Guerra Ucraina, Zelensky: madri russe vedano quanto accaduto a Bucha

Mondo

In un discorso fatto a tarda notte, il leader ucraino ha detto che "centinaia di persone sono state uccise" e che i "civili sono stati torturati e giustiziati" nelle città intorno a Kiev

ascolta articolo

Il presidente dell'Ucraina, Volodymyr Zelensky, si è rivolto alle forze russe definendole "assassini", "torturatori" e "stupratori" dopo che centinaia di corpi di civili ucraini sono stati trovati nelle strade delle città intorno a Kiev. In un discorso fatto a tarda notte, il leader ucraino ha detto che "centinaia di persone sono state uccise" e che i "civili sono stati torturati e giustiziati". Lo riporta il Guardian. "Voglio che ogni madre di ogni soldato russo veda i corpi delle persone uccise a Bucha, a Irpin, a Hostomel", ha aggiunto (GUERRA IN UCRAINA, LO SPECIALE DI SKY TG24 - TUTTI GLI AGGIORNAMENTI IN DIRETTA). 

"Russia sta commettendo genocidio"

approfondimento

Guerra Ucraina, a Bucha massacro di civili: le reazioni internazionali

 

Il presidente ucraino accusa quindi la Russia di commettere un "genocidio" in Ucraina per spazzare via "l'intera nazione" e dice che gli Usa non hanno dato garanzie di sicurezza che Kiev ha chiesto.

Mondo: I più letti