Covid Cina, Pechino rinforza le restrizioni: stop ad attività al chiuso e taglio dei voli

Mondo
©Getty

A meno di cento giorni dal via delle Olimpiadi Invernali, la capitale cinese torna ad ampliare le misure contro la pandemia: sospesi i banchetti, limitazioni per mostre, forum ed eventi aziendali. L'ente per l'aviazione civile cinese ha ridotto i voli internazionali da e per il Paese asiatico, portandoli a 408 alla settimana per tutta la durata dell'inverno

Torna la paura del Covid a Pechino, dove sono state rafforzate le misure restrittive dopo gli ultimi casi di contagio che hanno colpito la capitale cinese, a meno di cento giorni dal via delle Olimpiadi Invernali. Venerdì il Paese ha registrato 64 nuovi contagi: di questi 48 sono di trasmissione locale, tra cui due registrati a Pechino, nel distretto settentrionale di Changping. Complessivamente, dall'inizio dell'ultima ondata, sono 29 i casi di Covid-19 rilevati in città, 27 dei quali accertati e due asintomatici (COVID: GLI AGGIORNAMENTI - LO SPECIALE).

Stop a mostre, convegni e attività al chiuso

leggi anche

Covid Cina, in lockdown la città di Lanzhou

Pechino ha sospeso i banchetti negli alberghi, ridotto i convegni, le mostre, i forum e gli eventi aziendali, ha annunciato il portavoce della municipalità, Xu Hejian, aggiungendo che gli Universal Studios, da poco aperti, sono entrati in "stato di emergenza". La vice direttrice del locale Centro per il Controllo e la Prevenzione delle Malattie, Pang Xinghuo, ha definito "grave e complessa" la situazione della pandemia a Pechino, sottolineando che saranno sospese le attività in luoghi chiusi, come le sale da gioco.

L’appello ai turisti

leggi anche

Covid, la Cina inizia a vaccinare i bambini dai 3 agli 11 anni

Tra le misure varate da Pechino c'è anche la sospensione dei viaggi turistici inter-provinciali: coloro che non sono ancora partiti, ha detto Zhou Weimin, funzionario dell'Ufficio per la Cultura e il Turismo di Pechino, "devono cancellare o modificare l'itinerario del tour", mentre i gruppi turistici che si trovano a Pechino dovranno cooperare con le autorità sanitarie locali, e sottoporsi al tampone prima di potere ritornare nelle località di provenienza. 

Ridotti i voli internazionali per tutto l’inverno

leggi anche

Covid, timori per focolai in Cina: rinviata la maratona di Pechino

Il timore di un aumento dei contagi si è riflesso anche sul traffico aereo: circa la metà dei voli previsti venerdì ai due aeroporti di Pechino sono stati cancellati, secondo i dati della piattaforma cinese Feichangzhun che monitora i voli aerei. Separatamente, anche l'ente per l'aviazione civile cinese, la Civil Aviation Administration of China (Caac) ha ridotto i voli internazionali da e per il Paese asiatico, portandoli a 408 alla settimana per tutta la durata dell'inverno, fino a marzo prossimo, contro i 644 dello scorso periodo estivo. Il cambiamento è "in linea con i requisiti pertinenti della prevenzione epidemica" e con le linee adottate dall'ente cinese, ha reso noto la Caac. 

I casi

leggi anche

In Cina aumentano i casi di Covid, annullata la maratona di Wuhan

Secondo gli aggiornamenti di venerdì della Commissione sanitaria nazionale, i contagi domestici sono stati accertati nella Mongolia Interna (19), nel Gansu (12), nello Heilongjiang (9) e nel Qinghai (3), mentre le residue infezioni sono state accertate a Pechino (2) e Ningxia (2) e una nello Yunnan. Quanto ai casi importati, la Commissione ha menzionato il Guangdong (4), Shanghai e Guangxi (tre ciascuno), due nello Zhejiang e nello Yunnan, e uno sia a Pechino sia nella Mongolia Interna. Nella capitale cinese, in particolare, i contagi hanno superato quota 30 a partire dal 17 ottobre, giorno della rilevazione del primo focolaio collegato alla variante Delta.

Mondo: I più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24