Covid Lombardia, dg Welfare: "Vicini a traguardo milione prime dosi"

Lombardia
©Fotogramma

Nel corso della sua audizione nella commissione Sanità del Consiglio Regionale, Giovanni Pavesi ha fatto il punto sulle vaccinazioni in Regione anche alla luce della sospensione di AstraZeneca. "Entro Pasqua prima dose a tutti gli over 80", ha annunciato. In regione sono 4.490 i nuovi contagi su 59.009 tamponi effettuati

Il nuovo LIVE con tutti gli aggiornamenti di oggi in Lombardia

 

"Questa settimana, se dovessimo tornare a vaccinare anche AstraZeneca, dovremmo raggiungere il milione di cittadini che hanno ricevuto almeno la prima dose, che è già una copertura molto importante". Lo ha detto il direttore generale del Welfare di Regione Lombardia, Giovanni Pavesi, nel corso della sua audizione nella commissione Sanità del Consiglio Regionale.

Oggi sono 4.490 i nuovi contagi registrati in Lombardia su 59.009 tamponi effettuati.

Intanto, a Viggiù si registrano solo 10 nuovi positivi dopo la vaccinazione di massa. (TUTTI GLI AGGIORNAMENTI - MAPPE E GRAFICI DEI CONTAGI)

19:40 - Ats Bergamo, iniziata lenta discesa curva pandemica

L'incremento dei casi positivi nell'ultima settimana in provincia di Bergamo è stato pari a +25, contro i +630 della settimana prima, con un incremento percentuale del +1% rispetto al precedente +33%. Lo rende noto Ats Bergamo. Ciò potrebbe rappresentare un segnale iniziale, ancorché timido, di un iniziale rallentamento dell'incremento della curva epidemica - rileva Ats -. Il valore di incidenza complessivo settimanale, a livello provinciale, sale dai 190 casi della scorsa settimana a 197 per 100.000 abitanti. Le aree critiche sono rappresentate tuttora dagli Ambiti confinanti con la provincia di Brescia e con quella di Cremona". Tra i 15 comuni dell'area Est della provincia inseriti anticipatamente rispetto al resto della provincia nel percorso di vaccinazione anti-Covid, 8 presentano un decremento di nuovi casi rispetto alla settimana precedente.

19:09 - Vaccini in Lombardia, al via campagna pazienti vulnerabili

La vicepresidente e assessore al Welfare di Regione Lombardia, Letizia Moratti e l'assessore regionale alla Famiglia, Solidarietà sociale, Disabilità e Pari opportunità, Alessandra Locatelli, hanno incontrato questa mattina le associazioni del Terzo Settore per condividere la strategia che sarà messa in campo, nei prossimi giorni, per vaccinare i lombardi estremamente vulnerabili o con gravi disabilità. Mentre in molte strutture diurne e residenziali del territorio lombardo, la campagna di somministrazione dei vaccini anti Covid-19 è quasi giunta a completamento, sta infatti per partire la somministrazione dei vaccini ai pazienti seguiti dai Centri di Riferimento specialistici presso le strutture ospedaliere, pubbliche e private, della Lombardia. Subito dopo, si partirà con la vaccinazione delle persone con gravi disabilità assistite presso il domicilio. La Asst Nord Milano si sta già preparando a vaccinare i pazienti più vulnerabili in carico a partire da martedì 23 marzo presso l'Ospedale di Sesto San Giovanni, garantendo dalle 75 alle 150 vaccinazioni di pazienti alla settimana a cui si aggiungono le vaccinazioni per altrettanti caregiver. Nei prossimi giorni, anche le altre strutture ospedaliere della Lombardia partiranno con l'offerta del vaccino ai propri pazienti più vulnerabili e disabili gravi, comunicando a ciascuno la data dell'appuntamento per la somministrazione, sulla base della quantità di vaccini resi disponibili settimanalmente. Il coinvolgimento delle associazioni è previsto invece per tutti i disabili gravi che sono accuditi al domicilio. Il Terzo Settore collaborerà insieme con i Comuni, infatti, con le Ats e le Asst nella stesura degli elenchi e nel supporto alla adesione alla campagna vaccinale da parte di questi cittadini. "La vaccinazione delle persone con elevata fragilità rappresenta una priorità per Regione Lombardia - commenta Letizia Moratti -. Questi cittadini devono essere vaccinati il prima possibile e sono certa che grazie alla preziosa collaborazione delle associazioni del Terzo Settore riusciremo a superare questo momento difficile senza che nessuno venga lasciato indietro".

17:00 - In Lombardia 4.490 nuovi casi su 59.009 tamponi

Con 59.009 tamponi effettuati, sono 4.490 i nuovi casi positivi in Lombardia, con il tasso di positività in calo al 7.6% (ieri 8.6%). Aumentano i ricoverati in terapia intensiva (+16, 781) e negli altri reparti (+167, 6.641). I decessi sono 79 per un totale complessivo di 29.459 morti in regione dall'inizio della pandemia. Per quanto riguarda le province, sono 1.050 i nuovi positivi nella città metropolitana di Milano, di cui 447 a Milano città, 949 a Brescia, 432 a Varese, 416 a Monza e Brianza, 295 a Como, 291 a Bergamo, 275 a Pavia, 227 a Mantova, 180 a Cremona, 125 a Lecco, 73 a Lodi e 72 a Sondrio.

