A Milano torna il Salone del Mobile, Mattarella: "Momento di rilancio per il Paese"

Lombardia
©Ansa

Il presidente della Repubblica: "Questa occasione, che raccoglie coraggio di impresa, creatività e cultura, è di straordinario significato in questo momento, per il rilancio e la ripresa del Paese". Tra le novità la nuova piattaforma digitale del Salone, che permette di visionare i prodotti esposti (tramite QR code esposto in fiera) e prenotarli per il successivo acquisto, oltre a visitare virtualmente le mostre e assistere ai live streaming

Al via oggi il Supersalone, l'edizione 2021 del Salone del Mobile che torna a Milano dopo uno stop di 18 mesi dovuto alle restrizioni legate alla pandemia. All'inaugurazione ha partecipato anche il Presidente della Repubblica italiana, Sergio Mattarella.

Il Supersalone

L'evento, voluto da Federlegno Arredo Eventi Spa, è stato affidato al curatore Stefano Boeri e a un gruppo internazionale di co-progettisti: in mostra nei primi quattro padiglioni di Rho Fiera Milano, fino al 10 settembre, le migliori produzioni e sperimentazioni realizzate da un intero settore in un anno e mezzo. Al centro la tutela della salute, con l'obbligo di mascherine, distanziamento e green pass e quattro hub per i tamponi rapidi dove fare un test antigenico rapido al costo di 22 euro. Un ingresso invece costa 15 euro, i visitatori possono registrarsi e acquistare i biglietti esclusivamente on-line.
Dopo il taglio del nastro e la cerimonia di inaugurazione, l'evento ha preso ufficialmente il via: in mostra 423 brand, 170 giovani creativi e 39 maker, per un totale di oltre 1.900 progetti esposti. Tra le novità la nuova piattaforma digitale del Salone, che permette di visionare i prodotti esposti (tramite QR code esposto in fiera) e prenotarli per il successivo acquisto, oltre a visitare virtualmente le mostre e assistere ai live streaming. Ad accogliere i visitatori c'è una barriera verde formata da un centinaio di alberi, una sorta di piccolo bosco realizzato con la collaborazione tra il Salone del Mobile e Forestami, il progetto che prevede di piantare 3 milioni di alberi nella Città metropolitana di Milano entro il 2030. Altri cento alberi ad alto fusto sono stati posizionati all'interno delle varie aree espositive e in zone relax.

La visita di Mattarella al Supersalone
La visita di Mattarella al Supersalone

La visita di Mattarella

Ad accogliere il capo dello Stato sono stati il presidente di Fiera Milano e presidente di Confindustria Carlo Bonomi, la presidente del Salone, Maria Porro, il presidente di FederlegnoArredo Claudio Feltrin, il sindaco di Milano Beppe Sala, il presidente della Regione Lombardia Attilio Fontana e il prefetto di Milano Renato Saccone. Il programma di Mattarella prevede il taglio del nastro, un breve giro tra i padiglioni e la conseguente cerimonia ufficiale con l'inno di Mameli intonato dal cantante Marco Mengoni. Nel pomeriggio l'agenda del Capo dello Stato prevede una seconda tappa lombarda: sarà all’università di Pavia per inaugurare l'anno accademico i 660 anni dell'ateneo.

"Salone è momento di rilancio e ripresa per Paese"

"Desidero esprimere l'apprezzamento e gli auguri per il Salone e la Fiera. Questo è un appuntamento di particolare importanza, abitualmente. Un punto di riferimento mondiale per il settore, in cui il Paese è all'avanguardia. Questa occasione, che raccoglie coraggio di impresa, creatività e cultura, è di straordinario significato in questo momento, per il rilancio e la ripresa del Paese", ha detto Mattarella all'inaugurazione.

