Atlanta, l’autopsia su Rayshard Brooks: morto per due colpi di arma da fuoco alla schiena

Mondo
©Ansa

Secondo l’autopsia, i proiettili che hanno raggiunto il 27enne afroamericano hanno danneggiato alcuni organi e provocato un’emorragia e sono la causa del decesso. Secondo i media americani, il poliziotto che ha sparato rischia l'accusa di omicidio o di concorso in omicidio. Le proteste contro il razzismo proseguono in tutti gli Stati Uniti

Rayshard Brooks, il 27enne afroamericano ucciso dalla polizia ad Atlanta nella notte tra il 12 e il 13 giugno, è morto dopo essere stato colpito alla schiena da due spari. Lo ha rivelato l’autopsia, da cui è emerso che la causa del decesso del ragazzo sono quindi proprio i colpi di arma da fuoco di uno degli agenti, che hanno causato danni ad alcuni organi e un’emorragia. Il medico legale, di conseguenza, ha definito il caso come un omicidio. Intanto i media americani, citando alcune fonti, riportano che il poliziotto che ha sparato a Brooks rischia l'accusa di omicidio o di concorso in omicidio.

Manifestazioni in tutti gli Stati Uniti, bloccato il Bay Bridge

approfondimento

Atlanta, proteste per morte afroamericano Rayshard Brooks. FOTO

In tutti gli Stati Uniti continuano le manifestazioni contro il razzismo e l'uso eccessivo della forza da parte della polizia, scoppiate a fine maggio dopo la morte di George Floyd. A San Francisco i manifestanti hanno bloccato il Bay Bridge, mentre a Los Angeles migliaia di persone hanno protestato a Hollywood e, a farne le spese, è stata la stella di Donald Trump ancora una volta sfregiata. Strade invase dai dimostranti anche a New York e Los Angeles.

Mondo: I più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24

Fai login per ottenere il meglio subito.

Accedi con il tuo Sky ID o registrati in pochi istanti.