15:26 - Anci Lombardia, domani minuto silenzio in tutti Comuni

Anci Lombardia rilancia l'invito del presidente nazionale "Decaro per la partecipazione degli amministratori comunali alla prima giornata nazionale in memoria delle vittime dell'epidemia da coronavirus, che si celebrerà domani 18 marzo". Il presidente lombardo dell'associazione dei Comuni Mauro Guerra ha infatti invitato 'tutti i Sindaci lombardi a partecipare domani, prima giornata nazionale in memoria delle vittime del coronavirus, con un minuto di silenzio da osservare alle 11, in concomitanza con l'arrivo a Bergamo del presidente del Consiglio dei ministri, Draghi, al cospetto della bandiera italiana a mezz'asta". "I Comuni lombardi hanno svolto e svolgono un lavoro straordinario a supporto delle comunità, adoperandosi senza fatica anche per vincere la grande sfida della campagna di vaccinazione in corso. Le difficoltà sono tante - ha sottolineato - ma i Sindaci e tutti gli amministratori sono impegnati, con tenacia, determinazione e grande senso di responsabilità, nello spirito di una collaborazione leale e virtuosa tra le istituzioni. Il mio pensiero va anche a tutti gli amministratori locali che in questo ultimo anno, con spirito di sacrificio, hanno perso la vita mettendo al servizio dei cittadini tutto il loro impegno e le loro forze senza mai risparmiarsi. Il ricordo e l'omaggio alle nostre cittadine e cittadini che sono stati vittima della pandemia, il ricordo e la consapevolezza dei lutti e delle sofferenze, servano come monito a non abbassare la guardia e come ulteriore sprone all'impegno di tutti per portare il nostro Paese fuori dall'emergenza".

14:38 - Vaccini in Lombardia, accordo con privati, coop medici e Avis

Potenziare l'offerta vaccinale e salvaguardare il livello di prestazioni erogate dalle strutture sanitarie, anche per l'espletamento di tutte le altre attività non correlate con la pandemia. Questi gli obiettivi delle tre delibere approvate dalla Giunta regionale della Lombardia, che prevedono degli accordi con strutture sanitarie e sociosanitarie private, con Avis e con le cooperative dei medici di medicina generale per l'attuazione del piano vaccinale Covid-19. "L'intesa raggiunta con le strutture private accreditate - ha commentato la vice presidente e assessore al Welfare di Regione Lombardia, Letizia Moratti - consentirà la prosecuzione dell'attività di vaccinazione senza pregiudicare il livello di prestazioni ambulatoriali e, allo stesso tempo, riconoscendo lo sforzo organizzativo delle strutture per l'allestimento dei punti vaccinali". L'impegno si concretizzerà nello stanziamento di ulteriori 32 milioni di euro destinati nello specifico alle attività di somministrazione. Sarà inoltre prevista l'individuazione di una specifica funzione non tariffata da riconoscere a tutti gli erogatori a fronte dell'attivazione degli ambulatori vaccinali per le inoculazioni anti Covid-19. Complessivamente, le risorse previste nella delibera di Giunta sono pari a 48 milioni nell'ambito degli importi già stanziati in Bilancio.

14:15 - A Brescia cerimonia in ricordo vittime pandemia

Si terrà domani alle 10.30, al cimitero Vantiniano, la cerimonia di ricordo delle vittime bresciane della pandemia, in occasione della prima giornata nazionale istituita dal Parlamento. Alla commemorazione saranno presenti il Sindaco Emilio Del Bono, la Vice Sindaco Laura Castelletti e il Vescovo di Brescia Mons. Pierantonio Tremolada che impartirà la benedizione ai defunti. Sarà eseguito il "silenzio fuori ordinanza" e non è prevista la presenza del pubblico. Raccogliendo l'appello dell'Associazione Nazionale Comuni Italiani alle 11, in concomitanza con l'arrivo a Bergamo del Presidente del Consiglio dei Ministri Mario Draghi, il Sindaco Del Bono osserverà un minuto di silenzio davanti a palazzo Loggia, dove sarà esposta la bandiera a mezz'asta.

13:17 - AstraZeneca, Bertolaso: “Credo che domani si riprenderà”

"Credo che domani si potranno riprendere le vaccinazioni con AstraZeneca". Lo ha detto da Brescia Guido Bertolaso, che ha visitato il centro Fiera, prossimo hub della provincia. "È un vaccino testato, somministrato a più di 15 milioni di persone in Inghilterra. Mia figlia - ha aggiunto Bertolaso - vive in Inghilterra e lo farà. Non ci sono riscontri che il vaccino AstraZeneca abbia causato morti”.

