Catania, armi e tritolo in casa: un arresto

Sicilia
Foto di Archivio (ANSA)
carabina_ansa

Nell’abitazione di Orazio Coco, 44 anni, è stato trovato un vero e proprio arsenale: Kalashnikov, 10 candelotti di tritolo, 3 fucili di vario calibro, un giubbotto antiproiettile, 9 caricatori di diverso tipo  

La polizia ha scovato un arsenale, compreso un Kalashnikov e 10 candelotti di tritolo completi di detonatori e micce, nascosti da una parete in cartongesso, in un’abitazione nel quartiere di Librino a Catania. Per spaccio di sostanze stupefacenti, detenzione abusiva di armi, munizioni e materiale esplodente è stato arrestato un 44enne, Orazio Coco. Agli agenti l’uomo aveva ammesso di conservare in un armadio 844 grammi tra marijuana e hashish, ma i poliziotti hanno continuato il controllo, usando anche due cani antiesplosivo, trovando anche 3 fucili di vario calibro, un giubbotto antiproiettile, 9 caricatori di diverso tipo.

La ricostruzione

I cani hanno fiutato il tritolo all’interno di un’intercapedine ricavata in una parete nel bagno. Durante la perquisizione, sono state anche trovate diverse scatole contenenti 659 cartucce. Si è reso necessario l’intervento degli artificieri, che ha messo in sicurezza i luoghi, e della polizia scientifica, che ha provveduto ai rilievi fotografici e dattiloscopici.  

I più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24