Covid Lombardia, da lunedì la regione torna in zona arancione. Oggi 3.289 contagi

Lombardia
©Ansa

Si attende solo l'ordinanza firmata dal ministro della Salute, Roberto Speranza. Nelle ultime ore il rapporto tra casi positivi e test effettuati è al 5,8%.

Il nuovo LIVE con tutti gli aggiornamenti di oggi in Lombardia

 

Da lunedì la Lombardia passerà in zona arancione, si attende solo l'ordinanza firmata dal ministro della Salute Roberto Speranza. Intanto nelle ultime ore in Lombardia si sono registrati 3.289 nuovi contagi a fronte di 56.476 tamponi processati, il rapporto tra casi positivi e test effettuati è al 5,8%.

Ranieri Guerra, direttore vicario dell'Oms, è indagato dalla Procura di Bergamo per false informazioni rese ai pm durante la sua audizione sul piano pandemico dello scorso 5 novembre nell’ambito dell’inchiesta riguardante la gestione, un anno fa, della prima ondata della pandemia nella Bergamasca.

Oggi il presidente della Lombardia Attilio Fontana ha firmato un'ordinanza che dà il via libera, in forma sperimentale, ai treni Covid-tested, dove i passeggeri potranno salire solo previo tampone negativo. (TUTTI GLI AGGIORNAMENTI - MAPPE E GRAFICI DEI CONTAGI)

18:38 – Vaccini, Moratti: “Presto apriranno 85 centri”

"Dopo aver da tempo terminato la vaccinazione nelle residenze per anziani e delle Forze dell'ordine, apriremo l'attività di 85 hub. Così da procedere alla campagna di vaccinazione massiva che, secondo il piano del generale Figliuolo, potrebbe portarci ad effettuare fino a 144.000 somministrazioni quotidiane": ad annunciarlo è stata la vicepresidente della Lombardia ed assessore al Welfare Letizia Moratti che oggi a Milano ha visitato l'hub allestito alla Fabbrica del Vapore, in via Procaccini. "Se saremo forniti di vaccini a sufficienza - ha aggiunto -, potremo concludere questa fase entro metà luglio avendo somministrato almeno la prima dose di vaccino a 6,6 milioni di cittadini lombardi". L'hub alla Fabbrica del Vapore, che è gestito dall'Asst Fatebenefratelli, presenta 15 linee per anamnesi e 12 linee dedicate alla somministrazione vaccinale in grado di dispensare fino a 1.200 dosi al giorno. "Si è trattato di una visita - ha commentato Letizia Moratti - volta soprattutto a ringraziare tutti gli operatori che quotidianamente si prodigano per far funzionare al meglio il centro, in una fase cruciale della campagna vaccinale. In questi giorni infatti toccheremo in Lombardia 2 milioni di dosi somministrate, terminando la vaccinazione degli over 80 e del personale scolastico e avviando da lunedì la fase dedicata ai settantenni". Alla Fabbrica del Vapore sono attualmente impegnati 80 medici, 69 infermieri, 12 tecnici amministrativi e 11 volontari non sanitari. In occasione della campagna vaccinale massiva anti-Covid, le linee operative presenti potranno essere incrementate ulteriormente per arrivare a 25, così da consentire la somministrazione fino a 3.500 dosi giornaliere.

18:30 – Fontana: “Mancano dosi per disabili e vulnerabili”

Stiamo accelerando anche per quanto riguarda i disabili e gli estremamente vulnerabili. Ricordo che purtroppo le dosi di vaccino riservate a queste categorie sono sempre state insufficienti a garantire un ritmo più rapido di somministrazioni". E' quanto ha detto il presidente della Lombardia Attilio Fontana, parlando della campagna vaccinale in regione. "In Lombardia - prosegue Fontana - ci stiamo avvicinando ai 2 milioni di dosi somministrate e lavoriamo per incrementare le vaccinazioni giornaliere, soprattutto delle persone più a rischio. Domenica contiamo di coprire con la prima dose il 100% degli over 80 autonomi ed entro il 20 aprile anche di quelli a costretti al domicilio. Abbiamo aperto le prenotazioni per i cittadini dai 70 ai 79 anni e dalla prossima settimana contiamo di raggiungere buone percentuali di somministrazione anche per quest'altra fascia".

