Covid, in Lombardia 851 contagi su 44.047 tamponi

Lombardia
©Ansa

Il tasso di positività è all'1,9%. Le persone ricoverate in terapia intensiva sono 99 (+8), quelle negli altri reparti sono 817 (+28)

Il nuovo LIVE con tutti gli aggiornamenti di oggi in Lombardia

 

Con 44.047 tamponi effettuati è di 851 il numero di nuovi casi di Covid registrati in Lombardia, con un tasso di positività all'1,9%. Le persone ricoverate in terapia intensiva sono 99 (+8), quelle negli altri reparti sono 817 (+28). Sono 8 i decessi che portano il totale a 34.357 morti da inizio pandemia. 

Per quanto riguarda i vaccini in Lombardia, in regione "alla fine di questa settimana dovremmo riuscire ad arrivare all'obiettivo di 100mila somministrazioni di dosi di vaccino giornaliere". Lo ha detto Guido Bertolaso, consulente della campagna vaccinale della regione Lombardia, ai microfoni di Rtl 102.5

Nel frattempo, dopo Milano e altri comuni, anche il sindaco di Cremona ha firmato un'ordinanza che impone l'utilizzo della mascherina anche all'aperto dal primo dicembre fino al 15 gennaio nella fascia oraria compresa tra le 10 e le 22 nel centro storico (TUTTI GLI AGGIORNAMENTI - MAPPE E GRAFICI DEI CONTAGI IN ITALIA E NEL MONDO - I DATI DEI VACCINI IN ITALIA)

18:03 - In Lombardia 851 nuovi casi e 8 decessi

Con 44.047 tamponi effettuati è di 851 il numero di nuovi casi di Covid registrati in Lombardia, con un tasso di positività all'1,9%. Le persone ricoverate in terapia intensiva sono 99 (+8), quelle negli altri reparti sono 817 (+28). Sono 8 i decessi che portano il totale a 34.357 morti da inizio pandemia. Per quanto riguarda le province, sono 223 i positivi segnalati a Milano (di cui 86 a Milano città), 75 a Bergamo, 123 a Brescia, 58 a Como, 18 a Cremona, 16 a Lecco, 10 a Lodi, 38 a Mantova, 106 a Monza, 26 a Pavia, 11 a Sondrio e 115 a Varese.

17:08 - Vaccini, Bertolaso: “Settimana drammatica, ora nuovi centri”

"Quest'ultima settimana è stata drammatica perché siamo passati dal dover vaccinare 1,6 milioni di persone con la terza dose della categoria over 60 a oltre 5 milioni di persone nell'arco di 24 ore. Anche il sistema meglio organizzato si è trovato in difficoltà ma vedrete che nei prossimi giorni tutti avranno la possibilità di andare a vaccinarsi in altri centri nuovi", ha detto il responsabile della campagna vaccinale in Lombardia, Guido Bertolaso, intervenendo alla diretta social 'Stop ai dubbi' promossa dalla Regione Lombardia per parlare dei vaccini. "Ne stiamo aprendo uno bellissimo in una stazione della metropolitana nel centro di Milano. Stiamo aprendo altri 6 nuovi centri all'Esselunga e in altre strutture commerciali che apriranno tra 7-8 giorni e poi ci riserviamo delle chicche quando si apriranno le vaccinazioni per i bambini - ha aggiunto - Gli hub vaccinali di Milano non erano di proprietà di Bertolaso o della Regione ma erano di Fiera oppure dei grandi centri dove si fanno mostre esibizioni e spettacoli. Nel momento del lockdown, durante il quale nessuno guadagnava niente, queste fiere e questi centri erano disponibili". Bertolaso ha poi spiegato che "la Fabbrica del Vapore la stanno usando per fare spettacoli e avvenimenti a pagamento e quindi noi non possiamo più subentrare perché stanno lavorando. Abbiamo degli hub che abbiamo tenuto appositamente di riserva come il Palazzo delle Scintille che fino ad oggi ha lavorato a mezza velocità e oggi è stato completamente riaperto - ha concluso - . Abbiamo un altro hub alla Fiera di Milano che è pronto per riaprire. Man mano che vediamo aumentare le richieste di vaccinazioni noi apriamo le linee vaccinali che servono".

