Coronavirus, "isolare alunni che tornano da Cina": la richiesta di 4 regioni del Nord

Veneto, Lombardia, Friuli e Trentino Alto Adige chiedono che il periodo di isolamento per chi rientra dalla Cina sia applicato anche agli studenti. Paziente irlandese ricoverato allo Spallanzani in condizioni compromesse: negativo al virus cinese. Conte: "No a psicosi"

1 nuovo post
I numeri dell'epidemia: 530 persone guarite, 414 i morti  (I SINTOMI - LE COSE DA SAPERE - LA MAPPA DEL CONTAGIO). In Cina il maggior numero di malati: 17.306 su un totale globale arrivato a quota 17.489. In tutto sono 27 i Paesi coinvolti: il più colpito resta il Giappone, con 20 casi confermati. Seguono la Thailandia, Singapore, Hong Kong, Corea del Sud, Australia e Stati Uniti. Il primo Paese europeo nella classifica è la Germania, con 10 casi, seguita dalla Francia (6) e dall'Italia, con i suoi due turisti cinesi ricoverati allo Spallanzani.  (IL VADEMECUM DEI MEDICI
 
I governatori di Veneto, Lombardia, Friuli Venezia Giulia e Trentino Alto Adige hanno scritto una lettera al ministero della Sanità chiedendo che il periodo di isolamento previsto per chi rientra dalla Cina sia applicato anche ai bambini che frequentano le scuole. (IL VADEMECUM DEI MEDICI). Intanto, sono rientrati dalla Cina i 56 cittadini italiani: atterrati a Pratica di Mare, sono stati trasferiti all'interno della città Militare della Cecchignola a Roma, dove rimarranno in quarantena per 15 giorni. Le loro condizioni sono buone (LE FOTO - LE TAPPE DEL RIENTRO). Un ragazzo italiano di 17 è invece rimasto in Cina, aveva la febbre. Un paziente straniero è arrivato nella tarda serata di ieri all'ospedale Spallanzani di Roma "in condizioni compromesse e attualmente si trova in rianimazione". All'ospedale Spallanzani di Roma è stato isolato il coronavirus e i dati saranno a disposizione della comunità internazionale per aprire la strada a nuovi test di diagnosi e vaccini (CHI SONO LE RICERCATRICI CHE HANNO ISOLATO IL VIRUS).
- di Redazione Sky TG24

Il live blog finisce qui. Se volete rimanere aggiornati sulle ultime notizie, SEGUI LA NUOVA DIRETTA
- di Cecilia.MUSSI

I decessi in Cina

 
Il bilancio aggiornato dei decessi per coronavirus in Cina è di 425, di questi 414 solo nella provincia di Hubei, focolaio dell'epidemia. I nuovi casi di contagio sono 2.345.
- di Cecilia.MUSSI

I numeri del bilancio ufficiale

 
Sono 53 nuovi decessi nelle ultime 24 ore. Lo riferisce la tv di Stato cinese. I nuovi casi di contagio sono 2.345.
- di Cecilia.MUSSI

Il bilancio ufficiale

 
Sale a 414 morti il numero di vittime provocate in tutto il mondo dal coronavirus. Lo riferisce la televisione Cnbc.
- di Cecilia.MUSSI

Conte chiama la politica: "No alla psicosi"

 
 
- di Cecilia.MUSSI

A Napoli, tra paure e pregiudizi sul coronavirus

 
 
- di Cecilia.MUSSI

Gualtieri: "Aspetto economico seguito con attenzione"

 
È presto per quale sarà l'impatto dell'epidemia di coronavirus sull'economia, "lo valuteremo". Lo ha detto il ministro dell'Economia, Roberto Gualtieri, intervistato a 'Quarta Repubblica' su Rete 4. "Noi seguiamo con attenzione anche questo aspetto economico del coronavirus, valuteremo", ha spiegato. E ha sottolineato: "Abbiamo il precedente della Sars che ebbe qualche decimale di impatto sull'economia mondiale che poi fu riassorbito". "Sono orgoglioso di quanto fatta dalla sanita' italiana", ha concluso.  
- di Cecilia.MUSSI

G7  vuole coordinarsi 'per quanto possibile' sul virus

 
I ministri della salute dei Paesi del G7 hanno convenuto di coordinarsi "per quanto possibile nei consigli di viaggio e le misure di prevenzione" del coronavirus. Lo ha detto il ministro tedesco, Jens Spahn, dopo una teleconferenza tenuta oggi. Questo coordinamento deve essere applicato anche "nella ricerca su questo nuovo virus e nella cooperazione con l'Organizzazione mondiale della sanita', la Ue e la Cina", ha aggiunto il ministro in un comunicato. Spahn deve recarsi domani a Londra per colloqui con il suo omologo britannico Matt Hancock e successivamente a Parigi per un incontro con il ministro francese della Salute, Agne's Buzyn. "Il mio obiettivo e' che reagiamo in modo deciso ma anche appropriato", aggiunge Spahn, sottolineando che "un virus non conosce ne' frontiere ne' nazionalità".  
- di Cecilia.MUSSI
   center no-repeat #999999;cursor:pointer;top:-8px; border-radius: 2px;">↵
- di Cecilia.MUSSI

