Esplora Sky TG24, Sky Sport, Sky Video

Incidente nucleare in Russia, valori radiazioni 16 volte sopra la norma dopo l'esplosione

Russia, funerali vittime di esplosione nucleare

3' di lettura

I dati vengono rivelati dall'agenzia Tass che cita l'agenzia metereologica di Stato. Nel frattempo, si sono svolti i funerali di alcuni degli ingegneri morti nell’esplosione avvenuta durante un test missilistico su una piattaforma in mare

Il livello delle radiazioni nella città russa di Severodvinsk sarebbe cresciuto di 16 volte lo scorso 8 agosto, dopo l’esplosione nella base militare. Lo rivela l’agenzia di stampa Tass, citando l’agenzia metereologica russa Rosgidromet. Nell’incidente – che stando a quanto riferiscono le autorità sarebbe avvenuto durante un test missilistico su una piattaforma marittima – sono morte sette persone (inizialmente si era parlato di due morti). Ieri si sono svolti i funerali di cinque ingegneri rimasti uccisi: alla funzione hanno partecipato migliaia di persone (COSA SAPPIAMO FINORA SULL'INCIDENTE).

Voci di un'evacuazione poi smentite

In giornata si è diffusa la voce secondo cui le autorità avrebbero raccomandato ai residenti della vicina Nyonoksa di lasciare il villaggio a partire dal 14 agosto, mentre vengono effettuate le operazioni di messa in sicurezza del sito. Ma nel pomeriggio il governatore della regione di Arkhangelsk, Igor Orlov, ha dichiarato a Interfax che la notizia dell'evacuazione "è errata".  "Questo è assurdo, non c'è nessuna evacuazione", ha detto Orlov, bensì "misure di routine in corso" previste per tali casi. 

La questione delle radiazioni

Appena dopo l’incidente, il ministro della difesa russo aveva minimizzato circa la pericolosità delle radiazioni, assicurando che i livelli erano rimasti “nella norma”. Fin da subito però, le autorità locali di Severodvinsk avevano parlato di un picco temporaneo nelle rilevazioni radioattive, mentre secondo Greenpeace i livelli erano cresciuti di almeno 20 volte. Ora, l’agenzia metereologica di stato parla di un aumento di 16 volte. Oltre alla preoccupazione per le radiazioni, la vicenda ha sollevato non poche domande sui test nucleari effettuati dalla Russia e si specula su un possibile programma segreto di armi.

I medici inviati a Mosca per accertamenti

L'agenzia Tass - citando anonime fonti mediche - riporta inoltre che i dottori che hanno curato le vittime dell'incidente nucleare sono stati mandati a Mosca per alcuni esami clinici. Secondo le fonti, ai medici sarebbe stato chiesto di firmare un accordo per mantenere il riserbo su quanto accaduto nell'incidente. 

Gli ingegneri morti come “veri eroi”

Nel frattempo, gli ingegneri morti nell’esplosione sono stati sepolti a Sarov, città che ospita il principale centro di ricerca russo sulle armi nucleari, dove lavoravano. La Rosatom, industria nucleare controllata dallo Stato, ha fatto sapere che le vittime stavano lavorando su una piattaforma marina ad un test missilistico quando è avvenuta l’esplosione che li ha uccisi. Il direttore della Rosatom, Alexei Likhachev, ha parlato delle vittime come dei “veri eroi” e “l’orgoglio del nostro Paese”.

Trump: "Stiamo acquisendo informazioni su esplosione missile"

Gli Stati Uniti, invece, stanno acquisendo delle informazioni sull'esplosione del missile. Lo fa sapere il presidente Usa Donald Trump su Twitter. "Abbiamo una tecnologia simile, anche se più avanzata. L'esplosione 'Skyfall' russa ha creato preoccupazione per la qualità dell'aria vicino all'impianto e molto più in là. Non è un bene!", scrive.

Data ultima modifica 13 agosto 2019 ore 17:45

Leggi tutto
Prossimo articolo
Segui Sky TG24 sui social:

SCELTI PER TE

    Aggiungi Sky TG24 al tuo Homescreen

    Clicca l'icona e seleziona

    "Aggiungi a Schermata Home"

    Aggiungi Sky TG24 al tuo Homescreen

    Clicca l'icona e seleziona

    "Aggiungi a Home"