Covid, Sala a Sky TG24: “Bene Green Pass, sì a obbligo vaccino per medici e insegnanti”

Lombardia

Lo ha dichiarato il sindaco di Milano, ospite alla trasmissione Timeline: “Mi sono già espresso a favore della vaccinazione, e poi ho continuato a promuovere l’idea di essere vaccinati e quella della certificazione verde, a dicembre dello scorso anno”

“Sono totalmente favorevole e soddisfatto sulle misure prese riguardo il Green pass, poi sui dettagli lascio a chi deve decidere. Mi sono già espresso a favore della vaccinazione, e poi ho continuato a promuovere l’idea di essere vaccinati e quella della certificazione verde, a dicembre dello scorso anno. Sono favorevole al fatto che sia i medici che gli insegnanti abbiano l’obbligo di vaccinazione”. Lo ha detto a Sky TG24 Beppe Sala, sindaco di Milano, ospite di Timeline (TUTTI GLI AGGIORNAMENTI - MAPPE E GRAFICI DEI CONTAGI IN ITALIA E NEL MONDO - I DATI DEI VACCINI IN ITALIA - LA SITUAZIONE IN LOMBARDIA).

Sala: “Green pass non è problema, anzi è tutela”

“Il Green pass - ha proseguito - non è un grande problema, anzi è a tutela dei ristoranti per fare un esempio. Credo che bisognerà andare avanti vaccinandosi, e se poi magari si riuscisse ad abbassare i prezzi dei tamponi sarebbe una buona cosa”.

Green pass sul trasporto locale: “Vediamo cosa dice Cts”

Sull’introduzione del Green pass per il trasporto locale “ci si può ragionare – ha aggiunto poi -. vediamo anche da cosa dice il Cts, credo che tecnicamente dipenda anche da quanto tempo ci si rimane. È anche un po’ il punto come per i bar: se vai al bancone e ci rimani un minuto non è necessario, mentre se ti siedi e rimani di più si. Questa è ovviamente una valutazione tecnica, dico solo che tutte le volte che con buon senso lo si potrà utilizzare va bene, e io farò la mia parte per quanto riguarda Milano”.

Su obbligo vaccino a insegnanti: “Ragazzi hanno sofferto, vanno aiutati”

“L’abbiamo detto mille volte - ha spiegato Sala -, i ragazzi hanno sofferto tanto e vanno aiutati. Credo che non sia una cosa sbagliata immaginare l’obbligo vaccinale per gli insegnanti. Dobbiamo fare tutti la nostra parte per rimettere il sistema in funzione in una sostanziale normalità.”

Vaccini in luoghi lavoro: “Discussione aperta con rappresentanti lavoratori e Confindustria”

A proposito dell’obbligo vaccinale nei luoghi di lavoro, Sala ha detto “lì c’è una discussione aperta anche con i rappresentanti dei lavoratori e con Confindustria. È uscita ieri un’analisi di ATS, cioè l’azienda di tutela della salute che è di regione Lombardia, che in sostanza dice che non è mai stata trovata una correlazione tra infezione di studenti, contagio e utilizzo del trasporto pubblico. Che è buona cosa. Quindi presumo che le azioni che abbiamo messo in campo, e cioè sanificazione continua e controllo delle mascherine, abbiano funzionato. Detto ciò però se si può fare qualcosa di più io da sindaco, per quanto posso fare, mi attiverò”.

“Settembre sarà mese di grande delicatezza”

“Settembre sarà un mese di grandi opportunità – ha proseguito Sala - e anche di grande delicatezza, perché avremo il Salone del mobile, la settimana della moda, la Fiera di arte contemporanea, MITO, Orticola, PreCOP e COP giovani: non c’è un mese dell’anno così denso di eventi, e quindi ci stiamo preparando per gestire questo momento che sarà un po' il momento della verità”.

“Molti turisti a Milano, ripresa economica c’è già”

“Vedo molti turisti a Milano – ha detto -, sono totalmente tranquillo che la ripresa dell’economia ci sia già. Oggi abbiamo fatto un bando per la rigenerazione dell’Ex macello dove, al di là di funzioni pubbliche e di servizi, ci saranno 1200 appartamenti di social housing, che vuol dire prezzi inferiori ai 500 euro al mese di affitto, e lo IED si trasferirà lì con 4500 studenti provenienti da 110 paesi nel mondo. Quindi non voglio fare l’ottimista di facciata, ma a Milano vedo già segnali di decisa ripresa”.

“In condizioni di controllo sì a riapertura locali da ballo”

Sala ha dichiarato: “In condizioni di controllo penso che si potrebbero riaprire i locali da ballo, facendo dei test, delle prove: avrei avuto un po' più di coraggio come richiedono i gestori”.

“Sto con i gestori delle discoteche”

“Penso - ha proseguito - che questo governo stia facendo un lavoro straordinario, ma su questo punto sto con i gestori delle discoteche. Lo dico perché un paio di mesi fa mi ero offerto di fare un esperimento a Milano, ed era stato fatto un esperimento analogo a Barcellona, perché bisogna provare a metterli in condizione di farli lavorare”.

“Milano sta andando bene e andrà meglio”

approfondimento

Elezioni Milano, Bernardo: “Sala abbia più rispetto per chi lavora”

“Sul tema dell’‘apprendistato’ – ha commentato Sala - mi riferivo proprio a Bernardo e non a tutti i lavoratori. Facevo un’osservazione tecnicamente, a mio giudizio, sostenibile. I destini delle città si giocano nei prossimi 24 mesi, nel senso che bisognerà rapidissimamente prendere i soldi sia dal governo che dell’Europa, metterli a terra, saper fare gare, avere una macchina che funzioni. Credo quindi che l’esperienza non guasti. Io non sono stupidamente ottimista, lavoro da quarant’anni, so il fatto mio, e se dico che le cose si possono fare poi le faccio: come ho fatto per Expo o durante la mia carriera. Quindi è inutile dipingere una città dove tutto va male, che non è attrattiva, che non piace: non è così. Milano sta andando bene e andrà meglio: questa è la realtà”.

“Lega si lamenta se si anticipa voto, ma ci ha messo un anno a trovare candidato”

Parlando della possibile data del voto per le elezioni amministrative, Sala ha dichiarato: “Alla Lega che si lamenta se si anticipa il voto dico ‘ma se ci avete messo un anno a trovare un candidato, adesso fate le storie per una settimana o due prima? Per favore, un po’ di decenza’”.

Milano: I più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24