Coronavirus Francia, oltre 20.000 contagi in 24 ore: è record in un solo giorno

Mondo

I contagiati in un giorno sono stati 20.339. Esplode anche il tasso di positività dei test, che arriva al 10,4%. Le autorità sanitarie hanno spiegato che bisognerà fare i conti con il virus fino alla prossima estate. Il Consiglio scientifico: a maggio soltanto il 4,5% della popolazione aveva sviluppato anticorpi contro il covid. Intanto è stata annullata la Parigi-Roubaix: la classica del ciclismo era in programma il 25 ottobre

La Francia fa segnare un nuovo record di contagiati da coronavirus in un solo giorno: sono stati 20.339 in sole 24 ore (LO SPECIALE - GLI AGGIORNAMENTI LIVE). Per la prima volta viene superata la soglia dei 20mila contagi quotidiani. Il bilancio è stato fornito da Santé Publique. Il numero dei decessi è stato di 62. Esplode anche il tasso di positività dei test, che arriva al 10,4%. In Francia le autorità sanitarie hanno spiegato che bisognerà fare i conti con il virus fino alla prossima estate. A Parigi lo stato d'allerta è una realtà da diversi giorni. In tutta la Francia lo scenario è di "sei mesi difficili". Lo hanno chiarito le autorità sanitarie del Consiglio scientifico, spiegando che a maggio soltanto il 4,5% della popolazione aveva sviluppato anticorpi contro il coronavirus. Quindi, è stato rilevato, nella prima ondata solo una minoranza è stata in contatto con il Covid (LE NUOVE RESTRIZIONI IN TUTTA EUROPA).

Annullata la Parigi-Roubaix

vedi anche

Coronavirus Francia, ressa alla fermata della metro a Parigi. FOTO

Intanto è stato deciso che l'edizione 2020 della Parigi-Roubaix, in programma il 25 ottobre, non si correrà a causa della pandemia di coronavirus. Lo hanno annunciato gli organizzatori della corsa ciclistica. Le classiche ciclistiche fiamminghe, pero ora non sono in pericolo, a partire dalla Grand-Wevelgem di domenica prossima, ha spiegato invece il Ceo dell'organizzazione 'Flanders Classics', Tomas Van der Spiegel. “Non c'è alcun motivo per vietare Giro delle Fiandre (in programma domenica 18 n.d.r.) e Gand -Wevelgem". "Non vediamo perché queste corse dovrebbero essere annullate - ha aggiunto -. Da mesi lavoriamo con le autorità per organizzare tutto nel modo più sicuro possibile e ci siamo riusciti. Abbiamo attuato delle norme sanitarie efficaci e lo abbiamo già dimostrato mercoledì scorso con la Freccia del Brabante. Il pubblico? penso che la gente abbia già compreso il messaggio molto chiaramente”.

Capo Cts: "Con il virus fino all’estate 2021” 

vedi anche

Coronavirus, 10 Paesi con più casi in 24h: anche Francia, Uk e Spagna

Il presidente del Consiglio scientifico, il Cts francese, Jean-François Delfraissy, ha detto in un'intervista a BFM-TV che "in gioco" c'è "tutto l'inverno 2020 e la primavera 2021. Il virus durerà un certo tempo", ha aggiunto, accennando “all'estate 2021". "Dobbiamo comprendere - ha spiegato Delfraissy - che ora abbiamo una visione medio e lungo termine con questo virus, che sarà con noi ancora per un periodo, poi si attenuerà. Dobbiamo imparare a vivere con questo concetto. Il virus si attenuerà spontaneamente e avremo probabilmente alcuni primi vaccini candidati". Le cifre diffuse dall'Inserm dicono che soltanto il 4,5% dei francesi, a maggio, avevano sviluppato anticorpi contro il Coronavirus: "È poco - ha commentato Delfraissy - vuol dire che nella prima ondata una minoranza è stata in contatto con il Covid. La cifra è più alta nella regione di Parigi, dove raggiunge l'11-12%. L'immunità è debole, per sbarrare la strada al virus bisognerebbe raggiungere il 50-60%. È possibile, è quello che è accaduto sulla portaerei Charles-de-Gaulle, dove hanno raggiunto il 59%". Per Delfraissy, "il 40% dei senzatetto a Parigi è stato infettato dal Covid". 

Consorzio ospedali Parigi: limitare contatti sociali 

leggi anche

Covid in Europa, contagi in risalita. Scattano nuove restrizioni

Intanto il direttore generale del consorzio che riunisce gli ospedali di Parigi, Martin Hirsch, ha dichiarato che l'attivazione del piano di emergenza ('bianco rafforzato') negli ospedali dell'Ile-de-la-France è la conseguenza di una situazione "preoccupante", che evolve "in modo relativamente rapido". Ai microfoni di radio Europe 1, Hirsch si è appellato alla popolazione affinché si "disciplini" e "limiti i contatti sociali" per bloccare questa nuova avanzata del coronavirus.

Mondo: I più letti