11:57 - Obbligo di mascherine in centro a Cremona 

Il sindaco di Cremona, Gianluca Galimberti, ha firmato questa mattina l'ordinanza che impone l'utilizzo della mascherina anche all'aperto dal primo dicembre fino al 15 gennaio nella fascia oraria compresa tra le 10 e le 22 sostanzialmente in tutto il centro storico. "Per continuare a 'restare aperti', per tutelare della salute personale e di tutti, per garanzia che le attività economiche possano continuare a vivere nella normalità, occorre vaccinarsi e rispettare le regole di sicurezza che ormai conosciamo, dalla mascherina al lavaggio delle mani. Lo facciamo per essere liberi e, responsabilmente, aiutare tutti ad esserlo", ha commentato il primo cittadino. Una stretta attesa, alla quale, d'intesa con il prefetto, Vito Danilo Gagliardi, potrebbero seguire provvedimenti identici già nel pomeriggio da parte del sindaco di Crema, Stefania Bonaldi e da altre Municipalità del territorio. Obiettivo chiaro: guardia alta e prevenzione in vista della festività natalizie, quando nei centri storici sono in programma eventi, mercatini, attività commerciali e di animazione e si attende un incremento dell'afflusso di gente. A Cremona l'inosservanza dell'obbligo dell'uso dei dispositivi di protezione comporterà una sanzione amministrativa da 400 a 3.000 euro.

11:35 - Vaccini, Sala: "Stiamo cercando di trovare spazi in città 

Regione Lombardia ha chiesto al Comune di Milano di utilizzare la Fabbrica del Vapore come spazio vaccinale "solo per il semplice motivo che avevamo firmato dei contratti e disdire i contratti sarebbe un problema. Stiamo verificando se troviamo altri spazi, cosa che stiamo cercando di fare". Lo ha spiegato il sindaco di Milano, Giuseppe Sala, parlando della messa a disposizione di spazi vaccinali da parte del Comune, a margine dell'inaugurazione dell'anno accademico della Humanitas University. "Non è semplice perché tutti ci siamo messi in una modalità di ripresa e quindi gli spazi sono occupati da tanti nuovi contratti. Vale per spazi pubblici come per i privati, come l'Hangar della Bicocca che era ampiamente disponibile ma ora le mostre stanno partendo - ha concluso - E' normale, capisco benissimo Bertolaso che sta cercando di forzare: devo dire che sta facendo un lavoro importante, quando serve, lui c'è".

11:33 - Procura Milano: "Pandemia 'tappo' a crisi imprese che esplode"

L'epidemia Covid, da un lato, "ha bloccato per un arco di tempo significativo le dichiarazioni di fallimento" e, dall'altro lato, "ha fatto da 'tappo' ad una situazione di crisi, che probabilmente si manifesterà nel corso del 2021". Lo scrive la Procura di Milano nel Bilancio di responsabilità sociale 2019-2020. Nel bilancio, firmato dall'ormai ex procuratore Francesco Greco, si ricordano, come al solito, anche le indagini sui reati fiscali portate avanti anche a carico dei 'colossi' del web, di concerto con l'Agenzia delle Entrate, che hanno consentito il "recupero di circa 5,6 miliardi di euro negli ultimi 3 anni, con un focus su alcuni settori specifici, quali quello della moda, quello siderurgico, la digital economy e quello finanziario". Risulta evidente, poi, si legge ancora, "che la pandemia, la crisi delle imprese, la crisi del mercato del lavoro, i finanziamenti pubblici e le forme alternative di 'finanziamento' alle società ed alle persone hanno moltiplicato i rischi di infiltrazione nelle imprese da parte della criminalità organizzata".