Goldman, coronavirus pesa su pil mondo fino a 0,3% 

 
Il coronavirus rallenterà la crescita mondiale nel 2020, pesando fino a 0,3 punti percentuali. Lo prevede Goldman Sachs. Con la revisione al ribasso, Goldman Sachs stima ora che la crescita mondiale si attesterà al 3,25% quest'anno, in leggero aumento rispetto al 3,1% del 2019. "L'impatto di breve termine è forte. Cosa accadra' per il resto del 2020 dipenderà da quanto velocemente l'episodio sara' messo sotto controllo" afferma il capo economista Jan Hatzius. 
- di Cecilia.MUSSI

Lega a Conte: "Non solo porti, chiudere Schengen"

 
Non bastano i porti ma controllare anche frontiere terra. Lo ha chiesto la Lega, secondo quanto si apprende da ambienti della maggioranza e dell'opposizione, al vertice con il premier Giuseppe Conte. "I controlli a tutela dei nostri cittadini sono essenziali", avrebbe detto Eugenio Zoffili, presidente della commissione bicamerale Schengen al premier, auspicando un intervento. Zoffili ha gia' convocato il ministro della Sanita', Roberto Speranza, per un'audizione in commissione. 
- di Cecilia.MUSSI

Sindaco, sassaiola a Frosinone? Notizia falsa

 
"La notizia circolata e pubblicata in queste ore, relativa ad una fantomatica sassaiola di cui sarebbero stati vittime alcuni studenti cinesi dell'Accademia di Belle Arti oltre ad essere assolutamente falsa, risulta il frutto della bassezza di livello a cui alcuni insegnanti, fortunatamente una esigua minoranza, giungono oggi, nella ricerca di pubblicità gratuita, anziché dedicarsi alla didattica e agli insegnamenti etici". Lo afferma il sindaco di Frosinone Nicola Ottaviani, in una nota stampa diramata in serata. 
- di Redazione Sky TG24

Conte: valutiamo misure a sostegno imprese 

 
"Stiamo creando una task force con i ministri competenti per varare una serie di misure di contrasto all'impatto economico dell'emergenza corona virus. Dobbiamo intervenire per contenere questo impatto. Quando avremo completato una ricognizione della situazione attuale e avremo una previsione più chiara potremo adottare le misure di sostengo alle nostre imprese con riguardo ai settori più direttamente
coinvolti". E' quanto ha detto il premier Giuseppe Conte, a quanto si apprende, all'incontro con i capigruppo sull'emergenza Coronavirus. 
- di Redazione Sky TG24

Guterres: bisogna evitare stigmatizzazioni

 
"In questo momento di forte ansia dobbiamo evitare stigmatizzazioni e discriminazioni ed essere uniti con solidarietà e compassione". Lo ha detto il segretario generale dell'Onu Antonio Guterres sul coronavirus, esortando il mondo intero a "seguire i consigli dell'Oms basati su scienza e fatti". 
- di Redazione Sky TG24

Rimpatriati da Wuhan 31 algerini e 10 tunisini
 

Trentuno cittadini algerini, 10 tunisini, 4 mauritani e 3 libici sono stati evacuati da Wuhan con un volo dell'Air Algerie atterrato nel pomeriggio di oggi ad Algeri. L'evacuazione e' stata effettuata seguendo le istruzioni del presidente algerino Abdelmadjid Tebboune, che ha risposto positivamente alle richieste dei paesi i cui cittadini erano bloccati in Cina, secondo quanto riportato dall'agenzia di stampa algerina Aps. Subito dopo essere atterrati ad Algeri, i 10 cittadini tunisini sono stati riportati in patria con un volo militare messo a disposizione dal governo tunisino. Dopo essere stati sottoposti ad esami medici, sono stati portati in una struttura ove passeranno il periodo di quarantena per ricevere la supervisione medica richiesta nel periodo di incubazione di 14 giorni. "Nessun sospetto caso di infezione da virus e' stato rilevato tra i cittadini tunisini provenienti da Wuhan", afferma la nota del governo di Tunisi.
- di Cecilia.MUSSI

Rimpatriati i 56 italiani: scattata la quarantena 

 
 
- di Cecilia.MUSSI

Speranza ai partiti: "Il Paese sia unito"
 

"Il Paese sia unito. Davanti a queste sfide non ci possono essere divisioni". Lo ha detto, a quanto si apprende, il ministro della Salute Roberto Speranza al tavolo di Palazzo Chigi con i rappresentanti di maggioranza e opposizione sul Coronavirus.
- di Cecilia.MUSSI

Mondo: I più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24

Fai login per ottenere il meglio subito.

Accedi con il tuo Sky ID o registrati in pochi istanti.