Putin: “Era del mondo dominato dagli Stati Uniti è finita. Sanzioni non hanno funzionato”

Mondo
©Ansa

Il presidente russo, intervenendo al forum economico di San Pietroburgo, ha attaccato Washington e i suoi alleati: “L’Occidente mina intenzionalmente le fondamenta internazionali in nome delle illusioni geopolitiche”

ascolta articolo

Iscriviti alla nostra newsletter per restare aggiornato sulle notizie dal mondo.


"Gli Usa pensano di essere l'unico centro del mondo", ma "l’era dell'ordine mondiale unipolare è finita, nonostante tutti i tentativi di conservarlo con qualsiasi mezzo". Non ha usato mezzi termini Vladimir Putin, intervenendo al forum economico di San Pietroburgo, per attaccare Washington e i suoi alleati, secondo quanto riportato da Interfax. "Dopo aver rivendicato la vittoria nella Guerra Fredda, gli Stati Uniti si sono dichiarati il messaggero di Dio sulla Terra, che non ha obblighi, ma solo interessi, e questi interessi sono sacrosanti", ha aggiunto. Il presidente della Russia ha detto anche che "l’Occidente mina intenzionalmente le fondamenta internazionali in nome delle loro illusioni geopolitiche". E poi ha aggiunto: "È sbagliato pensare che dopo un periodo di cambiamenti turbolenti tutto tornerà alla normalità e sarà come prima. Assolutamente no!"" (GUERRA IN UCRAINA. LO SPECIALE - GLI AGGIORNAMENTI IN DIRETTA).

“Sanzioni contro Russia folli, non hanno funzionato”

leggi anche

Il capo della Nasa a Sky TG24: "Aiuteremo missione europea su Marte"

Tra i temi toccati dall’inquilino del Cremlino non potevano mancare le sanzioni imposte dall’Occidente alla Russia: “Sono folli e sconsiderate”, ha attaccato Putin. “Il loro scopo è schiacciare l'economia della Federazione russa, ma non non hanno funzionato". E poi ha aggiunto: "I politici europei hanno inferto un serio colpo alle proprie economie" con le sanzioni, "con le proprie mani hanno danneggiato le loro economie. L'inflazione in alcuni Paesi europei ha già superato il 20%".

“In Ue ci sarà ondata di radicalismo e cambio élite”

Vladimir Putin si è poi spinto in una previsione sul futuro politico del Vecchio Continente, secondo quanto riferito da Tass: per l’inquilino del Cremlino l’attuale situazione in Europa "porterà a un'ondata di radicalismo e in prospettiva ad un cambiamento di élite". L'attuale scopo della russofobia rappresenterebbe un tentativo di isolare e "cancellare" una Russia ribelle verso l'Occidente.

“Ue ha perso per sempre la sua sovranità”

leggi anche

Russia, Lavrov: la Moldavia? Una seconda Ucraina

"L'Unione europea ha perso irreversibilmente la sovranità" mentre "le sue élite ballano con un'altra musica", ha detto Putin nel suo discorso allo Spief a San Pietroburgo, come riporta Ria Novosti. Per il presidente della Russia poi "il peggioramento delle condizioni economiche globali non è dovuto all'operazione militare speciale in Ucraina", ha aggiunto secondo quanto scritto da Tass.

“Saranno realizzati gli obiettivi dell’operazione in Ucraina”

Parlando della guerra in Ucraina, Putin ha specificato che “tutti gli obiettivi dell'operazione speciale in ucraina saranno realizzati”, secondo quanto riportato dalle agenzie russe: "L'operazione speciale della Russia in Ucraina è la decisione di uno Stato sovrano basata sul diritto di garantire la sua sicurezza", ha aggiunto. Lo riportano le agenzie russe. "E la chiave di questo è il coraggio e l'eroismo dei nostri soldati, il consolidamento della società russa, il cui sostegno dà forza e fiducia all'esercito e alla Marina russi, una profonda comprensione della giustezza e della giustizia storica della nostra causa, la costruzione e rafforzamento di una potenza forte e sovrana: la Russia".

“Russia accoglie invito Onu a dialogo su grano”

leggi anche

Telefonata Xi Jinping-Putin: Cina chiede una soluzione su Ucraina

Tra i temi del conflitto in corso c’è anche quello del blocco del grano e del rischio di una crisi alimentare globale. Putin, citato da Ria Novosti, ha detto che la Russia "accoglie con favore l'invito dell'Onu per il dialogo sulla sicurezza alimentare".  Mosca, ha aggiunto, “non ostacola la fornitura di grano ucraino al mercato mondiale, non abbiamo minato i loro porti". E poi ha specificato: “La Russia non sceglierà mai il percorso dell'autoisolamento”, anzi “ "aumenterà l'interazione con chi vuole collaborare”.

Alle aziende russe: “Investite nel nostro Paese”

Il presidente russo ha poi "invitato le principali aziende russe ad investire nel Paese”, riportano le agenzie russe. I recenti sviluppi dimostrano che "nessun posto è come la propria casa", ha aggiunto Putin. "Il nostro Paese ha un enorme potenziale e gli obiettivi che richiedono impiego di forze sono innumerevoli. Investite qui, investite nella creazione di nuove imprese, posti di lavoro, nello sviluppo di infrastrutture turistiche, sostenete scuole, università, sanità, servizi sociali, cultura e sport", ha dichiarato.

Mondo: I più letti