12:50 - Caso AstraZeneca non prolungherà campagna

"A causa della sospensione del vaccino AstraZeneca, abbiamo bloccato la somministrazione dei vaccini a circa 30mila insegnanti ai quali era già stato fissato l'appuntamento in questi tre giorni. Con ottimismo, abbiamo mantenuto attivi gli appuntamenti già fissati per venerdì, sabato e domenica. Per quanto riguarda quelli saltati, dovremo essere in grado, nel giro di una settimana, magari allargando qualche orario, di farli. Non ci saranno prolungamenti del programma vaccinale". Lo ha detto il direttore generale del Welfare di Regione Lombardia, Giovanni Pavesi, nel corso della sua audizione nella commissione Sanità del Consiglio Regionale.

12:48 - Migliorano le condizioni di Giorgio Lamberti

Migliorano le condizione di Giorgio Lamberti, l'ex campione di nuoto, 52 anni, ricoverato per covid da due settimane agli Spedali Civili di Brescia, dove è stato anche in terapia sub intensiva. "Sono ancora ricoverato ma ora sto facendo riabilitazione" ha detto all'ANSA Lamberti. "Stamattina mi sono pesato e sono 90 chili. Ero 98 prima del Covid" ha aggiunto Lamberti che aspetta di conoscere l'esito del tampone per sapere se si è negativizzato. "È stata dura" ammette. "Da cinque giorni mangio però con appetito e spero di essere finalmente uscito dalla tempesta”.

12:06 - Dg Welfare: vicini a traguardo del milione di prime dosi

"Questa settimana, se dovessimo tornare a vaccinare anche AstraZeneca, dovremmo raggiungere il milione di cittadini che hanno ricevuto almeno la prima dose, che è già una copertura molto importante". Lo ha detto il direttore generale del Welfare di Regione Lombardia, Giovanni Pavesi, nel corso della sua audizione nella commissione Sanità del Consiglio Regionale. Per quanto riguarda l'utilizzo dei vaccini, Pavesi ha spiegato che, al momento, è stato somministrato l'87% del vaccino Pfizer ricevuto, il 50% del vaccino Moderna in magazzino e il 36% del vaccino AstraZeneca a disposizione.

11:55 - Vaccini, entro Pasqua prima dose a tutti over 80

"Entro domani invieremo la conferma di prenotazione per la vaccinazione di altri 300mila over 80 lombardi. Arriveremo quindi ad una quota tra il 65% e il 70% delle persone che si sono accreditate. Questo dovrebbe tranquillizzare le persone che non hanno ancora ricevuto nessuna comunicazione. Crediamo entro il 5 o il 6 di aprile, appena dopo Pasqua, di concludere la prima vaccinazione per gli over 80". Lo ha detto il direttore generale del Welfare di Regione Lombardia, Giovanni Pavesi, nel corso della sua audizione nella commissione Sanità del Consiglio Regionale. "Nonostante gli ultimi svarioni di Aria, di cui ci scusiamo molto, riteniamo che i disguidi dovrebbero essere ormai in fase conclusiva. Dovremmo avere assestato il sistema delle prenotazioni", ha detto.

9:47 - Solo 10 positivi a Viggiù dopo vaccinazione di massa

Solo 10 casi positivi a Viggiù contro i 100 riscontrati tra la popolazione del paese della Valceresio quando esplose il focolaio e furono fatti tamponi di massa. Lo segnala 'La Prealpina'. Ad abbattere la curva del contagio, con 10 nuovi casi secondo i dati di Ats, la vaccinazione di massa combinata alla zona rossa. "La notizia - commenta su Facebook il sindaco Emanuela Quintiglio - è sicuramente positiva e ci fa davvero ben sperare di riuscire a raggiungere l'ambito primato di paese COVID free, ma non è ancora il momento di abbandonare le cautele e trascurare le prescrizioni indispensabili per contenere i contagi!". Per quanto riguarda la somministrazione della seconda dose vaccinale, "attendiamo aggiornamenti da parte di ATS sul luogo e i tempi di somministrazione della stessa. Ho, come voi, appreso dalla stampa la notizia della temporanea sospensione del vaccino Astrazeneca e non sono, quindi, in grado di darvi ulteriori informazioni a riguardo pur restando fiduciosa che a breve - conclude il sindaco - giunga un definitivo chiarimento”.

7:31 - In Lombardia aumentano i ricoveri, 91 decessi

Con 49.068 tamponi eseguiti, è di 4235 il numero di nuovi positivi in Lombardia, una percentuale che scende all'8,6% (ieri era il 10,1%). In aumento sono invece ancora i ricoveri. In terapia intensiva sono arrivati a 765, 37 più di ieri, e negli altri reparti a 6.474 (+276). Mentre i decessi sono 91, per un totale da inizio pandemia di 29.380. Per quanto riguarda le province, a Milano si sono verificai 968 casi positivi, a Varese 677, a Brescia 609, a Como 395, a Monza 308, a Bergamo 262, a Mantova 253, a Cremona 169, a Pavia 166, a Sondrio 148, a Lecco 115 e a Lodi 67.

Milano: I più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24

Fai login per ottenere il meglio subito

Accedi con il tuo Sky ID o registrati in pochi istanti.