Strage Florida: chi è Nikolas Cruz, il killer del liceo di Parkland

Nikolas Cruz, l'autore della strage in un liceo della Florida
4' di lettura

Il 19enne autore della sparatoria nella scuola da cui era stato cacciato è accusato di 17 omicidi premeditati. In passato è stato in cura per problemi psichiatrici. Smentita l'adesione a un gruppo suprematista. Sui social postava immagini di armi e commenti violenti

Un ragazzo violento, con un passato di problemi psichiatrici. Sono questi alcuni dei tratti distintivi di Nikolas Cruz, l'autore della strage in un liceo di Parkland, in Florida, nella quale sono state uccise 17 persone. Il killer, sotto accusa per 17 omicidi premeditati, era solito scrivere commenti violenti sui social network e sul web. E in più di un'occasione ha postato sue immagini mentre imbracciava armi come quelle usate nel liceo da cui era stato allontanato. Smentito invece dalle forze dell'ordine il legame con un gruppo di suprematisti bianchi in precedenza affermato dal leader di una milizia nazionalista bianca.

"Curato in clinica psichiatrica"

Nikolas Cruz è stato descritto da molte persone che lo conoscevano come un ragazzo "molto disturbato", mentre Beam Furr, sindaco della contea di Broward, ha riferito alla Cnn che l'ex studente era stato curato per un certo periodo in una clinica psichiatrica dove però non era più tornato da oltre un anno.

Espulso per lite con fidanzato ex ragazza 

Cruz è stato espulso dal liceo che poi ha attaccato per una lite con il fidanzato della sua ex ragazza. In passato era stato anche violento con la ragazza, era ossessionato da lei quando è stato espulso.

Foto e commenti violenti sui social

Il 19enne autore della strage in Florida, appare in vari post su Instagram con delle armi in mano tra cui varie pistole e coltelli. Nei messaggi descrive l'atto dello sparare come "una terapia". Gli investigatori parlano di immagini e frasi "inquietanti", tra cui alcune in cui prende in giro i musulmani ma anche foto di animali uccisi violentemente. In quasi tutte le foto il giovane indossa una maglietta nera e una sciarpa che copre parte del suo viso per celare l'identità. "Qualunque cosa postava era sulle armi. È malato", ha raccontato un suo ex compagno di classe, mentre altri affermano che Nikolas andava a scuola sempre armato.

La minaccia non ascoltata

L'Fbi era stata avvisata lo scorso settembre da un blogger della presenza su Youtube di un commento inquietante lasciato su uno dei suoi video da un utente chiamato Nikolas Cruz, come l'autore della strage: "Diventerò un professionista di stragi scolastiche". Ci fu una segnalazione ma il Bureau non condivise con la polizia locale le informazioni sulle minacce online, second quanto riferito dalla Cnn.

Come ha agito

Nikolas Cruz ha compiuto la strage nel liceo della Florida con un fucile d'assalto semi automatico AR-15 comprato legalmente ed era equipaggiato con una maschera a gas, bombe fumogene e molti caricatori. Per compiere la sua strage avrebbe azionato l'allarme anti incendio nella sua ex scuola per far uscire dalle classi alunni e docenti e aumentare il numero delle vittime. Dopo aver sparato, si sarebbe confuso tra le centinaia di ragazzi che scappavano. La polizia lo ha catturato nelle vicinanze dopo averlo identificato dai video del sistema di sorveglianza della scuola.

Leggi tutto
Prossimo articolo