Covid, Speranza estende l'obbligo del tampone a chi arriva dalla Francia

Salute e Benessere

L’ordinanza firmata dal ministro della Salute prevede che i cittadini che arrivano da Parigi o da altre zone rosse debbano essere sottoposti a test molecolare o antigenico

Di fronte all’aumento del numero dei contagi in Francia, dove 50 dipartimenti sono stati dichiarati “zona rossa”, Roberto Speranza, il ministro della Salute, ha firmato una nuova ordinanza che “estende l’obbligo di test molecolare o antigenico ai cittadini provenienti da Parigi e altre aree della Francia con significativa circolazione del virus”. “I dati europei non possono essere sottovalutati”, spiega Speranza in un post pubblicato su Facebook. “L’Italia oggi sta meglio di altri Paesi, ma serve ancora grande prudenza per non vanificare i sacrifici fatti finora”, aggiunge il ministro.

Le regioni della Francia indicate nell’ordinanza

approfondimento

Coronavirus, tampone per il Covid-19: chi lo deve fare e come funziona

 

Da alcune settimane, il governo italiano e quello francese stanno lavorando assieme a un’intesa che renda obbligatorio per i viaggiatori sottoporsi al tampone alla frontiera, sia in entrata che in uscita. In attesa di passi avanti su questo fronte, l’Italia ha avviato dei controlli unilaterali, come quelli che vengono effettuati da prima di Ferragosto a chi rientra da Spagna, Croazia, Grecia e Malta. Le regioni della Francia indicate nell’ordinanza sono: Alvernia-Rodano-Alpi, Corsica, Hauts-de-France, Ile-de-France, Nuova Aquitania, Occitania, Provenza-Alpi-Costa azzurra. In Italia è previsto anche il divieto di ingresso e transito per chi nei quattordici giorni precedenti ha soggiornato o transitato in Armenia, Bahrein, Bangladesh, Brasile, Bosnia Erzegovina, Cile, Kuwait, Macedonia del Nord, Moldova, Oman, Panama, Perù, Repubblica Dominicana, Serbia, Montenegro, Kosovo e Colombia.

La situazione in Francia

 

Per evitare un nuovo lockdown totale, in Francia 50 dipartimenti, su un totale di 101, sono stati dichiarati “zona di circolazione attiva del virus”. Questa classificazione consente ai prefetti di adottare misure supplementari per bloccare l’avanzata del coronavirus. Solo nella giornata di ieri, domenica 20 settembre, si sono registrati 10.569 casi di coronavirus nell’arco di 24 ore. Mentre le autorità locali stanno cercando di circoscrivere il più possibile la diffusione del contagio, il ministero dell’Educazione francese ha annunciato che da domani, martedì 22 settembre, verranno allentate le restrizioni previste per le scuole materne ed elementari.

Salute e benessere: Più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24