Turchia, maxi-processo per il tentato golpe: 337 condannati all'ergastolo

Mondo

Condanne pesantissime in uno dei principali maxi-processi per il fallito colpo di stato del 15 luglio 2016: 198 imputati hanno totalizzato pene per 3.901 anni di carcere

Salgono a 337 le persone condannate all'ergastolo da un tribunale di Ankara al termine di uno dei principali maxi-processi per il fallito colpo di stato del 15 luglio 2016 in Turchia. Il procedimento è relativo alle azioni organizzate dai golpisiti nella base aerea di Akinci, che utilizzarono come quartier generale. Tra i condannati ci sono decine di ex alti ufficiali e piloti di jet delle forze armate, accusati tra l'altro di aver bombardato il Parlamento e altre istituzioni simbolo. Altri 60 imputati sono stati condannati a pene minori e 75 sono stati assolti.

Quattordici imputati condannati a 79 ergastoli a testa

approfondimento

La notte che sconvolse la Turchia: 4 anni fa il colpo di Stato fallito

Ben 14 imputati sono stati condannati a 79 ergastoli a testa, con l'accusa di aver dato l'ordine agli F16 di colpire obiettivi civili della capitale, di averne coordinato le azioni e fornito istruzioni, il tutto dopo aver preso il controllo della base di Akinci.
Condannato a 16 ergastoli l'ufficiale che uccise 15 civili, dopo aver sganciato 2 bombe nei pressi del palazzo presidenziale. L'ufficiale che tentò di uccidere il comandante delle forze speciali prendendone il posto ha invece avuto 9 ergastoli mentre l'ufficiale dell'aeronautica che bombardò la stazione di polizia di Ankara è stato condannato a 3 ergastoli. Per altri sei giudicati in contumacia è stata chiesta e ottenuta la separazione dei processi. Come ha riferito Hurriyet, 198 imputati hanno totalizzato complessivamente pene per 3.901 anni di carcere.

Sotto accusa l'organizzazione Feto

approfondimento

Turchia, si dimette ministro delle Finanze Albayrak genero di Erdogan

Secondo Ankara, a organizzare il golpe è stata l'organizzazione Feto, che fa capo all'imam e miliardario - residente negli Usa dal 1999 - Fethullah Gülen, prima alleato poi acerrimo nemico del presidente Erdogan. La notte del 15 luglio 2016 morirono 258 persone e altre 2.200 rimasero ferite.

Mondo: I più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24

Fai login per ottenere il meglio subito.

Accedi con il tuo Sky ID o registrati in pochi istanti.