La Fiera di Milano, ha detto Mattarella, è un "punto d'incontro e di raccordo che consente la proiezione del nostro Paese verso i mercati internazionali, ma anche la sollecitazione per il mercato interno, per riprendere attività con pienezza e con successo". Mattarella ha iniziato il suo saluto con una premessa: "Sto violando il programma convenuto. Non era previsto un mio intervento". Poi ha ribadito "l'apprezzamento per il coraggio e la qualità con cui si è dato vita a questo Salone, l'augurio per il settore e i complimenti per la Fiera di Milano. Auguri".

Bonomi: "Grazie a chi ha mantenuto vivo appuntamento così importante"

"Il Supersalone è frutto della generosità delle aziende del design in un momento delicato di rilancio dell'economia e della cultura. Grazie a coloro che hanno creduto fino in fondo e mantenuto vivo un appuntamento così importante, avete vinto la sfida". Lo ha detto il presidente di Confindustria e di Fiera Milano, Carlo Bonomi, nel suo discorso di apertura alla cerimonia di inaugurazione del Supersalone. "Ora è il momento di guardare avanti, di aprirsi con più vigore ai mercati internazionali - ha aggiunto -, noi siamo al servizio delle imprese che vogliono ripartire. La Fiera è uno spazio, non solo fisico, dove valorizzare e promuovere il potenziale del brand Italia, attraendo imprese e investimenti da tutto mondo". "Come settore fieristico e degli eventi – ha proseguito - abbiamo compiuto la nostra traversata nel deserto, ma ora stiamo provando a rialzarci. Oggi insieme al Supersalone, sentiamo la responsabilità di essere una delle maggiori leve di slancio per il settore produttivo lombardo”.

Sangalli: "Indotto potenziale di 120 milioni"

"I numeri dell'indotto potenziale del Supersalone del Mobile - circa 120 milioni - danno la misura del valore economico per il territorio di questo grande evento". Lo sottolinea in una nota Carlo Sangalli, presidente di Confcommercio. "Ma ancora più importante - prosegue - è il suo valore simbolico. Il Supersalone dimostra con i fatti la capacità di Milano di ritrovare la via della crescita superando le difficoltà dell'emergenza sanitaria. Ed è un segnale che arriva anche a livello internazionale e rafforza l'immagine non solo della nostra città, ma del Paese, come conferma la presenza del Presidente della Repubblica Sergio Mattarella".

Porro: "Supersalone incarna cultura, coraggio e determinazione nostro settore"

"Il Supersalone, ne siamo convinti, incarna la cultura, il coraggio e la determinazione con cui il nostro settore sta affrontando le sfide del presente". Lo ha sottolineato la presidente del Salone del Mobile, Maria Porro, nel suo discorso nel corso dell'inaugurazione del Supersalone alla fiera di Milano - Rho. "Per questo con il curatore Stefano Boeri abbiamo scelto di creare una manifestazione circolare e sostenibile in tutte le sue componenti. E' un cambio di paradigma fondamentale che dimostra la forte volontà di un'intera filiera già da anni impegnata con investimenti crescenti nella prospettiva della transizione ecologica e nell'allineamento agli obiettivi stabiliti dall'Agenda 20.30 delle Nazioni Unite", ha aggiunto. Porro ha parlato di "svolta da cui non si torna indietro ed è un onore per noi che una delle querce del progetto ForestaMi, a cui collaboriamo, venga piantata in una delle residenza della Presidenza della Repubblica". Il Salone del Mobile nel 2022 celebrerà in sui 60 anni e per questo è stato donato al presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, il manifesto della prima edizione dell'evento che si svolse nel 1961. "Oggi, dal Supersalone, le confermiamo il nostro impegno e quello di tutto il mondo dell'arredamento a portare al Paese un segnale di bellezza e di speranza. - ha concluso Porro rivolgendosi al presidente della Repubblica, Sergio Mattarella -. Viva l'Italia, viva il Salone del Mobile".

