Ucraina, Zelensky: "Da inizio guerra 2mila attacchi missilistici russi"

Mondo

"Le forze di occupazione vengono gradualmente allontanate dalla regione" ha affermato il presidente ucraino esortando "a non diffondere emozioni eccessive. Non dobbiamo creare un clima di pressione morale, quando ci si aspettano certe vittorie ogni settimana e persino quotidianamente. Le Forze armate ucraine stanno facendo di tutto per liberare il nostro territorio"

ascolta articolo

Le truppe russe hanno lanciato 2.154 attacchi missilistici sull'Ucraina dall'inizio dell'invasione russa, inclusi 25 attacchi missilistici sulla città di Odessa l'8-9 maggio. Lo ha affermato il presidente ucraino Volodymyr Zelensky, durante il suo discorso al parlamento di Malta. "Basta pensare a questa cifra terribile: 2.154 missili russi hanno colpito le nostre città e comunità in poco più di due mesi. Sono state registrate 2.770 apparizioni di aerei nemici nel nostro cielo. Il bombardamento russo dell'Ucraina non cessa nè di giorno nè di notte - ha affermato -. In due giorni, l'8 e il 9 maggio, quando gli europei hanno onorato la memoria delle vittime della Seconda guerra mondiale e celebrato la Giornata dell'Europa, l'esercito russo ha lanciato 25 missili contro Odessa e la regione. Tutti i 25 missili erano puntati su obiettivi civili" (GUERRA IN UCRAINA, LO SPECIALE DI SKY TG24 – TUTTI GLI AGGIORNAMENTI IN TEMPO REALE).

 

Forza sovraumana

approfondimento

Gagauzia, la propaganda russa in Moldavia. Il reportage

Zelensky ha anche lodato la "forza sovrumana" delle truppe ucraine nella guerra. "Sono grato a tutti i nostri difensori che stanno combattendo e dimostrando una forza davvero sovrumana per scacciare l'esercito degli invasori, un tempo il secondo esercito più potente al mondo", ha detto il presidente ucraino nel video messaggio diffuso nelle scorse ore. Zelensky ha fatto riferimento agli aggiornamenti dei militari ucraini, alle "buone notizie", riguardo la regione di Kharkiv. "Le forze di occupazione vengono gradualmente allontanate" dalla regione, ha affermato, esortando "a non diffondere emozioni eccessive. Non dobbiamo creare un clima di pressione morale, quando ci si aspettano certe vittorie ogni settimana e persino quotidianamente. Le Forze armate ucraine stanno facendo di tutto per liberare il nostro territorio - ha incalzato - tutte le nostre città, Kherson, Melitopol, Berdyansk, Mariupol e tutte le altre". 

L'iniziativa

Il presidente ucraino Volodymyr Zelensky ha decretato un minuto di silenzio in tutta la nazione ogni giorno alle 9 in onore delle vittime della guerra in Ucraina. Il decreto 143/2022 del presidente, riferisce Ukrinform, sarà annunciato da tutti i media ed è stato firmato "al fine di onorare la brillante memoria, il coraggio civico e la devozione, la forza dello spirito, la resilienza e le gesta eroiche dei soldati uccisi in missioni di combattimento per proteggere la sovranità statale e l'integrità territoriale dell'Ucraina e per onorare i civili uccisi nell'aggressione armata della Federazione Russa contro Ucraina".

Mondo: I più letti