Palermo, sequestrati negozi e officine abusivi in zona Sant'Orsola

Sicilia

Agenti della polizia municipale hanno messo i sigilli ad alcune rivendite di fiori, un'officina meccanica, un carrozziere e un marmista 

Sequestrati nella zona del cimitero di Sant'Orsola a Palermo alcune rivendite di fiori, un'officina meccanica, un carrozziere e un marmista abusivi. Sono una ventina gli esercizi commerciali sotto sequestro a seguito dei controlli della polizia municipale e altrettante sono le denunce scattate per occupazione abusiva di suolo pubblico, costruzione abusiva e danneggiamento di beni architettonici e monumentali. La zona nei pressi del cimitero di Sant'Orsola infatti ricade sotto vincolo della Soprintendenza.

Le indagini

Dai sopralluoghi effettuati è emerso che i commercianti, oltre ad essere privi di qualsiasi autorizzazione alla vendita, occupavano i marciapiedi e la strada in maniera abusiva. "E' stato accertato che molti dei magazzini che si trovano nella zona di via Parlavecchio, dove si trovano non solo fiorai ma anche artigiani, - spiegano gli investigatori - non hanno le autorizzazioni. Molte costruzioni sono abusive. Per questo proseguiremo nei controlli e nei sequestri".

I più letti