Salman Rushdie riesce a parlare. L'Iran nega qualsiasi legame con aggressore

Mondo

Lo scrittore, 75 anni, è stato accoltellato lo scorso 12 agosto durante un suo intervento in un convegno nello Stato di New York. Secondo quanto emerso, Rushdie è stato accoltellato tre volte al collo e quattro all’addome

ascolta articolo

L'Iran ha negato "categoricamente" qualsiasi legame con l'aggressore dello scrittore Salman Rushdie. Lo ha reso noto il governo. Unico nell'amministrazione Biden finora, il segretario di Stato Usa Antony Blinken ha esplicitamente accusato l'Iran di aver quantomeno ispirato l'attacco a Salman Rushdie. "Le istituzioni iraniane hanno incitato alla violenza contro lo scrittore  per anni e i media statali  in questi giorni hanno esultato per l'attentato contro di lui. Tutto questo è spregevole", dichiara Blinken in una nota diffusa dal Dipartimento di Stato. "Il Dipartimento di Stato americano si unisce a quanti negli Stati Uniti e nel mondo stanno rivolgendo i loro pensieri a Salman Rushdie, all'indomani di quest'odioso attacco", si legge ancora nella nota di Blinken. "Non solo un gigante della letteratura, Rushdie ha sempre lottato per il valore universale della libertà d'espressione, di fede e di stampa - le parole del segretario di Stato -. Il presidente americano è stato criticato dai repubblicani per non aver accusato esplicitamente Teheran e per non aver interrotto i negoziati sul nucleare.  

L'attentato

approfondimento

Salman Rushdie staccato da respiratore, è "sulla via della guarigione"

Salman Rushdie è stato staccato dal respiratore ed è ora di nuovo in grado di parlare. L’agente dello scrittore, Andrew Wylie, ha parlato di danni al fegato, ai nervi di un braccio e soprattutto del rischio che lo scrittore potesse perdere un occhio. L’agente, in un comunicato al Washington Post, ha poi spiegato che Rushdie è "sulla via della guarigione". "Le ferite sono gravi, ma le sue condizioni sono avviate sulla strada giusta", ha detto. La guarigione, ha aggiunto, "sarà un processo lungo". Lo scrittore, 75 anni, è stato accoltellato il 12 agosto durante un suo intervento in un convegno nello Stato di New York. Secondo quanto emerso, Rushdie è stato accoltellato tre volte al collo e quattro all’addome, ora è ricoverato nell'ospedale di Erie, in Pennsylvania. 

Minacce anche per JK Rowling

Intanto la polizia scozzese ha dichiarato che sta indagando su una segnalazione di una "minaccia online" nei confronti della scrittrice JK Rowling arrivata dopo aver un tweet in cui esprimeva la sua condanna per l'accoltellamento di Salman Rushdie. La creatrice di Harry Potter ha detto che si sentiva "molto male" dopo aver sentito la notizia e sperava che lo scrittore "stesse bene”. In risposta, un utente ha detto "non preoccuparti, sei la prossima”. Dopo aver condiviso gli screenshot del tweet minaccioso, Rowling ha dichiarato che la polizia è informata di queste minacce. Un portavoce della polizia scozzese ha dichiarato: "Abbiamo ricevuto una segnalazione di una minaccia online e gli agenti stanno conducendo indagini".

Mondo: I più letti