Covid, in provincia di Milano registrati 1.426 casi

Lombardia
©Fotogramma

Seguono le province Brescia con 869, Monza con 750, Bergamo con 438. E poi ancora Pavia con 421, Como con 379, Varese con 349, Cremona con 332, Mantova con 326, Lecco con 246, Sondrio con 90 e Lodi con 84

Il nuovo LIVE con tutti gli aggiornamenti di oggi in Lombardia

 

Continuano a crescere i ricoveri per Covid in Lombardia dove con 59.378 tamponi eseguito si sono registrati 5.809 nuovi casi positivi. Per quanto riguarda le Province, prima per nuovi contagi è Milano con 1.426 casi

Settanta suore dell'Istituto della Nigrizia di Buccinigo di Erba, sono risultate positive al Coronavirus, un focolaio che si aggiunge ai numeri alti del contagio nella cittadina. "Non sono in grado di dare risposte ai cittadini. Il sistema di vaccinazione non ha superato la prova dei fatti”, ha scritto il sindaco in una lettera indirizzata al governatore Attilio Fontana.

Traffico all'esterno dell'aeroporto di Linate, a Milano. Una lunga coda di auto si è formata stamattina quando alle persone che si sono recate nello scalo per effettuare i tamponi Covid si sono sommate quelle in partenza (TUTTI GLI AGGIORNAMENTI - MAPPE E GRAFICI DEI CONTAGI)

19:24 - Vaccini: Atr, alberghi a disposizione ma priorità a dipendenti

Anche gli alberghi milanesi che aderiscono a Atr Milano, associazione in seno a Confesercenti, si mettono a disposizione del piano vaccinale, con un 'do ut des': "siamo disponibili ad aprire le nostre strutture a medici di base e associazioni di volontariato impegnate nella campagna vaccinale che non dovessero disporre di spazi adeguati" dichiara il presidente di A, Rocco Salamone ma "chiediamo priorità per i nostri lavoratori maggiormente esposti in modo da creare percorsi di sicurezza per accogliere visitatori dall'estero".

17:47 - In provincia di Milano 1.426 casi

Continuano a crescere i ricoveri per Covid in Lombardia dove con 59.378 tamponi eseguito si sono registrati 5.809 nuovi casi positivi. I pazienti in terapia intensiva sono 694, 25 più di ieri, e negli altri reparti sono 6068, 159 più di ieri. Sono 66 i decessi, che portano il totale da inizio pandemia a 29.159. Per quanto riguarda le Province, prima per nuovi contagi è Milano con 1.426 casi, seguita da Brescia con 869, Monza con 750, Bergamo con 438. E poi ancora Pavia con 421, Como con 379, Varese con 349, Cremona con 332, Mantova con 326, Lecco con 246, Sondrio con 90 e Lodi con 84.

17:45 - Morto per Covid il fotografo Giovanni Gastel

È morto il fotografo Giovanni Gastel. 65 anni era ricoverato in condizioni già gravissime al fiera di Milano per Covid. La notizia del decesso dal suo ufficio stampa. Figlio di Giuseppe Gastel e Ida Visconti di Modrone, nipote di Luchino Visconti, Gastel si è affermato come fotografo di moda, per poi occuparsi anche di progetti con fini artistici e di ritratti. Fra le personalità che ha immortalato Barack Obama, Maradona e Fiorello, da Pino Daniele a Johnny Depp. Sue le immagini della campagna pubblicitaria di Chiara Boni con Malika Ayane a cui ha dedicato un post su Facebook la scorsa settimana. Il MAXXI a Roma recentemente gli aveva dedicato la mostra 'Giovanni Gastel. The People I like'

17:13 - Milano, cena al ristorante con camerieri: tutti multati

Erano in 14 seduti a tavola a farsi servire la cena da tre camerieri ieri sera in un ristorante di via Romagnosi, nel centro di Milano, a pochi metri dalla Scala quando è arrivata la polizia che ha multato il proprietario e chiuso il locale cinque giorni. Nella sola giornata di ieri sono state oltre mille i controlli con interventi per far mantenere alle persone la distanza sociale alle Colonne di San Lorenzo, in Darsena e a Brera, alcuni cioè dei luoghi simbolo della Movida.

16:25 - A Milano tanta gente per shopping e aperitivo

I milanesi si godono gli ultimi giorni di libertà prima che in città, come in tutta la Lombardia, scatti da lunedì la zona rossa per i contagi da Covid. Nel pomeriggio tante persone si sono riversate in centro per un po' di shopping nei negozi che da lunedì dovranno riabbassare le serrande. Tante persone hanno scelto di passeggiare e fare le ultime compere in corso Vittorio Emanuele e in piazza Duomo, oltre che in via Torino. Molti, soprattutto giovani, si sono invece ritrovati alla Darsena per l'aperitivo da asporto. La zona è presidiata dalle forze dell'ordine per evitare che si raduni una folla come è accaduto durante gli scorsi weekend. Le persone passeggiano sorseggiando i loro drink oppure si siedono in gruppi sulle gradinate che danno sullo specchio d'acqua. 

