Catania, picchia e morde la madre per farsi dare soldi: arrestato

Sicilia

Durante il trasferimento in caserma il 28enne ha sfondato a calci uno dei finestrini posteriori dell'auto dei carabinieri. Il ragazzo è stato rinchiuso nel carcere di Piazza Lanza 

Avrebbe picchiato la madre di 73 anni prendendola a calci, pugni e morsi, per questo un 28enne, disoccupato, è stato arrestato dai carabinieri, a Catania. Secondo quanto ricostruito, il giovane avrebbe chiesto alla donna del denaro. L'anziana, che può contare soltanto sulla pensione sociale, si è opposta alla richiesta del figlio che per tutta risposta ha iniziato a picchiarla con calci e pugni e mordendole persino la mano sinistra. La donna, che abita nel quartiere Librino, ha chiesto aiuto ad un parente che vive nello stesso palazzo e che è riuscito a dare l'allarme. I militari al loro arrivo hanno trovato il giovane che tentava ancora di entrare con la forza nell'appartamento del parente e l'hanno immobilizzato ed ammanettato.

Le accuse

Durante il trasferimento in caserma il 28enne con ripetuti calci ha infranto uno dei finestrini posteriori dell'auto dei militari. Il ragazzo è stato rinchiuso nel carcere di Piazza Lanza e deve ora rispondere di tentativo di estorsione, resistenza a pubblico ufficiale, lesioni personali, maltrattamenti in famiglia e danneggiamento.

Le ferite riportate dalla madre

L'anziana, trasportata al pronto soccorso dell'Ospedale Garibaldi Nesima, alla donna sono stati riscontrati un trauma facciale, un ematoma al labbro inferiore ed ecchimosi sparse giudicate guaribili in otto giorni.

I più letti