Covid Lombardia, Fontana: “Ancora parametri da zona bianca”. Bollettino: 678 casi

Lombardia
©LaPresse

“Con meno di 50 casi per 100 mila abitanti e le percentuali di occupazione dei posti letto in area medica pari al 3% e in terapia intensiva al 2%, è ben al di sotto delle rispettive soglie, del 15% e 10%, previste dai nuovi parametri per il passaggio a una zona con più restrizioni", ha detto il governatore

Il nuovo LIVE con tutti gli aggiornamenti di oggi in Lombardia

 

"La Lombardia, anche oggi, nel monitoraggio settimanale della Cabina di Iss e Ministero della Salute, continua a rimanere in zona bianca. Con meno di 50 casi per 100 mila abitanti e le percentuali di occupazione dei posti letto in area medica pari al 3% e in terapia intensiva al 2%, è ben al di sotto delle rispettive soglie del 15% e 10%, previste dai nuovi parametri per il passaggio a una zona con più restrizioni", ha detto il presidente della Regione Lombardia, Attilio Fontana, facendo il punto della situazione sulla campagna vaccinale della Lombardia.

In Lombardia si registrano 678 nuovi casi di Covid-19 a fronte di 36.583 tamponi processati. (TUTTI GLI AGGIORNAMENTI - MAPPE E GRAFICI DEI CONTAGI IN ITALIA E NEL MONDO - I DATI DEI VACCINI IN ITALIA)

17:08 – In Lombardia 678 contagi su 36.583 tamponi

Sono 678, a fronte di 36.583 tamponi effettuati, i nuovi positivi al Covid in Lombardia nelle ultime 24 ore (il tasso di positività è dell'1,8%). Diminuiscono i ricoverati in terapia intensiva che sono 26 (meno 4), mentre quelli non in terapia intensiva: sono 211 (più 5). Una persona è deceduta (il totale è di 33.823). Per quanto riguarda i casi per provincia: a Milano sono stati 231 di cui 102 a Milano città, a Bergamo 31, a Brescia: 53, Como 36; Cremona: 28, a Lecco: 6, a Lodi 10. A Mantova si sono registrati 35 casi, a Monza e Brianza:55; a Pavia: 24, a Sondrio 9 e a Varese, infine 116.

16:48 - Acquistate 2,8 milioni di dosi vaccino antinfluenzale

“Abbiamo già contrattualizzato 2,8 milioni di dosi di vaccino antinfluenzale" . Lo ha detto la vicepresidente e assessore al Welfare di Regione Lombardia, Letizia Moratti, nel corso di una conferenza stampa per fare il punto sulla situazione sulla campagna vaccinale in Lombardia. Lo scorso anno, la carenza di questo tipo di vaccini aveva provocato numerose polemiche nei confronti del predecessore di Letizia Moratti, Giulio Gallera.

16:19 - Moratti: "In Lombardia copertura per l'82% del personale scolastico" 

"Vogliamo mettere in sicurezza la ripresa autunnale, in particolare quella delle scuole, dove la didattica a distanza ha mostrato limiti e ha creato problemi. Rileviamo il 65% di adesione per i ragazzi nella fascia 12-19 anni. Ci stiamo attrezzando con ulteriori misure per una ripresa scolastica in sicurezza, anche con i tamponi". Lo ha detto la vice presidente e assessore al Welfare di Regione Lombardia, Letizia Moratti, nel corso di una conferenza stampa per fare il punto della situazione sulla campagna vaccinale in Lombardia. "Per la fascia tra i 12 e i 14 anni i tamponi antigenici saranno gratuiti presso le farmacie e le Asst, misura che verrà ampliata alla fascia 6-12 anni, anche in considerazione del fatto che questo target non è vaccinabile - ha aggiunto Moratti -. Abbiamo avviato sperimentalmente il test salivare per i più giovani e continueremo in coerenza con le decisioni ministeriali. Proseguiremo con la genotipizzazione di tutti i tamponi positivi, ampliandola sino agli under 12". "Un'attenzione particolare - ha puntualizzato Letizia Moratti - è rivolta agli insegnanti e al personale della scuola, compresi gli operatori delle mense e gli autisti degli scuolabus, per creare un ambiente quanto più possibile Covid free". "Su 333.000 persone occupate nella scuola risulta già vaccinato l'82%, comunque al di sopra della media nazionale - ha concluso la vicepresidente -. Tra i ventenni siamo all'81% di adesione al vaccino. Lavoriamo quindi per didattica in presenza all'Università".