16:23 - Zangrillo: "Tanti in ospedale per terapie casa assenti"

"Per l'abbandono del paziente e il cortisone alla prima linea di febbre, l'Italia va in rosso": si scaglia contro le cure a casa "assenti o sbagliate" Alberto Zangrillo, primario dell'Unità operativa di Anestesia e Rianimazione dell'ospedale San Raffaele in un post su Facebook. "La maggioranza degli accessi Covid-19 in Pronto Soccorso - ha scritto - sono causati da terapie domiciliari assenti o sbagliate. Per l'abbandono del paziente e il cortisone alla prima linea di febbre, l'Italia va in rosso".

14:52 - Folla in Darsena in serata, dispersa da vigili

Cinque macchine della Polizia Locale di Milano sono intervenute ieri sera intorno alle 20 per disperdere duecento ragazzi, divisi in vari gruppi, che stavano consumando cibo d'asporto lungo la Darsena. Lo ha reso noto il Comune di Milano in una nota. Un altro intervento è stato effettuato in zona Brera - Fiori chiari intorno alle 21.30 per allontanare un centinaio di ragazzi che stavano consumando bevande in strada. Entrambi gli interventi sono avvenuti senza tensioni. Nella giornata di ieri i controlli dell'Unità Annonaria della Polizia locale di Milano hanno portato alla sospensione dell'attività per due ristoranti che stavano effettuando servizio al tavolo per alcuni clienti. 

12:28 - Assembramenti e feste, decine di multe a Milano

Si succedono, a Milano, gli assembramenti e le feste di giovani e meno giovani, che hanno portato all'emissione di decine di sanzioni. I carabinieri, ieri pomeriggio, in piazza del Duomo, hanno controllato e identificato 90 persone, contravvenzionando 17 giovani tra i 16 e i 20 anni trovati al di fuori del proprio comune di residenza senza giustificato motivo. In serata, sempre i Carabinieri, a seguito di numerose segnalazioni di assembramento, sono intervenuti in piazzale Archinto, dove hanno identificato e segnalato per inosservanza delle misure anti-Covid 23 persone (tra i 20 e i 28 anni, tutti italiani, molti dei quali studenti universitari) che stavano insieme consumando alcolici, e il proprietario di un pub, che li vendeva in violazione della normativa. Durante la notte, invece, i militari del Nucleo Radiomobile sono intervenuti in via Appiani dove era stata segnalata una festa in un appartamento identificando 21 persone, tutti studenti di età compresa tra i 20 e i 24 anni, che stavano facendo una festa a casa di uno di loro. Sono stati tutti sanzionati e allontanati. Altri interventi per cene o festicciole sono stati fatti sempre la scorsa notte in corso Vercelli, in via Melzi D'Eril e a Cesano Boscone (Milano).

10:45 - Focolaio in un convento nel Comasco, 70 suore positive

Settanta suore dell'Istituto della Nigrizia di Buccinigo di Erba, sono risultate positive al Coronavirus. Un focolaio importante che si aggiunge ai numeri alti del contagio nella cittadina. Lo riportato la Provincia di Como e il Corriere di Como. Il sindaco Veronica Airoldi, riporta la Provincia, ha anche indirizzato una lettera al governatore Attilio Fontana, al suo vice, Letizia Moratti, e ai direttori generali di Asst Lariana e Ats Insubria protestando per i ritardi nella campagna vaccinale. "Non sono in grado di dare risposte ai cittadini - scrive - Il sistema di vaccinazione non ha superato la prova dei fatti. Centinaia di cittadini erbesi sono in vana attesa di una chiamata o di un sms da diverse settimane. Mi risulta che le convocazioni avvengano a singhiozzo e inspiegabilmente non venga rispettato l'ordine di età". Le suore, un centinaio, sono in isolamento all'interno della loro struttura residenziale, l'Istituto suore della Nigrizia, dove vengono curate dai medici: nessuna ha avuto bisogno del trasporto in ospedale.

9:30 - Tamponi e partenze, traffico in tilt a Linate

Lunga coda di auto questa mattina all'esterno dell'aeroporto di Linate, a Milano. Alle persone che si recano nello scalo per effettuare i tamponi Covid, infatti, si sommano quelle in partenza. Il traffico è paralizzato, secondo quanto appreso sul posto, perché risulta scaduto "l'accordo con la Polizia locale per la gestione della circolazione in zona aeroporto", come affermano alcuni agenti. Nessuno quindi regola la gestione delle autovetture tra chi deve andare in aeroporto e chi invece deve effettuare il tampone. La convenzione prevede che la Polizia Locale di Milano faccia servizio in aeroporto in convenzione con il Comune di Segrate. Sul posto solo una pattuglia della Guardia di Finanza impegnata come personale all'interno dello scalo.

8:08 - In provincia di Milano 1.617 casi: 592 in città

Con 60.954 tamponi effettuati, sono 6.262 i nuovi positivi in Lombardia, con il tasso di positività al 10,4%. Aumentano i ricoveri sia in terapia intensiva (+22, 667) che negli altri reparti (+191, 5.909). I decessi sono 89 per un totale complessivo di 29.093 morti in regione dall'inizio della pandemia. Tra le province, la città metropolitana di Milano è la più colpita con 1.617 casi, di cui 592 a Milano città, seguita da Brescia (1.118), Varese (610), Como (507), Bergamo (467), Monza e Brianza (449), Mantova (382), Pavia (348), Cremona (250), Lecco (197), Sondrio (96) e Lodi (90).

Milano: I più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24

Fai login per ottenere il meglio subito

Accedi con il tuo Sky ID o registrati in pochi istanti.