Usa 2020, è flop per Bloomberg nel Super Tuesday: il miliardario ora valuta il ritiro

Mondo

L'ex sindaco di New York delude le aspettative anche in Virginia e Arkansas, gli stati su cui aveva puntato di più, nonostante una campagna elettorale faraonica. Ora con il suo staff valuta il futuro della sua candidatura. Trump: "È il vero perdente della serata"

È flop per Michael Bloomberg nel Super Tuesday (GLI AGGIORNAMENTI - LE FOTO): l'ex sindaco di New York delude ampiamente le aspettative e ora valuta il ritiro dalla campagna delle primarie democratiche. Nonostante una spesa di oltre 500 milioni di dollari per la propria campagna elettorale Bloomberg (CHI È) non riesce a imporsi nemmeno in Virginia e Arkansas, gli stati su cui più aveva scommesso, che gli preferiscono Joe Biden, e non va meglio neanche negli altri stati dove la performance del miliardario è più che deludente. Bloomberg riesce a imporsi solo nelle piccole Samoa americane, un piccolissimo premio di consolazione che non basta a salvarlo dal flop. Il risultato non sfugge a Donald Trump, che da mesi utilizza per lui il nomignolo “Mini Mike” per prenderlo in giro. "È il vero perdente della serata. Ha buttato via 700 milioni per niente. Le uniche cose che ha ottenuto sono il soprannome 'Mini Mike' e la totale distruzione della sua reputazione", ha twittato il tycoon.

Ora Bloomberg valuta il ritiro

Davanti ai suoi sostenitori Bloomberg ha ostentato sicurezza. "Non importa quanti delegati vinceremo stasera, quello che importa è che abbiamo fatto quello che nessuno pensava fosse possibile: in soli tre mesi siamo passati dall'1% a essere uno dei candidati possibili per la nomination democratica", dice. Ma in ogni caso Bloomberg valuterà il futuro della sua campagna elettorale insieme al suo staff nelle prossime ore, e non è escluso che getti la spugna e si ritiri dalla corsa. Per l'ex sindaco di New York, che finora non aveva mai perso una elezione a cui aveva partecipato, si tratta di una sconfitta che brucia.

Il ritiro di Buttigieg e Klobuchar mette le ali a Biden

I presupposti della sconfitta di Bloomberg si sono venuti a creare nelle ultime giornate con il ritiro dalla corsa alla Casa Bianca di Pete Buttigieg e Amy Klobuchar e il confluire dei loro voti su Joe Biden. Una catena di eventi imprevista e non ipotizzata quando Bloomberg ha deciso di scendere in campo solo tre mesi fa. Ma che ha cambiato radicalmente la dinamica della campagna elettorale, mettendo le ali all'ex vice presidente e frenando la marcia di Bernie Sanders verso la nomination. 

Mondo: I più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24