Usa 2020, Trump si dichiara guarito e rilancia la sua campagna: "Vinceremo"

Mondo
©Getty

Quando mancano tre settimane al voto, il presidente parte per un tour elettorale in tre Stati chiave - Florida, Pennsylvania e Iowa - dopo essersi definito guarito e "immunizzato" dal virus. E chiede di riconvocare il dibattito in tv con Biden che era stato annullato. Poi bolla i sondaggi che lo danno in svantaggio come "fake news"

Donald Trump si dichiara guarito dal coronavirus, definendosi addirittura "immunizzato" e riprende la sua campagna elettorale, quando mancano tre settimane dal voto (LO SPECIALE USA 2020). Il presidente si appresta a tenere comizi in tre Stati chiave: lunedì in Florida, martedì in Pennsylvania e mercoledì in Iowa. E chiede anche di riconvocare il secondo dibattito televisivo con Joe Biden che, prima di essere cancellato, era in calendario il 15 ottobre. I sondaggi lo danno in forte svantaggio rispetto al rivale Biden, con un distacco di 12 punti a livello nazionale, secondo una rilevazione di Washington Post-Abc. Intanto oggi è il giorno in cui parte il rush finale per la nomina alla Corte Suprema di Amy Coney Barrett, voluta da Trump e attesa davanti alla commissione giustizia del Senato per quattro giorni di audizioni.

I dubbi sul reale stato di salute di Trump

leggi anche

Trump: "Sono immunizzato contro il Covid". Twitter segnala il post

"Sono immunizzato. Non posso più prendere" il virus, ha detto Trump durante un’intervista a Fox, e "non lo posso trasmettere", ha annunciato. Ma restano i dubbi sul suo reale stato di salute: anche se il medico curante ha dichiarato che "non rischia più di trasmettere" il coronavirus ad altri, non è chiaro se Trump sia negativo o meno al test, visto che i risultati non sono stati resi pubblici. Intanto il tweet in cui il presidente si proclama "immunizzato" è segnalato da Twitter perché "viola le regole" della "piattaforma sulla diffusione di informazioni fuorvianti e potenzialmente dannose sul Covid-19".

Trump: balzo casi in Ue, che veniva portata ad esempio 

Il presidente, intanto, su Twitter fa notare il "forte balzo della piaga cinese in Europa ed in altri Paesi che le fake news indicavano come esempio perché stavano facendo bene. Siate forti e vigili, farà il suo corso. Vaccini e cure stanno arrivando rapidamente". 

Trump convinto: "Vinceremo meglio che nel 2016"

approfondimento

Elezioni Usa 2020, quali sono gli swing states

Trump è quindi pronto a partire per un tour serrato ma necessario per cercare di riprendere terreno, almeno stando a quanto dicono i sondaggi, che lo danno infatti in forte svantaggio rispetto al rivale Biden. Rilevazioni però che riguardano sempre il voto popolare e non quello per la conquista dei 270 grandi elettori a livello statale necessari per la Casa Bianca. Ma Trump non si arrende e liquida i sondaggi come “fake news”, ricordando che anche quattro anni fa tutti i sondaggi lo davano perdente. "Vinceremo in modo ancora più forte che nel 2016", ha promesso, dicendosi convinto di come "l'entusiasmo" intorno alla sua candidatura sia più grande rispetto a quattro anni fa. Il presidente si è detto sicuro del fatto che vincerà le elezioni perché l'America non può permettersi Joe Biden, definito un candidato debole nelle mani della sinistra radicale.

Mondo: I più letti