Usa: polizia lo incappuccia, afroamericano muore asfissiato a Rochester

Mondo

La vittima, Daniel Prude, aveva 41 anni. L'uomo è stato fermato dagli agenti che hanno premuto il suo viso contro l'asfalto per due minuti. Il filmato che risale al 23 marzo è stato reso pubblico il 2 settembre dai familiari e da attivisti locali della città che si trova nello Stato di New York. Polizia e procura generale hanno aperto un'inchiesta

Un nuovo video scuote gli Usa dopo i casi legati a George Floyd e Jacob Blake. Il filmato mostra il fermo di un uomo afroamericano di 41 anni, a Rochester, nello Stato di New York. Nelle immagini si vedono gli agenti di polizia che gli mettono un cappuccio sulla testa e premono il viso contro il marciapiede per due minuti. La scena, che risale al 23 marzo, come riporta il New York Times, è ripresa in un video reso pubblico dalla famiglia della vittima e attivisti locali mercoledì 2 settembre. L'uomo, che si chiamava Daniel Prude, è morto il 30 marzo per le conseguenze di un'asfissia. Il procuratore generale dello Stato di New York, Letitia James, e il capo della polizia di Rochester hanno detto che stanno indagando sulla morte. Gli ufficiali coinvolti sono tuttora in servizio.

La chiamata al numero di emergenza

leggi anche

Usa, poliziotto spara alla schiena di un afroamericano: è grave

Prude, 30 anni, originario di Chicago, era appena arrivato a Rochester per una visita alla sua famiglia. La polizia è intervenuta dopo che il fratello Joe ha chiamato il numero di emergenza 911 per denunciare la scomparsa di Daniel, che soffriva di disturbi mentali, dall'abitazione in cui si trovavano.

Le fasi del fermo

vedi anche

"Non spararmi, agente, per favore", nuovo video fermo di George Floyd

Il video mostra l'uomo correre svestito per strada, ma quando i poliziotti intervenuti gli ordinano di mettersi a terra obbedisce e mette le sue mani dietro la nuca. Il 41enne appare però molto agitato e urla mentre lo ammanettano. Gli agenti poi gli infilano la testa in una maschera "antisputo", una sorta di cappuccio usato per proteggere i poliziotti dalla saliva delle persone fermate.

Il medico legale: "Morto per complicazioni di un'asfissia"

approfondimento

Usa, dalla morte di George Floyd a Black Lives Matter. Lo Speciale

Dal filmato si sente Prude supplicare gli agenti di togliere quel cappuccio che non lo fa respirare. Gli agenti cominciano a preoccuparsi solo quando l'uomo comincia a vomitare, poco prima di rimanere completamente privo di conoscenza. I poliziotti sono ora sotto indagine da parte della procura di New York. La perizia di un medico legale parla di "omicidio causato dalle complicazioni di un'asfissia dovute a una coercizione fisica".

Mondo: I più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24

Fai login per ottenere il meglio subito.

Accedi con il tuo Sky ID o registrati in pochi istanti.