15:41 – Lombardia, tra immunizzati nessun morto da variante Delta

"In Lombardia solo l'8% delle persone, pari a 123 cittadini, si sono presi il virus con la variante Delta nonostante la doppia dose di vaccino. Quello che è interessante è che di questi nessuno ha perso la vita e nessuno è finito in terapia intensiva. E solamente 9 sono stati ricoverati in ospedale. Questi sono fatti. Questo è il punto su cui bisogna sempre insistere". Lo ha detto il coordinatore per la campagna vaccinale in Lombardia, Guido Bertolaso, nel corso di un punto stampa organizzato in Regione per fare il punto della situazione sull'andamento della campagna. "Il vaccino è fondamentale, non tanto per eliminare l'epidemia di coronavirus, non tanto per impedire di prendere il coronavirus, ma soprattutto per mitigare al massimo gli effetti dell'infezione" ha aggiunto.

15:27 – Spedali Civili di Brescia: “Casi ancora in diminuzione”

"In continua riduzione, nell'ultima settimana, il numero di ricoveri di pazienti positivi Covid: in data odierna sono 23 i pazienti ricoverati, di cui 1 in terapia intensiva". È quanto rende noto la direzione degli Spedali civili di Brescia. Analizzando l'andamento di medio periodo (120 giorni) - viene spiegato - è costante la tendenza alla diminuzione".

14:58 - Nel Cremonese 33 positivi di ritorno da campo estivo 

Sono 33, 26 ragazzi di età compresa tra gli undici e i 14 anni, e sette educatori, tra cui il parroco, le persone risultate positive a Pandino, nel Cremonese, che hanno manifestato i sintomi del covid al ritorno da un campo estivo in Valle Aurina, in Trentino Alto Adige. I sintomi, derivanti, come verificato, dalla variante Delta, si sono manifestati al loro ritorno nel paese del Cremonese. "Nessuno di loro si trova in ospedale - ha spiegato il direttore del Servizio di prevenzione per le malattie infettive dell'Ats Val Padana, Luigi Vezzosi -, sono quindi tutti in isolamento, mentre una delle ragazze è stata rintracciata in Emilia Romagna, dove era andata in vacanza".

14:40 - Fontana: "Lombardia ha ancora parametri da zona bianca" 

"La Lombardia, anche oggi, nel monitoraggio settimanale della 'Cabina di Iss e Ministero della Salute', continua a rimanere in zona bianca. Con meno di 50 casi per 100 mila abitanti e le percentuali di occupazione dei posti letto in area medica pari al 3% e in terapia intensiva al 2%, è ben al di sotto delle rispettive soglie del 15% e 10%, previste dai nuovi parametri per il passaggio a una zona con più restrizioni". Lo ha detto il presidente della Regione Lombardia, Attilio Fontana, facendo il punto della situazione sulla campagna vaccinale della Lombardia. "Nonostante la variante Delta del virus ormai sia predominante nella nostra regione, ad un aumento dei casi positivi, non corrisponde un analogo incremento dei ricoveri in ospedale, né in area medica, né in terapia intensiva. I pochi che purtroppo finiscono in ospedale non sono stati vaccinati o non avevano completato il ciclo vaccinale" ha aggiunto.

7:13 - In Lombardia 661 positivi su 38.602 tamponi

Con 38.602 tamponi effettuati, sono 661 i nuovi positivi in Lombardia con il tasso di positività in leggero calo all'1.7%. Aumentano i ricoveri sia in terapia intensiva (+1, 30) che negli altri reparti (+12, 206). I nuovi decessi sono tre per un totale complessivo di 33.822 morti in regione dall'inizio della pandemia. Per quanto riguarda le province, sono 209 i nuovi casi nella città metropolitana di Milano, di cui 111 a Milano città, 126 a Varese, 53 a Brescia, 50 a Monza e Brianza, 40 a Mantova, 35 a Bergamo e Como, 30 a Cremona, 19 a Pavia, 10 a Lodi, otto a Sondrio e due a Lecco.

Milano: I più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24