Bufera Csm, trasferita a Brescia l'indagine sul pm Paolo Storari

Lombardia

Il magistrato è indagato per rivelazione del segreto d'ufficio per aver consegnato all'allora consigliere del Csm Pier Camillo Davigo i verbali secretati dell'avvocato Piero Amara nell'aprile del 2020 a Milano

Sarà trasferito alla Procura di Brescia per competenza territoriale il fascicolo di indagine sul pm Paolo Storari. Il magistrato è indagato a Roma per rivelazione del segreto d'ufficio per aver consegnato all'allora consigliere del Csm Pier Camillo Davigo i verbali secretati dell'avvocato Piero Amara nell'aprile del 2020 a Milano. Lo si apprende al termine di una riunione di coordinamento svolta oggi a piazzale Clodio tra i procuratori di Roma e Brescia, Michele Prestipino e Francesco Prete.

L'incontro tra i procuratori

Dell'indagine sulla vicenda Csm resta a Roma il filone che vede indagata per calunnia Marcella Contrafatto, l'impiegata della Csm (ora sospesa) per avere inviato ad alcune redazioni di giornali i verbali. Nel corso dell'incontro i due procuratori hanno fatto il punto sull'attività istruttoria svolta fino ad oggi e stabilito le iniziative da adottare e il percorso da seguire nel quadro di un coordinamento investigativo condiviso.

Milano: I più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24

Fai login per ottenere il meglio subito

Accedi con il tuo Sky ID o registrati in pochi istanti.