Usa, Obama attacca Trump: governa in modo incompetente e meschino

Mondo

L’ex presidente si schiera contro il suo successore, accusandolo di governare in modo “disorganizzato. Il suo approccio è un pericolo esistenziale per i valori dell’America”. Intanto tafferugli tra polizia e manifestanti a Phoenix, in Arizona, dove Trump ha tenuto un discorso davanti a un gruppo di circa tremila persone. Dal palco il tycoon dice: se a novembre Joe Biden vincerà le presidenziali americane "questo Paese sarà un disastro”

Negli Usa, entra nel vivo la corsa alla Casa Bianca per le elezioni presidenziali di novembre. Nel duello a distanza che vedrà opposti Donald Trump e Joe Biden, è intervenuto l’ex presidente dem Barack Obama che ha lanciato un durissimo attacco al suo successore repubblicano. Intervenendo a una raccolta fondi virtuale a favore di Biden, la sua prima apparizione a fianco di colui che fu il suo vice, Obama ha detto che il modo di governare del tycoon è "incompetente, disorganizzato e meschino". Un approccio che rappresenta "un pericolo esistenziale per i valori dell'America", ha aggiunto l'ex presidente statunitense. Intanto a Phoenix ci sono stati tafferugli tra polizia e manifestanti durante un comizio di Trump. Il presidente ha detto che se vincesse Biden porterebbe l’America al disastro.

Obama attacca Trump

leggi anche

Usa 2020, John Bolton attacca Trump e annuncia: “Voterò Biden”

Obama gode ancora di enorme popolarità tra la base dei democratici, e la sua presenza ha fruttato alle casse della campagna di Biden già oltre 7,6 milioni di dollari, di cui 4 milioni versati da circa 120mila persone ancor prima che iniziasse l'evento di raccolta fondi. L'ex presidente ha quindi accusato Trump di minare le fondamenta del Paese: "Con il mio predecessore - ha affermato riferendosi a George W.Bush - non ero d'accordo su tantissime cose, ma lui aveva una grande considerazione per lo stato di diritto e per l'importanza delle nostre istituzioni. Quello che abbiamo visto negli ultimi anni è una Casa Bianca sostenuta dai repubblicani in Congresso che ha messo in discussione le reali fondamenta di chi noi siamo e dovremmo essere". Obama - citando le critiche sulla gestione della pandemia, la linea dura in materia di immigrazione e il tentativo di politicizzare la giustizia - si è detto quindi "fiducioso e ottimista che soprattutto gli elettori più giovani voteranno per mandare via Trump dalla Casa Bianca”.

Proteste contro Trump, tafferugli a Phoenix

leggi anche

Trump e il flop a Tulsa, l'ipotesi di uno scherzo nato su Tik Tok

Intanto Donald Trump ha tenuto un discorso davanti a un gruppo di circa tremila persone alla Dream City Church a Phoenix, in Arizona. Si sono verificati tafferugli tra polizia e centinaia di manifestanti. Di fronte a una protesta crescente gli agenti hanno usato granate stordenti per disperdere la folla (IL FLOP A TULSA).

Trump: se vince Biden porterà America al disastro

Parlando a Phoenix, Trump ha detto che se a novembre Joe Biden vincerà le presidenziali americane "questo Paese sarà un disastro”. Il tycoon ha accusato i democratici di voler paralizzare il Paese per la pandemia per danneggiare l'economia e vincere le elezioni. Poi ha quindi sottolineato come Biden sia in mano alla "sinistra radicale che odia la nostra storia e nostri valori e odia tutto ciò che rende orgogliosa l'America". Trump ha quindi chiamato nuovamente il coronavirus “kung flu”.

Mondo: I più letti