Elezioni Usa 2020, Twitter “corregge” post di Trump. Il tycoon minaccia di chiudere social

Mondo

Il social network ha segnalato due tweet in cui il presidente parla di rischio frode riguardo l’ipotesi del voto via posta per le presidenziali a causa del coronavirus. Sotto i due messaggi è comparso un avviso che invita a “verificare i fatti” spiegando che le affermazioni sono prive di fondamento secondo diversi media. “Sopprimono la libertà di parola”, accusa l’inquilino della Casa Bianca, che minaccia: "Facciamo regolamenti o chiudiamo i social"

È scontro tra Twitter e il presidente degli Stati Uniti Donald Trump, dopo che il social network ha “corretto” due tweet del tycoon - dedicati al tema del voto per posta - segnalandoli con l'avviso di “verificare i fatti” e un link in cui si spiega che le sue dichiarazioni sono prive di fondamento secondo diversi media tra cui la Cnn e il Washington Post. "Twitter sta completamente sopprimendo la libertà di parola", ha attaccato l’inquilino della Casa Bianca. E in un altro tweet ha aggiunto: "I repubblicani sentono che le piattaforme dei social media mettono completamente a tacere le voci dei conservatori. Faremo dei regolamenti oppure li chiudiamo, perché non possiamo permettere che questo accada".

Twitter: “Informazioni potenzialmente fuorvianti”

approfondimento

Coronavirus Usa, le prime immagini di Trump con la mascherina. FOTO

I due tweet di Trump segnalati dalla piattaforma evocano il rischio di frode elettorale dopo che il governatore della California, Gavin Newsom, e altri suoi colleghi democratici hanno introdotto o stanno valutando per le elezioni presidenziali di novembre la possibilità del voto per posta a causa del coronavirus (GLI AGGIORNAMENTI LIVE - LO SPECIALE). Secondo un portavoce di Twitter, i post in questione “contengono informazioni potenzialmente fuorvianti sui processi di voto e sono stati contrassegnati per fornire un contesto aggiuntivo".

Trump: “Twitter sta interferendo nelle elezioni presidenziali”

approfondimento

Donald Trump: il tycoon presidente

Furiosa la reazione di Trump, che ha reagito sfogandosi proprio su Twitter con i suoi 80 milioni di follower: “Twitter sta interferendo nelle elezioni presidenziali 2020. Stanno dicendo che la mia dichiarazione sul voto per posta, che porterà a una massiccia corruzione e alla frode, non è corretta, basandosi sul fact-checking delle Fake News Cnn e del Washington Post - ha scritto il tycoon - Twitter sta completamente sopprimendo la libertà di parola ed io, come presidente, non consentirò che accada!".

Il precedente

approfondimento

Chi è Joe Biden, l'ex vicepresidente destinato a sfidare Trump

La scelta di Twitter di “correggere” i due post del presidente è una novità: l’azienda finora aveva sostenuto di non poter rimuovere o censurare i leader politici perché l'opinione pubblica ha il diritto di conoscere e valutare ogni loro dichiarazione. Una decisione che arriva poche ore dopo che la stessa società si era rifiutata di cancellare i tweet in cui il presidente rilanciava la teoria secondo cui l'ex deputato e ora conduttore di Msnbc, Joe Scarborough, molto critico nei suoi confronti, potrebbe aver giocato un ruolo nella morte nel 2001 di una ex collaboratrice parlamentare, Lori Klausutis. La richiesta di rimuovere i post sull’argomento era arrivata dal vedovo della donna.

Mondo: I più letti