Pazzali: "Evento che segna ritorno a normalità"

Il Supersalone che prende il via oggi e fino al 10 settembre nei padiglioni della fiera di Milano Rho "è un evento che segna, da un lato, il ritorno alla normalità per la città di Milano e per l'Italia e che inaugura il palinsesto delle manifestazioni fieristiche nazionali e internazionali che saranno oltre 30 da qui a fine anno". Lo ha sottolineato il presidente di Fondazione Fiera Milano, Enrico Pazzali, in occasione dell'inaugurazione del Supersalone."Una festa che voglio dedicare a medici, infermieri, tecnici e volontari che in questo difficile anno e mezzo hanno lavorato duramente senza mai fermarsi nell'ospedale in Fiera e nei centri vaccinali che come Fondazione Fiera abbiamo messo al servizio del paese. - ha aggiunto - Oggi è la loro festa, perché sono gli eroi, silenzioso ed operosi, di questa nostra ripartenza". Pazzali ha infine sottolineato che "è grazie alla conferma di appuntamenti come quello del Supersalone che per il 2021 intravediamo una crescita del fatturato complessivo del settore di almeno il 50% - ha concluso -. Inoltre, con il sostegno del Governo nei confronti di tutta la filiera fieristica, gli operatori italiani saranno in grado di competere alla pari nel circuito internazionale delle grandi manifestazioni fieristiche".

Sala: "Bella prova per ripartenza"

"È una bella prova, si sentono tante lingue per le strade di Milano. Può essere una ripartenza". Lo ha detto il sindaco di Milano, Giuseppe Sala, al suo arrivo all'evento del Supersalone, dove ha accolto il presidente della Repubblica Sergio Mattarella. "Credo che il messaggio qui sia la ricerca del bello e del funzionale, perché abbiamo vissuto tanto nelle nostre case e abbiamo bisogno che siano accoglienti, quelle di chi sta meglio ma anche di chi è in difficoltà e naturalmente questi operatori hanno una grande responsabilità. - ha aggiunto - Abbiamo rivalutato le priorità della nostra vita, abbiamo capito che la salute è una parte delicata, abbiamo certamente maturato la consapevolezza di come l'ambiente è importante".
"Milano - ha aggiunto Sala - si muove e con Milano torna a muoversi l'Italia". Il sindaco ha poi ringraziato il presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, per la sua presenza "che è un onore ma anche uno sprone a lavorare ancora di più e meglio per il nostro Paese". Milano "deve voler guidare la ripartenza", ha concluso.

Fontana: "Bel segnale per Lombardia e Paese"

La nuova edizione del Salone del Mobile "è un bel segnale per il comparto, per la Lombardia, per il Paese". Lo ha detto il governatore lombardo, Attilio Fontana, a margine del suo arrivo all'evento dove ha accolto il presidente della Repubblica Sergio Mattarella. "È la normalità che sta avanzando, è solo l'inizio, dobbiamo continuare il nostro impegno, dobbiamo continuare nella vaccinazione e così sarà un inizio definitivo - ha aggiunto - . C'è molta emozione per l'idea di ricominciare".
"Il Salone del Mobile - ha proseguito il governatore - è storicamente il manifesto dell'eccellenza e del saper fare lombardi, di un'artigianalità elevata ad arte: un incontro tra ingegno e industria, favorito dal ruolo insostituibile dell'impresa. Sono le imprese, infatti, attraverso la loro creatività e i loro investimenti a muovere il sistema del design e dell'arredamento, un comparto irrinunciabile e strategico dal punto di vista produttivo e occupazionale", ha aggiunto Fontana che poi ha sottolineato come sia "fondamentale il ruolo delle istituzioni nel sostenere la formazione e la nascita di competenze di altissimo livello. Per essere reattivo rispetto alla difficile competizione globale, questo settore deve poter contare sul capitale umano, su professionisti capaci e lungimiranti che aspirino, con coraggio, a un futuro plasmato attraverso l'innovazione". "Regione Lombardia ha sostenuto e sostiene il Salone del Mobile e tutto il sistema del Design, cui guarda con immutata fiducia e con la convinzione che dalla bellezza si possa costruire l'Italia del domani", ha concluso.

