Angela Merkel, chi è la Cancelliera alla guida della Germania dal 2005

Mondo
Un'immagine d'archivio di Angela Merkel (Ansa)
angela_merkel_ansa

È stata la prima donna a capo del governo tedesco e, secondo Forbes, la più potente al mondo. Classe 1954, nata ad Amburgo, è leader della Cdu e ha portato il Paese fuori dalla crisi finanziaria nel corso dei suoi quattro mandati consecutivi

Nata ad Amburgo il 17 luglio del 1954, Angela Dorothea Merkel è stata la prima donna ad essere nominata Cancelliera tedesca ma anche l’unica a ricoprire questo incarico per quattro volte consecutive. Presidente dell'Unione Cristiano-Democratica (CDU) dal 9 aprile 2000, secondo Forbes è la donna più potente del mondo. Ecco la sua carriera politica:

Gli inizi in politica

All’età di 19 anni, Merkel si trasferisce a Lipsia dove qualche anno dopo inizia a frequentare la facoltà di Fisica. Intanto è già membro del movimento giovanile socialista "Libera Gioventù Tedesca" e successivamente entra nell'amministrazione dell'"Agitprop" (agitazione e propaganda). In seguito alla caduta del Muro di Berlino, nel 1989, inizia a far parte del "Risveglio democratico" (democratische Aufbruch), un gruppo di attivisti di centro destra di cui diventa portavoce. Dopo le elezioni del 1990 è portavoce dell’ultimo governo della Repubblica Democratica Tedesca presieduto da Lothar de Maizière.

Per la prima volta ministro

Alle prime elezioni avvenute dopo la riunificazione, nel dicembre 1990, aderisce al Cdu (Christlich Demokratische Union Deutschlands) e viene nominata Ministro per le Donne e i Giovani nel governo presieduto da Helmut Kohl. Successivamente, nel 1994, Angela Merkel (che Kohl chiama das Mädchen ovvero "la ragazza") diventa ministro per l'Ambiente e la Sicurezza dei Reattori: è lei ad occuparsi della sicurezza del nucleare, un ruolo molto importante e strategico in Germania.  

Leader dell’opposizione

Quando nel 1998 le elezioni tedesche sanciscono il fallimento politico del Cdu e del governo Kohl (accusato, tra l’altro di aver finanziato illecitamente il partito e di possedere fondi illegali) Angela Merkel, criticando il suo leader, si autodefinisce "moralmente offesa" e invita lo stesso Kohl alle dimissioni. Dimissioni che arrivano e rendono così Merkel la donna più importante del partito. Inizia a crescere esponenzialmente in popolarità come leader dell’opposizione: per molti tedeschi è lei la sfidante ideale del Cancelliere Gerhard Schröder alle elezioni federali del 2002. Tuttavia, in mancanza del sostegno all'interno del suo partito e in particolare nel partito gemello (l'Unione Cristiano Sociale in Baviera, CSU) a sfidare Schröder fu Edmund Stoiber, che perse.

Merkel nella storia: è la prima Cancelliera

La corsa al cancellierato per Merkel è soltanto rimandata: il 30 maggio 2005 ottiene la nomination Cdu-Csu come sfidante di Schröder del Spd alle elezioni federali. Anche se i sondaggi la davano in forte svantaggio, Angela Merkel vince le con il 35,3% dei voti superando il Spd, che conquista il 34,2%, con un vantaggio minimo. Diventa così la prima donna Cancelliera e lo farà guidando la grosse Koalition (grande coalizione) fino al termine del suo mandato. In questo suo primo incarico, Merkel afferma come il principale obiettivo del suo governo è quello di ridurre la disoccupazione, mentre per quanto riguarda la politica estera, mantiene forti legami con la Francia e la Russia.

Il secondo e il terzo mandato

Nella campagna elettorale del 2009 si affrontano due membri del governo uscente: Angela Merkel per i cristianodemocratici e il vicecancelliere Steinmeier per i socialdemocratici. Il 27 settembre dello stesso anno è ancora il Cdu a vincere le elezioni con Merkel nominata Cancelliera per un secondo mandato sino al 2013. Il 23 ottobre viene annunciata la composizione del nuovo governo. Merkel torna la principale candidata della coalizione Cdu-Csu anche alle elezioni federali del 2013, che terminano con una nuova grosse koalition formata da Unione Cristiano Democratica, Unione Cristiano-Sociale in Baviera e Partito Socialdemocratico Tedesco. Come nei due governi precedenti, anche in questo caso è Angela Merkel ad essere nominata Cancelliera: è il terzo mandato consecutivo.

Il quarto mandato e l'addio alla politica

Il 24 settembre 2017 arrivano le elezioni federali tedesche e la favorita è ancora Angela Merkel con la sua coalizione Cdu-Csu. A sfidarla c’è Martin Schulz, del partito socialdemocratico tedesco. Le urne decidono che con il 32.9%, in netto calo rispetto al risultato del 2013 quando aveva ottenuto il 41.5%, è la Cancelliera uscente ad avere la meglio sul rivale presidente dell’Spd ed ex presidente del Parlamento Europeo. Si tratta del quarto mandato consecutivo per Merkel che viene ufficialmente incaricata il 14 marzo 2018. Nello stesso anno, il 29 ottobre, è la stessa Cancelliera ad annunciare che questo sarà il suo ultimo incarico politico. "Come Cancelliera ho la responsabilità di tutto, per quello che riesce e per quello che non riesce. È giunto il momento di aprire un nuovo capitolo: non mi ricandiderò come presidente della Cdu, questo quarto mandato è l'ultimo come Cancelliera, non mi ricandiderò al Bundestag nel 2021 e non voglio altri incarichi politici. Non sono nata Cancelliera", ha detto Angela Merkel.

Mondo: I più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24