18:15 – Fontana: “Inizia il ritorno graduale alla normalità”

"Dopo 28 giorni di limitazioni da fascia rossa iniziamo quel graduale ritorno alla normalità che comportamenti responsabili e vaccinazioni renderanno più vicino. Non sprechiamo questa grande opportunità, osserviamo tutte le regole che consentono di tenere sotto controllo la diffusione del virus. Non abbassiamo la guardia, rispettiamo il distanziamento e gli isolamenti qualora si verifichi un contagio". Cosi' il presidente della Regione Lombardia, Attilio Fontana, ha commentato il ritorno in zona arancione da lunedì prossimo. "Lunedì - spiega ancora il presidente - i ragazzi delle seconde e terze medie tornano in classe, mentre, per quelli delle superiori, per ora sarà possibile dal 50 al 75%. Riapriranno negozi, parrucchieri e centri estetici e sarà possibile muoversi all'interno del proprio Comune, senza autocertificazione. Penso ai titolari delle attività che ancora non potranno riaprire. Mi auguro che dopo il 20 aprile, così come promesso dal Governo, possano anche loro accogliere nuovamente i propri clienti". "Io sosterrò con forza - conclude Fontana - che possano farlo in sicurezza. Si intravvede la luce in fondo al tunnel, chiedo ai cittadini di non mollare e tornare ad avere fiducia nel grande spirito lombardo".

17:57 – Calo dei ricoveri, oggi 3.289 i nuovi casi

Con 56.476 tamponi effettuati sono 3.289 i nuovi casi positivi in Lombardia, con il tasso di positività in crescita al 5.8% (ieri 4.6%). Sono in calo invece i ricoverati sia in terapia intensiva (-2, 828) sia soprattutto negli altri reparti (-249, 6.252). I decessi sono 92 per un totale complessivo di 31.595 morti in regione dall'inizio della pandemia. Per quanto riguarda le province, sono 881 i nuovi casi nella città metropolitana di Milano, di cui 310 a Milano città, 512 a Brescia, 319 a Varese, 257 a Monza e Brianza, 241 a Bergamo, 228 a Pavia, 213 a Como, 155 a Mantova, 116 a Lecco, 109 a Cremona, 108 a Sondrio e 66 a Lodi.

16:55 - Treni Covid-tested, via libera alla sperimentazione

Il presidente della Lombardia Attilio Fontana ha firmato un'ordinanza che dà il via libera, in forma sperimentale, ai treni Covid-tested, dove i passeggeri potranno salire solo previo tampone negativo. In questa fase le aziende ferroviarie potranno istituire collegamenti di questo tipo solo fra Milano e Roma. I viaggiatori dovranno presentare il risultato negativo di un tampone eseguito nelle ultime 48 ore oppure fare il test (gratuito) prima di salire sul treno. Esentati solo i bambini fino ai sei anni.

16:24 - Lombardia passa in zona arancione

La Lombardia passerà in zona arancione da lunedì. La conferma arriva da fonti regionali. Ora si attende solo l'ordinanza firmata dal ministro della Salute Roberto Speranza. Con il passaggio in arancione, riapriranno tutti i negozi e i ragazzi degli ultimi due anni delle medie e delle superiori potranno tornare a scuola (seppure questi ultimi al 50%). Confermato invece solo asporto e delivery per bar e ristoranti.

16:22 - Pronto l'hub di villa Erba a Cernobbio

L'assessore alla Famiglia, Solidarietà sociale, Disabilità e Pari opportunità della Regione Lombardia, Alessandra Locatelli, insieme al presidente del Consiglio Regionale Alessandro Fermi e al sottosegretario alla Presidenza della Regione, Fabrizio Turba, ha visitato oggi il nuovo hub vaccinale di Villa Erba, a Cernobbio. "Ho voluto visitare di persona il nuovo hub che a partire dalla prossima settimana - ha detto l'assessore Locatelli - diventerà il centro vaccinale di riferimento per il capoluogo lariano. Il grande lavoro dell'Asst Lariana, in collaborazione con il Comune e le tante associazioni di volontariato ha permesso di predisporre in tempi rapidi questo centro che sarà strategico per la campagna massiva di vaccinazioni". "Ho apprezzato in modo particolare - ha continuato - l'attenzione e la sensibilità rivolta verso le persone con elevata fragilità, per le quali sono stati predisposti dei percorsi protetti, con parcheggi riservati, un ingresso indipendente e una sala d'attesa apposita". A Villa Erba saranno attive tre linee vaccinali riservate alle persone con estrema vulnerabilità.

