Usa 2020, Kamala Harris appoggia Joe Biden: "Non c'è nessuno più preparato di lui"

Mondo

La senatrice della California ex candidata alla Casa Bianca ha dato il suo sostegno all'ex vice presidente così come hanno già fatto altri democratici, da Bloomberg a Buttigieg. Sanders, che incassa l'appoggio del reverendo Jesse Jackson, attacca: "Costretti a ritiro"

Kamala Harris, la senatrice della California ex candidata alla Casa Bianca, ha deciso di dare il suo sostegno a Joe Biden. Per l'ex vice presidente si tratta di un importante appoggio che, per di più, arriva a pochi giorni dal voto in sei Stati previsto per il 10 marzo. Nei giorni scorsi, a Biden era arrivato anche l'appoggio di Pete Buttigieg. "L'establishment democratica ha costretto" Buttigieg e Klobuchar a ritirarsi dalla corsa, ha attaccato lo sfidante Bernie Sanders.

Molti i democratici schierati con Biden

"Non c'è nessuno più preparato di Joe per riportare onore e decenza nello Studio Ovale", ha affermato Harris impegnandosi a fare tutto quello che è in suo potere per aiutare l’ex vice di Barack Obama in vista delle elezioni americane. La senatrice, che è ritenuta da molti la possibile numero due di Biden, è solo l'ultima di una lunga serie di democratici che sono scesi in campo a favore del candidato alla Casa Bianca. Nell'ultima settimana lo hanno fatto anche Michael Bloomberg, Pete Buttigieg, Amy Klobuchar e Beto O'Rourke. Ora l’attenzione si sposta su Elizabeth Warren: la senatrice si è ritirata dalla corsa alla Casa Bianca e si è presa del tempo per decidere chi appoggiare.

Sanders riceve sostegno del reverendo Jesse Jackson

I ritiri degli ex rivali non sono andati giù a Sanders. "Mi sono costati il Maine, il Massachusetts e il Minnesota" al Super Tuesday, ha detto il senatore del Vermont in un'intervista a Nbc. Ha incassato, però, il sostegno del leader dei diritti civili e reverendo Jesse Jackson. "Con l'eccezione dei nativi americani, gli afroamericani sono la categoria rimasta più indietro negli Stati Uniti sia da un punto di vista sociale sia da un punto di vista economico. E chi è indietro non può recuperare scegliendo una strada moderata. La strada progressista di Bernie Sanders è quella che ci offre le chance migliori", ha detto Jackson. Lo stesso Sanders, intanto, ha fatto sapere di non essere intenzionato ad abbandonare la campagna elettorale nel caso di una sconfitta in Michigan (dove ci sono in palio 125 delegati), nel voto del 10 marzo.

Mondo: I più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24

Fai login per ottenere il meglio subito.

Accedi con il tuo Sky ID o registrati in pochi istanti.