Appassionato di armi distrugge suo fucile dopo strage Florida. VIDEO

2' di lettura

Lo statunitense Scott-Dani Pappalardo ha caricato il filmato sui social e ha spiegato di aver distrutto l'AR-15 perché "la vita di una persona vale di più" del diritto di possedere armi

Coltiva una passione pluridecennale per le armi e il tiro al bersaglio ma, a seguito della strage avvenuta al liceo Marjory Stoneman Douglas, in Florida, ha deciso di distruggere il suo fucile che possedeva da 30 anni. È successo nello stato di New York, dove Scott-Dani Pappalardo si è filmato in un video caricato poi su Facebook, mentre taglia la canna del suo AR-15. "Pensateci un attimo – dichiara nel video Pappalardo – il diritto di possedere un'arma vale più di una vita umana? Guardate le foto delle vittime e rispondete".

Lo stesso fucile utilizzato dall'autore della strage

Nel video Scott-Dani Pappalardo, che dichiara essere da sempre un sostenitore del secondo emendamento, quello che garantisce "il diritto dei cittadini di detenere e portare armi da fuoco", imbraccia un AR-15, lo stesso fucile utilizzato da Nikolas Cruz, il ragazzo di 19 anni che mercoledì 14 febbraio ha compiuto una strage in un liceo della Florida provocando 17 morti e decine di feriti. Proprio a causa di questo avvenimento, Pappalardo ha cambiato idea in merito alla detenzione di armi e ha annunciato di voler "essere certo che il mio fucile non sarà mai in grado di uccidere una vita". Così nel video, dopo aver spiegato le sue ragioni, si alza e con una motosega taglia la canna dell’Ar-15.

Una sopravvissuta contesta Trump

Dopo la strage, sui social network, ha cominciato ad essere utilizzato sempre di più l’hashtag #One-less Gun, ossia un'arma in meno, e sono molti i video diventati virali che si esprimono contro il secondo emendamento e le politiche governative. Uno dei più famosi ritrae Emma Gonzales, una ragazza diciasettenne sopravvissuta alla strage, che durante un'intervista ha dichiarato: "Se il presidente degli Stati Uniti vuole venire qui e dirmi in faccia che questa è stata una tragedia terribile che non dovrebbe accadere mai più – ha spiegato la studentessa alla Cnn – sarò felice di chiedergli quante donazioni ha ricevuto dalla National Rifle Association", la potente lobby statunitense delle armi.

Leggi tutto
Prossimo articolo

SCELTI PER TE

    Aggiungi Sky TG24 al tuo Homescreen

    Clicca l'icona e seleziona

    "Aggiungi a Schermata Home"

    Aggiungi Sky TG24 al tuo Homescreen

    Clicca l'icona e seleziona

    "Aggiungi a Home"