Navalny posta una foto su Instagram: in piedi sulle scale dell'ospedale Charité di Berlino

Mondo

L'attivista russo, oppositore di Vladimir Putin, parla sui social delle proprie condizioni in miglioramento dopo l'episodio di avvelenamento capitatogli su un volo dalla Siberia a Mosca. "Tornerò capace di utilizzare rapidamente Instagram senza dover riflettere a dove mettere un like"

In piedi sulle scale dell'ospedale di Berlino in cui è ricoverato dopo l'avvelenamento denunciato dalla Germania che ha rischiato di costargli la vita. Così appare Alexei Navalny nella foto che ha postato il 19 settembre sul suo profilo Instagram. "Fatemi raccontare della mia ripresa", scrive l'attivista anti-Putin. "Ora è un percorso chiaro, per quanto lungo. Ora sono uno di quei tipi a cui tremano le gambe quando salgono le scale, ma almeno sta pensando: 'Oh, ma sono scale! La gente le usa per salire. Io forse dovrei cercare un ascensore'".

Problemi di memoria dopo il coma farmacologico

leggi anche

Navalny, bottiglia avvelenata in hotel. Lega vota no a risoluzione PE

Navalny riferisce anche di aver avuto problemi di memoria nei primi giorni dopo l'uscita dal coma farmacologico. "Non riconoscevo le persone non potevo capire come si fa a parlare". Inoltre, "il dottore mi visitava ogni mattina e diceva: 'Alexei, ti ho portato una lavagna, pensa a una parola da scriverci sopra. Questo mi rendeva disperato, perché anche se riuscivo a capire in generale cosa il dottore volesse da me, non sapevo da dove prendere le parole. In quale parte della testa appaiono? Dove trovare una parole e come fare in modo che significhi qualcosa?".

Il ringraziamento ai medici

vedi anche

Alexei Navalny, chi è l'oppositore politico russo. FOTOSTORY

Nel messaggio, il 44enne ringrazia anche i "brillanti medici" della Charité, che "mi hanno trasformato da essere umano tecnicamente ancora vivo in uno uno che ha tutte le possibilità di diventare di nuovo una forma alta di vita nella società moderna". Il dissidente aggiunge che tornerà a essere qualcuno "capace di utilizzare rapidamente Instagram senza dover riflettere a dove mettere un like". Navalny spiega che "il telefono in mano sembra un sasso" e persino "versarsi dell'acqua è una vera attrazione".

Oltre 200mila like in pochi minuti

Navalny ha avuto in pochi minuti oltre 200mila like. Il dissidente è ricoverato dal 22 agosto nella clinica berlinese, dove è stato per settimane in coma farmacologico. Collassato durante un volo dalla Siberia a Mosca, stando alle analisi condotte in Germania, Francia e Svezia è stato avvelenato con un agente nervino della classe Novichok. La Russia respinge le accuse di essere in qualche modo coinvolta nell'avvelenamento. Era stata la stessa cancelliera tedesca Angela Merkel a chiedere che Mosca "faccia luce" sull'attentato. Il presidente francese Emmanuel Macron ha parlato di "tentato omicidio". 

Mondo: I più letti