Chi è Massimo Adriatici, l’assessore di Voghera accusato di omicidio

Lombardia
©Ansa

Ha la delega alla Sicurezza ed è titolare di un noto studio di avvocatura. Sui social riporta di essere anche “docente di diritto penale e procedura penale presso Scuola allievi agenti Polizia di Stato Alessandria". In passato è stato anche poliziotto nella città in cui è avvenuto l’omicidio

Ha un noto studio di avvocatura, è "docente di diritto penale e procedura penale" ed è stato un poliziotto l’assessore leghista di Voghera (in provincia di Pavia) Massimo Adriatici, arrestato con l'accusa di aver esploso il colpo di pistola che ieri sera, poco dopo le 22, ha ucciso un uomo di 39 anni di nazionalità marocchina in piazza Meardi. Ora Adriatici si trova ai domiciliari e secondo fonti vicine alla procura è stato ammanettato per omicidio doloso, mentre l'iscrizione nel fascicolo aperto dall'autorità giudiziaria è per "eccesso colposo in legittima difesa". Sul fatto indagano i carabinieri (L'UDIENZA DI CONVALIDA DEL FERMO - LE PAROLE DEL LEGALE DELLA VITTIMA).

voghera ( pavia) - Assessore Avv. MASSIMO ADRIATICI Sicurezza â   Polizia Locale â   Osservatorio Immigrazione  che ha ucciso nella notte un uomo a colpi di pistola - foto torres  /ph PaviaPress
L'assessore alla Sicurezza di Voghera, Massimo Adriatici - ©Ansa

Chi è Massimo Adriatici

approfondimento

Ucciso in piazza a Voghera: arrestato assessore alla Sicurezza

Adriatici è originario di Voghera ed è assessore con delega alla Sicurezza nella giunta di centrodestra guidata dal sindaco Paola Garlaschelli da ottobre del 2020. Ora si è “autosospeso” dalla giunta, secondo quanto dichiarato dal primo cittadino. Eletto nelle file della Lega, è titolare di un noto studio di avvocatura. Sul proprio profilo Facebook l'avvocato risulta inoltre "docente di diritto penale e procedura penale presso Scuola allievi agenti Polizia di Stato Alessandria". Adriatici è stato "un collaboratore esterno del Dipartimento di Giurisprudenza e Scienze politiche, economiche e sociali fino al 2017" dell'Università del Piemonte Orientale. Ha svolto l'attività di docenza come professore a contratto nel corso di Diritto processuale penale, nell'ambito del corso di laurea magistrale in Giurisprudenza. "Tale incarico gli era stato affidato per le sue indubbie competenze nella materia e per i rapporti con la magistratura e il tribunale di Alessandria, contrassegnati da una profonda stima - Dal 2017 non ha più collaborato con l'Università del Piemonte Orientale". 

Le dichiarazioni sull’uso delle armi nel 2018

In un'intervista alla Provincia Pavese del 29 marzo 2018 aveva affermato che “l’uso di un'arma deve essere giustificato da un pericolo reale" e che "sparare deve essere l'extrema ratio, l'ultima possibilità da mettere in atto se non ne esistono altre". Adriatici era diventato un legale affiancando alla libera professione l'insegnamento.

Il passato da poliziotto

In passato era stato un poliziotto proprio nella cittadina in cui è avvenuto l'omicidio. Entrato nel 1995 in polizia come agente, aveva vinto il concorso per passare al grado di vice sovrintendente e ha poi lasciato la divisa nel 2011, dopo sedici anni di carriera come sovrintendente.

Milano: I più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24