11:26 - Green pass, Sala: "Chiederò più forze per controlli su mezzi 

"C'è un incontro con il prefetto oggi pomeriggio, i controlli non possono che essere a campione ovviamente. Al di là del nostro personale chiederemo al prefetto di attivare più forze possibile per aiutare nei controlli". Lo ha detto il sindaco di Milano, Giuseppe Sala, parlando dei controlli che scatteranno dal 6 dicembre sui mezzi pubblici cittadini con l'entrata in vigore del super Green pass. "Quindi controlli a campione necessariamente - ha concluso - Pensate se dovessimo mettere i controlli alla salita di ogni bus, sarebbe un po' complesso".

11:20 - Sindaco Sala: "Non credo mascherine in altri luoghi città"

A Milano da sabato scorso è scattato l'obbligo di indossare le mascherine all'aperto in centro città e secondo il sindaco, Giuseppe Sala, quello appena passato "è stato un weekend educativo, abbiamo deciso di non multare e passeremo alle multe più avanti. Quello che mi hanno detto i responsabili dei vigili è che la stragrandissima maggioranza delle persone la mascherina ce l'aveva e quindi è stato un segno positivo", come ha spiegato a margine dell'inaugurazione dell'anno accademico 2021-2022 dell'Humanitas University. "Probabilmente Milano ha anticipato una tendenza: vedo, anche parlando con altri sindaci, che tutti si stanno preparando nelle aree affollate a mettere un analogo divieto. Ci sta nelle aree più affollate in queste festività di Natale". Ai giornalisti che gli hanno chiesto se l'obbligo di indossare la mascherina all'aperto sarà esteso anche in altre zone della città Sala ha risposto, "non credo. Ma questo dipenderà dall'evoluzione della pandemia. Noi abbiamo messo questa misura precauzionale laddove ci sarà più affollamento per lo shopping natalizio". Inoltre il Comune ha preso altri provvedimenti per evitare assembramenti nelle feste natalizie. "Per esempio, non ci siamo sentiti di non fare l'albero ma abbiamo deciso di non fare il concerto in piazza Duomo - ha concluso Sala -. Per la Prima della Scala ho chiesto al cda di non fare la tradizionale cena perché sono 300 persone in un luogo chiuso e non mi sembrava giusto. Abbiamo degli schermi in giro per la città, ma ho detto di non metterli in Galleria perché normalmente è più affollata. Non c'è quindi una regola aurea ma c'è il consenso misura per misura". 

11:06 - Green pass, Bertolaso: "Con Super da 2000 a 10mila prime dosi" 

"Fino a metà novembre facevamo circa duemila prime dosi al giorno, ora ne facciamo oltre diecimila. È un segno estremamente positivo che contribuisce a cercare di creare questa nuova diga contro l'ondata che ci sta arrivando addosso". Così Guido Bertolaso, consulente della campagna vaccinale della regione Lombardia, ha parlato dell'aumento delle prime dosi con l'introduzione del Super Green Pass. "Sicuramente l'aumento delle prime dosi dipende dal Super Green Pass - ha spiegato - che è stata un'operazione a mio giudizio giusta adottata dal governo, che ha stretto quelle che erano le procedure precedenti che io non ho mai condiviso: ad esempio il tampone antigenico serve a molto poco. Lo sanno tutti nel campo medico che ha un'efficacia al massimo del 70%, quindi 1 su 3 è un falso o negativo o positivo. Poi anche questo timore che adesso con l'inverno e l'arrivare di tutte le situazioni di peggioramento, può indurre tutti a fare la prima dose che avrebbero dovuto fare qualche mese fa".

