Thailandia, l'ex primo ministro Shinawatra incriminato per insulti alla monarchia

Mondo
©Getty

Il caso contro il miliardario 74enne, eletto due volte premier e spodestato con un colpo di stato militare nel 2006, è uno dei quattro in corso di giudizio che potrebbero scatenare una nuova instabilità politica  

ascolta articolo

L’ex primo ministro della Thailandia, Thaksin Shinawatra, potente sostenitore dell'attuale governo di Srettha Thavisin, è stato formalmente incriminato per aver insultato la monarchia; al momento gli è stata concessa la libertà su cauzione. I commenti in questione risalgono a quasi dieci anni fa, ma le leggi thailandesi in materia sono molto severe e l'accusa è arrivata ora. Il caso contro il miliardario 74enne, eletto due volte premier e spodestato con un colpo di stato militare nel 2006, è uno dei quattro in corso di giudizio che potrebbero scatenare una nuova instabilità politica nel regno, soggetto a colpi di stato.

Accusato di lesa maestà

 

Thaksin, patriarca del partito Pheu Thai che guida la coalizione di governo, è accusato di lesa maestà per un'intervista rilasciata ai media sudcoreani nel 2015: questo reato, in Thailandia, è punibile dai tre ai 15 anni di carcere. Nel Paese del Sud-est asiatico vigono alcune delle leggi sulla diffamazione reale più severe al mondo, che proteggono il re Maha Vajiralongkorn e i suoi familiari più stretti.

King Vajiralongkorn of Thailand and Queen Suthida arriving at Westminster Abbey, London, ahead of the coronation of King Charles III and Queen Camilla on Saturday. Picture date: Saturday May 6, 2023.

vedi anche

Thailandia, insulta famiglia reale: condanna a 50 anni di carcere

Le proteste

 

I critici affermano che le leggi sono usate impropriamente per soffocare il legittimo dibattito politico e che il loro uso è aumentato dopo le proteste di piazza anti-governative guidate dai giovani nel 2020 e nel 2021. Secondo l'associazione degli avvocati thailandesi per i diritti umani, che si occupa di molti casi, Thaksin è il nome più importante tra le oltre 270 persone accusate in base a queste leggi dopo le proteste.

Mondo: I più letti