Esplora Sky TG24, Sky Sport, Sky Video

Emiliano Sala, nuova tragedia: è morto il padre, stroncato da un infarto

I titoli delle 8 di Sky TG24 del 26/04

3' di lettura

Horacio Sala è deceduto in seguito a un attacco di cuore. A gennaio la morte del figlio, calciatore del Cardiff City, scomparso in un incidente aereo sul Canale della Manica

Un’altra tragedia sconvolge la famiglia di Emiliano Sala. A pochi mesi dalla morte del calciatore, scomparso in un incidente aereo (la ricostruzione di quanto accaduto, ndr), è morto anche il padre, Horacio Sala. Aveva 58 anni e, secondo quanto riportano i media argentini (tra cui il Clarìn), a stroncarlo sarebbe stato un infarto. (LA FOTOSTORIA DI EMILIANO SALA)

La conferma del sindaco di Progreso

A confermare la morte del padre di Sala anche il sindaco di Progreso, piccolo comune argentino in cui viveva la famiglia Sala e dove si sono celebrati, lo scorso 16 febbraio, i funerali di Emiliano. Julio Muller, che era amico di Horacio, ha raccontato come ha appreso la notizia: "Alle 5 del mattino, mi ha chiamato la sua compagna. Quando sono arrivato, lei era distrutta accanto al corpo del suo uomo, che i medici non hanno potuto salvare. Horacio non ha mai superato la morte di Emiliano".
 

Nella foto Horacio Sala (Ansa)

L'ultimo messaggio di Emiliano al papà

Troppo forte il dolore per l’uomo, che nei giorni della scomparsa del figlio si era battuto affinché le ricerche del velivolo non si fermassero (qui una sua intervista in tv). Horacio Sala era stato anche tra i destinatari del messaggio audio su Whatsapp di Emiliano, messaggio in cui esprimeva la sua preoccupazione per quel volo: "Ragazzi, sono in aereo, sembra che stia per cadere a pezzi... se fra un'ora e mezzo non ci saranno mie notizie, non so neppure se manderanno qualcuno a cercarmi, perché non mi ritroveranno, ma voi lo saprete. Papà, ho una paura...".

L'incidente a gennaio sul Canale della Manica

Emiliano Sala, nato nella provincia di Santa Fè in Argentina nel 1990, era stato ceduto nella sessione del mercato invernale di gennaio dal Nantes ai gallesi del Cardiff. Dopo l'ufficializzazione del trasferimento, il 21 gennaio si imbarca dall'aeroporto di Nantes-Atlantique verso il Regno Unito con un piccolo velivolo privato che, però, non arriverà mai a destinazione. Del piper, infatti, si perdono le tracce.

L'identificazione del corpo di Emiliano

Il corpo di Emiliano Sala viene trovato e identificato all'inizio del mese di febbraio. Circa due settimane più tardi, il 26 febbraio, le autorità pubblicano le foto del relitto e dettagli del ritrovamento. Dall'analisi delle immagini del relitto localizzato nel Canale della Manica si prova a ricostruire l'accaduto: l'aereo su cui viaggiava Emiliano Sala sarebbe precipitato per centinaia di metri in appena 20 secondi, dopo aver compiuto una virata di 180 gradi. I resti vengono, infatti, trovati a 30 metri dalla posizione dove le ultime letture radar lo avevano localizzato in cielo, a un'altitudine di 500 metri circa. Secondo gli investigatori, la poca distanza sarebbe un segnale del fatto che il velivolo è precipitato quasi verticalmente. 

Leggi tutto
Prossimo articolo
Segui Sky TG24 sui social:

SCELTI PER TE

    Aggiungi Sky TG24 al tuo Homescreen

    Clicca l'icona e seleziona

    "Aggiungi a Schermata Home"

    Aggiungi Sky TG24 al tuo Homescreen

    Clicca l'icona e seleziona

    "Aggiungi a Home"