Afghanistan, l'evacuazione e la partenza degli italiani da Kabul. VIDEO ESCLUSIVI

Mondo

Nelle immagini dei video esclusivi inviati a Sky TG24 dalla giornalista Francesca Mannocchi, si vede il personale dell'ambasciata, diplomatici e civili, lasciare la struttura e raggiungere lo spazio esterno, per poi dirigersi verso i vari elicotteri in attesa. Poi il volo su una Kabul ormai in mano dei talebani, con il rischio di un attacco da terra, e l'arrivo all'aeroporto. Infine la partenza e l'imbarco degli italiani sul volo per il nostro Paese. Presto il ponte aereo anche per i collaboratori afghani 

Una lunga colonna di persone, soprattutto diplomatici e civili, lascia la capitale dell'Afghanistan, Kabul, ormai in mano ai talebani. In pochissimi giorni l'intero Paese è tornato in mano alle loro milizie. Così anche per gli italiani è giunto il momento di lasciare la sede dell'ambasciata e raggiungere l'aeroporto di Kabul per l'evacuazione finale (LE ULTIME NEWS DALL'AFGHANISTAN LIVE).

Nelle immagini dei video esclusivi inviati a Sky TG24 dalla giornalista Francesca Mannocchi, si vede il personale dell'amabasciata, diplomatici e civili, lasciare la struttura e raggiungere lo spazio esterno, per poi dirigersi verso i vari elicotteri, pronti al decollo con i rotori in movimento. Subito dopo il decollo dei velivoli e il sorvolo su una Kabul ormai in mano ai talebani, con il rischio di un attacco da terra. Il gruppo è infine arrivato nello scalo aeroportuale della Capitale per il volo verso l'Italia. In un altro video si vede proprio il momento dell'imbarco degli italiani e del personale dell'ambasciata sul volo per il nostro Paese (IL VIDEO ESCLUSIVO DELL'EVACUAZIONE DEL PERSONALE DELL'AMBASCIATA ITALIANA VERSO L'AEROPORTO - IL VIDEO DELL'IMBARCO DEGLI ITALIANI SUL VOLO PER L'ITALIA - LE OPERAZIONI DI IMBARCO DEGLI ITALIANI)

Ponte aereo per i collaboratori degli italiani

approfondimento

Afghanistan, fuga da Kabul: oggi ponte aereo per italiani

Nel contempo prosegue anche il lavoro di coordinamento dei militari del Covi, nell'operazione Aquila Omnia, "per l'evacuazione umanitaria dal territorio afghano di tutti i collaboratori afghani del Ministero della Difesa e del Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale, nel più breve tempo possibile, attraverso un ponte aereo assicurato con voli commerciali il 16 agosto e dal 17 proseguiranno con aerei KC767 dell'Aeronautica Militare". A spiegarlo è lo Stato maggiore della Difesa. Il dispositivo militare del Comando Operativo di Vertice Interforze resterà "operativo presso l'aeroporto internazionale di Kabul fino all'imbarco dell'ultimo collaboratore, fino a quando le condizioni di sicurezza lo consentiranno" I militari italiani lasceranno dunque "il territorio afgano con un velivolo C130 dell'Aeronautica Militare".

Mondo: I più letti