveva ricevuto il minorenne: 50 euro "guadagnati" nei pregressi giorni di lavoro.
Anche i due ambulanti sono stati denunciati con l’accusa di sfruttamento del lavoro minorile.

I più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24

Fai login per ottenere il meglio subito

Accedi con il tuo Sky ID o registrati in pochi istanti.