Francia, scattano le restrizioni Marsiglia e Parigi. Bar chiusi dalle 22

Mondo

Misure di contenimento sono scattate anche in tutto il nord della Francia. C'è anche il divieto di vendere alcol e diffondere musica amplificata dalle 20. Il ministero della Salute: "Rispettare la stretta per evitare lockdown nazionale"

Cominciano da oggi 28 settembre le misure restrittive decise dal governo per arginare i contagi del coronavirus in Francia. A Marsiglia e nella sua regione, fino ad Aix-en-Provence (zona dichiarata di 'allerta massima'), è scattata una misura che sarà operativa per 15 giorni con un bilancio previsto fra una settimana. Anche Parigi - in zona 'rosso scura' si appresta, stasera, a rendere operative le nuove disposizioni sulla chiusura dei bar e sul divieto di vendere alcol dalle 22 (AGGIORNAMENTI IN DIRETTA - SPECIALE).

La stretta in tutto il nord della Francia

approfondimento

Coronavirus nel mondo: i casi e i morti di oggi nei Paesi più colpiti

Restrizioni sono scattate anche in tutto il nord della Francia, con chiusura di bar e sale da tè alle 22 e divieto di vendere alcol e diffondere musica amplificata  tra le 20 e le 6, divieto di feste o assembramenti famigliari nei luoghi che accolgono il pubblico. L'obiettivo è di dissuadere la popolazione dall'organizzare feste in appartamenti privati aggirando così il divieto dassembramento nei pubblici spazi. 

Il ministro Borne: non escluso lockdown generalizzato

leggi anche

Coronavirus Francia, il premier Castex non esclude nuovo lockdown

Intervistata questa mattina ai microfoni di BFM-TV, la ministra francese per la Transizione Ecologica, Elisabeth Borne, spiega che le misure prese dal governo hanno l'obiettivo di evitare un nuovo lockdown generalizzato. "Ma con questo virus, non escludiamo nulla", ha aggiunto. Dopo il giro di vite nella zona di Marsiglia e Aix-en-Provence, oltre che a Parigi e in altre dieci città, oggi una nuova stretta contro il nemico invisibile è entrata in vigore anche nelle regione Nord e Hauts-de-France. 

Véran: nessuna stretta nazionale per l'Avvento

leggi anche

Covid, Speranza estende obbligo del tampone a chi arriva dalla Francia

Il ministro della Salute francese, Olivier Véran, ha formalmente escluso che la Francia possa dichiarare un lockdown nazionale "preventivo" prima di Natale - come proposto da due premi Nobel per l'economia, Abhijit Banerjee ed Esther Duflo. Véran ha precisato che eventuali restrizioni agli spostamenti durante le vacanze di Ognissanti (fine ottobre-inizio novembre) dipenderanno da "ciò che faremo nelle prossime settimane". Parlando alla tv LCI, Véran ha detto che "se la circolazione del virus aumenta e non viene frenata, se non mettiamo in campo tutti gli strumenti necessari per frenarne la circolazione, questo metterà in pericolo il nostro sistema sanitario e i francesi stessi". 

Mondo: I più letti