Montichiari, spara a 13 anni: lo zio in silenzio dal gip

Lombardia

L'interrogatorio è avvenuto da remoto, con il 27enne collegato dal carcere di Brescia e accusato di concorso in tentato omicidio e detenzione di arma illegale

Si è avvalso della facoltà di non rispondere Antonio Di Sanzo, il 27enne di Montichiari, nel Bresciano, ora in carcere in stato di fermo per aver dato una pistola alla nipote 13enne che ha poi sparato al rivale in amore dello zio ferendolo alla spalla. Il gip del tribunale di Brescia non ha ancora emesso il provvedimento di convalida. L'interrogatorio è avvenuto da remoto, con il 27enne collegato dal carcere di Brescia e accusato di concorso in tentato omicidio e detenzione di arma illegale.

Milano: I più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24

Fai login per ottenere il meglio subito

Accedi con il tuo Sky ID o registrati in pochi istanti.