10:50 - Vaccini, Bertolaso: "Omicron è ulteriore mazzata sul collo" 

"L'Omicron purtroppo è un'ulteriore mazzata sul collo di un lavoro impressionante che è stato fatto in questo ultimo anno con le vaccinazioni". Lo ha detto Guido Bertolaso, consulente della campagna vaccinale della regione Lombardia, a Rtl 102.5. "Non sappiamo ancora molto, non siamo in grado ancora di fare delle previsioni precise su quella che sarà la sua evoluzione, sicuramente purtroppo si comporterà come minimo come la Delta, per cui - ha spiegato - creerà molti problemi e presto sarà la più importante variante che contaminerà e andrà a infettare mezza Europa". "Per fortuna credo che il dato positivo estremamente interessante riguardo questo paziente che è stato isolato a Milano ma che in questo momento - ha aggiunto Bertolaso - credo sia in isolamento a Caserta, è che lui stesso ha ammesso di aver fatto la doppia vaccinazione, di essere in condizioni di salute tutto sommato buone. Di nuovo ha dimostrato che i vaccini sono fondamentali per evitare di finire in ospedale o peggio in rianimazione o terapia intensiva, quindi è dimostrato anche da questo caso nonostante un solo caso non faccia testo. Anche la Omicron di fronte alla doppia vaccinazione non crea quindi quelle conseguenze ben più negative che abbiamo visto nel passato".

10:49 - Vaccini, Bertolaso: "Obiettivo 100mila al giorno entro sabato" 

"Per quel che riguarda la Lombardia alla fine di questa settimana dovremmo riuscire ad arrivare all'obiettivo di 100mila somministrazioni di dosi di vaccino giornaliere": lo ha detto Guido Bertolaso, consulente della campagna vaccinale della regione Lombardia, ai microfoni di Rtl 102.5. "Ci stiamo organizzando, già adesso la situazione è migliorata molto per ciò che riguarda le code e le possibilità di prenotarsi. Alla fine di questa settimana - ha proseguito - per forza dovremo fare oltre 100mila terze dosi al giorno, altrimenti questa nuova ondata non riusciamo a fermarla. È dimostrato che il picco di questa ondata sarà verso fine gennaio, per cui vaccinare con la terza dose a febbraio è inutile, bisogna farlo adesso. Il mese decisivo è questo di dicembre che inizia prestissimo". Tornare a un numero così alto di vaccinazioni quotidiane, "è stata un'operazione un po' complicata e laboriosa perché sapete bene - ha spiegato Bertolaso - che per due mesi e mezzo siamo andati sulle 20/30mila dosi al giorno di terze dosi perché evidentemente da un lato c'era la quota di chi ne aveva diritto che era molto alta (parliamo dai 60 anni in su) e dall'altra sicuramente non c'era questa grande ansia di andare a fare un'altra vaccinazione. Poi nelle ultime due settimane all'improvviso c'è stato uno tsunami di diverse vicende: da un lato si è abbassata a 40 anni la soglia di età di chi aveva diritto alla terza dose, poi si è detto dai 18 anni in su. In contemporanea si è ridotto il periodo di latenza tra la seconda e la terza dose dai 6 ai 5 mesi e questo ha prodotto un ingolfamento che ha mandato un po' in tilt tutto il sistema nazionale".

7:03 - In Lombardia 2.493 nuovi casi su 113.407 tamponi

Con 113.407 tamponi effettuati è di 2.493 il numero di nuovi casi di Covid registrati in Lombardia, con un tasso di positività che sale al 2,2%. Cresce il numero di ricoverati in terapia intensiva (+1, 91) e nei reparti (+15, 789). Sono cinque i decessi, che portano il totale a 34.349 morti da inizio pandemia. Per quanto riguarda le province, sono 855 i positivi segnalati a Milano, 134 a Bergamo, 284 a Brescia, 185 a Como, 51 a Cremona, 55 a Lecco, 53 a Lodi, 120 a Mantova, 212 a Monza, 106 a Pavia, 72 a Sondrio e 278 a Varese.

Milano: I più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24