Covid, record di casi in Svezia. Positivi anche i reali

Mondo
©Getty

"Il re e la regina, che sono completamente vaccinati con tre iniezioni, hanno sintomi lievi e si sentono bene, date le circostanze", ha riferito il palazzo, nel giorno in cui l'agenzia sanitaria nazionale ha dato conto di 11.507 nuovi casi al 30 dicembre

Il re di Svezia Carlo XVI Gustavo e la regina Silvia sono risultati positivi al test per il Covid. "Il re e la regina, che sono completamente vaccinati con tre iniezioni, hanno sintomi lievi e si sentono bene, date le circostanze", ha riferito il palazzo, nel giorno in cui l'agenzia sanitaria nazionale ha dato conto di un nuovo record di contagi, 11.507, al 30 dicembre, rispetto al picco precedente di 11.376 casi. Nel comunicato si evidenzia che è in corso il tracciamento delle persone entrate in contatto con i reali negli ultimi giorni (COVID: AGGIORNAMENTI - SPECIALE).

La nuova ondata

approfondimento

Covid nel mondo, aumentano i casi ma i Paesi puntano sui vaccini

La nuova ondata nel Paese, in parte alimentata da Omicron, ha colpito la Svezia più tardi rispetto ai vicini nordici ma nelle ultime settimane ha portato a un forte aumento di casi e ricoveri. Secondo quanto rende noto il ministero della Sanità, lo scenario peggiore in un modello di pandemia aggiornato vedrebbe i nuovi contagi Covid raggiungere quotidianamente più di 15.000 positivi entro la metà di gennaio. La premier Magdalena Andersson ha esortato tutti a fare uno sforzo per fermare la curva dei contagi. "Dobbiamo prenderci tutti le nostre responsabilità e dobbiamo adattarci alla nuova realtà", è quanto ha detto la premier svedese aggiungendo di capire che tutti sono stanchi della pandemia, ma sottolineando che “adesso c'è una nuova variante del virus e ciò significa che siamo in una nuova situazione”.

Le regole in vigore dal 23 dicembre

approfondimento

Covid, con Omicron rischio ricovero 3 volte più basso: lo studio in Uk

Tra le regole per contrastare la diffusione della pandemia, in vigore dallo scorso 23 dicembre, è tornato lo smart working: il governo svedese ha esortato tutti i dipendenti a lavorare da casa se possibile e ha imposto regole più severe per il distanziamento sociale. Tra le altre misure, il limite di 50 persone negli incontri privati; in bar, ristoranti e ai grandi eventi il servizio è solo ai tavoli e ci deve essere il distanziamento. Sui trasporti pubblici è necessario indossare la mascherine e le attività sportive possono essere svolte ma evitando competizioni al chiuso. 

Mondo: I più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24