Esplora Sky TG24, Sky Sport, Sky Video

Eruzione Stromboli, Protezione civile dichiara allerta gialla

Eruzione Stromboli. Le immagini del vulcano

3' di lettura

La decisione è stata adottata in seguito alle esplosioni parossistiche registrate ieri e alla luce delle valutazioni emerse durante le riunioni odierne. La Prefettura di Messina: "Al momento non abbiamo situazioni che possono indurre a far evacuare l'isola" 

Passa da 'verde' a 'giallo' il livello di allerta per il vulcano Stromboli  (FOTO - LE RIPRESE RAVVICINATE - AGGIORNAMENTI). Lo ha disposto il Dipartimento della Protezione Civile con la conseguente attivazione della fase operativa di "attenzione" secondo quanto previsto dal Piano Nazionale di emergenza per l'isola. La decisione, spiegano, è stata adottata in seguito alle esplosioni parossistiche registrate ieri e alla luce delle valutazioni emerse durante la riunione odierna con i Centri di Competenza, il Dipartimento della Protezione Civile della Regione Siciliana e acquisito il parere della Commissione Grandi Rischi, riunitasi a Roma. La valutazione è basata sulle segnalazioni delle fenomenologie e sulle valutazioni di pericolosità rese disponibili dai centri di competenza, che per lo Stromboli sono l'Istituto nazionale di geofisica e vulcanologia (Osservatorio Etneo, Osservatorio Vesuviano e Sezione di Palermo) e il dipartimento Scienza della Terra dell'Università di Firenze. L'innalzamento del livello determina il potenziamento del sistema di monitoraggio del vulcano e l'attivazione di un raccordo informativo costante tra la comunità scientifica e le altre componenti e strutture operative del Servizio nazionale della Protezione civile.

Presente colata lavica nella Sciara del fuoco

Come spiega Eugenio Privitera, direttore dell’Osservatorio etneo e dell’Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia (Ingv) di Catania, il vulcano “è ancora in disequilibrio” e i "tremori registrati nei condotti magmatici interni da ieri sera sono saliti su livelli alti”. A scopo precauzionale, il sindaco di Lipari, Marco Giorgianni, ha disposto il divieto di escursioni. “Ci sono state altre esplosioni - aggiunge Privitera - ed è presente una colata lavica nella Sciara del fuoco. I boati della notte scorsa, che hanno provocato tremori nei terreni e nelle abitazioni, sono stati scambiati per attività sismica”. La struttura dello Stromboli è infatti molto complessa, visto che tremila metri della sua altezza sono sotto il livello del mare. Il vulcano è complessivamente più alto dell’Etna, ma con quest’ultimo non ha alcun collegamento, in quanto si tratta di "strutture geodinamiche diverse”, conclude l’esperto.

Prefettura: “Siamo ancora in pre allerta, ma nessuna evacuazione”

"Siamo ancora in stato di pre allerta, l'unità di crisi è attiva da quando si è verificata l'esplosione". Così la Prefettura di Messina dopo le esplosioni su Stromboli. "È stato fatto un incontro in videoconferenza - prosegue la Prefettura - con i tecnici, la Protezione civile nazionale, l'Ingv, l'Universita' di Firenze e ci riaggiorneremo alle 17. Per le escursioni sul vulcano vige il divieto relativo alla Sciara che era già attivo, una misura assolutamente necessaria. Al momento non abbiamo situazioni che possono indurre a far evacuare l'isola alla luce delle valutazioni tecniche. Chiaramente il vulcano è imprevedibile dobbiamo tenere conto di questo".

Volontari in strada a Ginostra per ripulire paese

Una decina di volontari, guidati da Antonio Grasso della Protezione civile, è sbarcata a Ginostra per ripulire il paese. Armati di ramazze, secchi e sacchi sella spazzatura, stanno togliendo la cenere lavica, i lapilli carbonizzati e la pomice nera dalle strade, così da rendere anche maggiormente agibile l’unica via di fuga.

Leggi tutto
Prossimo articolo
Segui Sky TG24 sui social:

SCELTI PER TE

    Aggiungi Sky TG24 al tuo Homescreen

    Clicca l'icona e seleziona

    "Aggiungi a Schermata Home"

    Aggiungi Sky TG24 al tuo Homescreen

    Clicca l'icona e seleziona

    "Aggiungi a Home"