Elon Musk, da Tesla a Marte: “Vendo tutto per costruire una città nello spazio”

Mondo

"Penso che sia importante che l'umanità evolva in una civiltà spaziale, in una specie multi-planetaria. Ci vorranno enormi risorse per costruire una città su Marte. Voglio essere in grado di contribuire il più possibile", ha detto il presidente di Tesla in un'intervista pubbilcata su Repubblica

E' l'obiettivo della sua vita: vivere nello spazio e precisamente sul pianeta Marte. Il presidente di Tesla, Elon Muskin un'intervista a Repubblica spiega il suo sogno: "Penso che sia importante che l'umanità evolva in una civiltà spaziale, in una specie multi-planetaria. Ci vorranno enormi risorse per costruire una città su Marte. Voglio essere in grado di contribuire il più possibile". (I PROGETTI VISIONARI DI ELON MUSK. FOTO)

 

"Voglio vendere tutto"

 

"Ho venduto la mia residenza principale a Los Angeles due mesi fa - ha detto Musk- ora appartiene a un cinese. E ora stiamo vendendo le mie altre case. In effetti, non avrò quasi nessuna proprietà di grande valore oltre alle azioni della società. Ho bisogno di una casa solo quando ci sono i miei figli. In questo caso ne affitto una. Tutto quello che desidero possedere sono le azioni di Tesla e Space X. Se falliscono, anch'io personalmente fallisco. (FORBES: MUSK, IL QUARTO UOMO PIU' RICCO DEL MONDO)

Progetto serio e sostenibile

approfondimento

SpaceX, in orbita altri 60 satelliti Starlink per l'internet globale

 

Musk appare decisamente motivato e nell'intervista lo ribadisce: "Vorrei che fosse chiaro che faccio sul serio. Non si tratta di consumo personale. Magari c'è chi mi attacca e dice: Ah, il signore ha un bel pò di roba. Un mucchio di case. Ok, non le ho più" mette in chiaro.  Nell'immediato l'obiettivo di Musk "è accelerare la diffusione dell'energia sostenibile. Non ci interessa restare separati dagli altri. Vogliamo concedere in licenza la tecnologia, per aiutare altre aziende a fare la cosa giusta. Ci sono circa due miliardi di automobili e camion sul pianeta. Vorremmo sostituire l'1% della flotta globale all'anno". Elon Musk poi conclude con una riflessione sull'Intelligenza artificiale: "Serve massima cautela. Chi la utilizza, chi la controlla, lo fa nel migliore interesse dell'umanità? È importante esercitare una sorta di vigilanza sulla gestione dell'IA. Esistono garanti per le auto, il trasporto aereo, gli alimenti, i farmaci ecc. Analogamente dovremmo istituire organi di vigilanza che garantiscano che l'IA sia a servizio del bene comune".

Mondo: I più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24

Fai login per ottenere il meglio subito.

Accedi con il tuo Sky ID o registrati in pochi istanti.