Un Supersalone sostenibile

approfondimento

Salone del Mobile, Porro: Dopo smart work nuova centralità della casa

Grande attenzione è stata riservata al concetto di sostenibilità: nella preparazione della manifestazione si è data priorità al noleggio e al riuso in modo da evitare il più possibile sprechi di materiale. Tutti i materiali e le componenti dell'allestimento ideato da Andrea Caputo e da Stefano Boeri Interiors utilizzano infatti una ridotta quantità di pannelli di truciolare, ottenuti con legno riciclato al 100%, che saranno rimessi, poi, all'interno del ciclo di produzione in un'ottica circolare: saranno, così, 553.500 i chilogrammi di CO2 non immessi nell'atmosfera grazie al loro recupero. Tutto è pensato per poter essere smontato e successivamente riutilizzato: i sistemi di allestimento, che non hanno nessun componente sfuso, verranno completamente recuperati; le aree lounge, le panche e le sedute sono montate "a secco" e quindi smontabili e anch'esse usufruibili nuovamente. Per le strutture di dimensioni maggiori si è optato per sistemi di ponteggi a noleggio, riconfigurati in modo da adattarli alle esigenze dell'esposizione. A rinforzare l'intento green anche i 200 alberi donati a Forestami, che saranno poi ripiantati al Parco Nord Milano.

Gli eventi correlati

approfondimento

Salone Mobile Milano da 5 a 10 settembre: inaugurazione con Mattarella

Come da tradizione poi il Salone uscirà dai confini della Fiera per 'invadere' la città con mostre, installazioni e rassegne. In Triennale troverà spazio 'il Salone / la Città', un progetto espositivo ideato dal Museo del Design Italiano di Triennale e curato da Mario Piazza, che racconterà le produzioni culturali del Salone in città. In programma inoltre una rassegna cinematografica in collaborazione con il Milano Design Film Festival e una mostra dell'ADI/Compasso d'Oro. 

In particolare, sono 75 i protagonisti del mondo dell'arredo che animeranno questa particolare edizione della Milano Design Week con una serie di appuntamenti, idee e progetti. L'Università Statale come sempre ospiterà la mostra evento di Interni, Creative Connections, con quasi 30 tra installazioni e mostre, ideate per celebrare i 30 anni del FuoriSalone. All'Orto Botanico di Brera, sempre grazie a Interni, ci sarà Natural Capital, un'installazione di Carlo Ratti per Eni sul rapporto simbiotico tra piante e ambiente. Le vie di Brera ospiteranno "Forme dell'Abitare" a cura di StudioLabo, un momento di confronto sulle rinnovate esigenze abitative post pandemia, con oltre 90 eventi, 130 espositori e 140 show-room. Tra i distretti, talk ed eventi anche alle 5Vie e al Durini Design District, mentre la zona di via Tortona propone una serie di mostre dedicate all'auto del futuro, la casa intelligente, le sfide dell'arte, oltre all'inaugurazione del Museo Flavio Lucchini e di Superstudio Maxi.

Il museo della scienza e della tecnologia Leonardo Da Vinci ospiterà la terza edizione di RoGUILTLESSPLASTIC, il progetto internazionale di Rossana Orlandi, con installazioni dedicate alla sostenibilità, mentre a Palazzo Bovara troverà spazio "La Casa Fluida", un percorso lungo 11 ambienti, e alla GAM di via Palestro si potrà vedere "Metamorphosis" la mostra curata da Alba Cappellieri sulla maison Bulgari. Il cortile d'onore di Palazzo Litta per l'intera settimana si trasformerà grazie a Mosca Partners e alla reinterpretazione dallo studio Aires Mateus (Lisbona) in "Una spiaggia nel Barocco", il quartiere Isola ospiterà incontri e installazioni, la piscina Cozzi 'Be water', un'installazione di Desigual e Toiletpaper, il progetto editoriale di sole immagini a firma dell'artista Maurizio Cattelan e del fotografo Pierpaolo Ferrari. 

Milano: I più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24