Dieci anni di matrimonio per William a Kate nel segno della modernità

Mondo

Tiziana Prezzo

In occasione del nono anniversario la coppia non si concesse festeggiamenti a causa del Covid 19, ma la situazione quest’anno, complice la cifra tonda e gli ottimi risultati della campagna vaccinale, potrebbe essere diversa. (La corrispondente da Londra)

LONDRA - E venne il giorno del decimo anniversario di matrimonio anche per William e Kate. E di acqua sotto i ponti ne è passata tanta da quel 29 aprile 2011 che li ha visti dire sì nella cattedrale di Westminster, davanti all’allora arcivescovo di Canterbury Rowan Williams e a 1900 invitati. In dieci milioni seguirono l’evento in tv e in 72 milioni lo hanno guardato online. In diecimila si riversarono a Trafalgar Square a seguire l’evento da grande schermo.

Tre figli e un funerale

 Sono arrivati tanti impegni istituzionali insieme, tre figli (George, Charlotte e Louis), tensioni all’interno della famiglia reale crescenti (si veda la fuga di Harry e Meghan negli Usa) e la perdita del nonno di William, il principe Filippo. Loro sempre lì, l’uno accanto all’altro: la versione moderna della monarchia che continua a mettere il “sense of duty”, il senso del dovere, di servizio, davanti a ogni cosa.  Voci di crisi, in questi lunghi dieci anni, li hanno appena sfiorati e insieme sono cresciuti davanti agli occhi del mondo. Soprattutto lei, Kate. “Sembra già regina” è stato il commento più ricorrente tra gli esperti delle questioni reali il giorno del funerale del duca di Edimburgo a Windsor. Kate elegante in ogni cosa che fa, Kate che fa da paciera tra i fratelli in lotta, Kate che si presenta senza clamore al memoriale della 33enne londinese rapita e uccisa da un poliziotto e va via discreta,  Kate che non dice mai una cosa fuori posto (e qui il confronto con Meghan è quasi inevitabile, con buona pace di chi vuole contrapporre studiata compostezza a presunta spontaneità). Lontani anni luce quelli della “Waity Katie”, in cui la duchessa di Cambridge ha stoicamente atteso per ben 8 anni che l’erede al trono si decidesse a fare il grande passo e si togliesse ogni dubbio (e, perché no,  anche qualche sfizio con qualche altra amica durante il percorso…).

Già regina

Ora Catherine Middleton (un tempo outsider appartenente a una famiglia sì benestante ma borghese) appare perfettamente a suo agio nel suo ruolo, che è, appunto, quello di futura regina del Regno Unito. A lei viene attribuito più che a ogni altro il potere di “rivoluzionare” la monarchia, una volta che la monarca più longeva del Regno Unito, Elisabetta II, non ci sarà più. Il Times l’ha addirittura raffigurata come una novella Che Guevara, per quanto la cosa possa far sorridere.

Un documentario per segnare l'evento

In occasione del decimo anniversario del matrimonio la BBC (contestata per la copertura, ritenuta eccessiva, della morte del principe Filippo) manderà in onda il 30 aprile un documentario dedicato alla coppia intitolato “Matrimonio reale: un giorno da ricordare”.

Resta l’incognita di come la coppia trascorrerà il proprio anniversario, di come lo festeggerà. L’anno scorso a causa del Covid William e Kate si sono dedicati solo agli impegni pubblici, per quanto via zoom. L’allentamento delle restrizioni a causa degli ottimi risultati della campagna vaccinale potrà forse permettere loro un finale di giornata diverso.

Mondo: I più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24

Fai login per ottenere il meglio subito

Accedi con il tuo Sky ID o registrati in pochi istanti.