15:43 - Da Anci Lombardia camper vaccinale per i comuni più piccoli

Non un semplice camper ma un Micro Centro Mobile per le vaccinazioni è quello che Anci Lombardia ha messo a disposizione per la campagna di somministrazioni ed ora è attivo nelle valli del Luinese, in provincia di Varese, dove ci sono circa 500 persone fragili che non possono andare direttamente nei centri vaccinali. "Con la raccolta fondi avviata lo scorso anno, nel pieno dell'emergenza sanitaria, ha voluto dare un sostegno concreto alle comunità locali e alla campagna vaccinale dedicata alle persone più fragili. Abbiamo infatti deciso di aderire al progetto dell'Agenzia Regionale Emergenza Urgenza-AREU - che ha messo in campo Micro Centri Mobili per sostenere, dal punto di vista organizzativo e logistico, la vaccinazione dei cittadini più anziani e fragili residenti in luoghi distanti rispetto al Centro vaccinale massivo di riferimento" ha spiegato il segretario generale Rinaldo Mario Redaelli che si è recato ad Armio, frazione di Maccagno con Pino e Veddasca dove si concentrano oggi le attività dell'unità mobile. " In questo modo - ha aggiunto il sindaco di Maccagno con Pino e Veddasca Fabio Passera - portiamo la sanità a casa delle persone".

15:05 - Direttore vicario Oms Guerra indagato a Bergamo

Ranieri Guerra, direttore vicario dell'Oms ed ex direttore generale della Prevenzione al Ministero della Salute, è indagato dalla Procura di Bergamo per false informazioni rese ai pm durante la sua audizione sul piano pandemico che risale allo scorso 5 novembre. La notizia è stata anticipata sul sito di Report ed è stata confermata da fonti qualificate. L'inchiesta riguarda le gestione del Covid nella Bergamasca nel corso della prima ondata di un anno fa.

11:49 - Lombardia, al via da lunedì bando Protezione Famiglia 

Partirà lunedì 12 aprile il bando regionale 'Protezione Famiglia', destinato a supportare le famiglie con figli minori, che risponde ai bisogni di natura socio-economica legati al perdurare della situazione emergenziale. "Con questo bando - spiega Alessandra Locatelli, assessore alla Famiglia, Solidarietà sociale, Disabilità e Pari opportunità di Regione Lombardia - intendiamo offrire un sostegno economico che in un momento di grave difficoltà, quale è quello attuale, può soddisfare alcuni dei bisogni più urgenti ed essenziali delle famiglie lombarde". La misura viene applicata tenendo conto del numero dei figli. A livello regionale sono stati stanziati complessivamente 32,4 milioni di euro a favore dei nuclei familiari che maggiormente hanno subito le conseguenze della crisi pandemica e la compressione del reddito, erogando un contributo a fondo perduto di 500 euro. Nello specifico, le risorse sono destinate a nuclei familiari con un Isee minore o uguale a 30mila euro, che hanno registrato una riduzione dell'attività lavorativa, includendo anche i titolari di Partita Iva.

6:57 - In Lombardia 2.537 casi su oltre 54mila tamponi

Con 54.280 tamponi effettuati sono stati 2.537 i nuovi casi positivi: registrati in Lombardia, per una percentuale del 4,6%. Sono in calo i ricoveri: 830 in terapia intensiva (in diminuzione di quattro) e 6.501 negli altri reparti (-94). Sono stati 130 i decessi, che portano il totale da inizio pandemia a 31.503. Per quanto riguarda le province, 675 casi sono stati segnalati a Milano, di cui 256 in città, 413 a Brescia, 324 a Varese, 205 a Monza, 166 a Bergamo, 165 a Como, 152 a Pavia, 123 a Mantova, 88 a Cremona, 59 a Sondrio e Lecco e 52 a Lodi. 

Milano: I più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24

Fai login per ottenere il meglio subito

Accedi con il tuo Sky ID o registrati in pochi istanti.