Covid Lombardia, partita la campagna vaccinale per il personale scolastico

Lombardia
©Ansa

Migliaia gli insegnanti, assistenti e personale amministrativo che la settimana scorsa avevano prenotato sul portale dedicato, sono stati convocati nei centri vaccinali per la prima delle due somministrazioni Astra Zeneca. Oggi in regione si registrano 2.301 nuovi casi su 22.996 tamponi

Il nuovo LIVE con tutti gli aggiornamenti di oggi in Lombardia

 

Ha preso il via in mattinata in tutta la Lombardia la campagna vaccinale riservata al personale scolastico. Migliaia gli insegnanti, assistenti e personale amministrativo che la settimana scorsa avevano prenotato sul portale dedicato, sono stati convocati oggi nei centri vaccinali per la prima delle due somministrazioni Astra Zeneca.

In Lombardia oggi si registrano 2.301 nuovi casi a fronte di 22.996 tamponi eseguiti.

Situazione critica a Brescia, in particolare agli Spedali Civili, dove le terapie intensive sono sature al 90%. (TUTTI GLI AGGIORNAMENTI - MAPPE E GRAFICI DEI CONTAGI)

19:26 - Fontana a sottosegretario Costa: “Occorre accelerare sui vaccini”

Nel pomeriggio, il presidente di Regione Lombardia, Attilio Fontana e la vice presidente e assessore al Welfare Letizia Moratti, hanno incontrato a Palazzo Lombardia il neo sottosegretario alla Salute Andrea Costa. "Sono molto lieto - ha detto Fontana - che il nuovo sottosegretario alla Salute, Andrea Costa, abbia scelto per la sua prima visita ufficiale la Regione Lombardia, con la quale si è detto disponibile a una collaborazione diretta. Con la vicepresidente Moratti abbiamo rappresentato, inoltre, la necessità di un'accelerazione delle autorizzazioni degli altri vaccini disponibili sul mercato”.

18:50 - A Brescia terapie intensive sature al 90%

Continuano ad aumentare i ricoveri agli Spedali civili di Brescia. Nella giornata di venerdì erano 401 i posti letto occupati: ad oggi sono 431 i pazienti ricoverati, di cui 35 in terapia intensiva. "Il tasso di saturazione in terapia intensiva (che nel resto della Lombardia è del 40%) si è assestato da circa 5 giorni ad oltre il 90%, nonostante la regolare apertura di nuovi posti" fa sapere la direzione del Civile.

18:32 - Bimbi sotto palazzo Lombardia: “Casa non è scuola”

"La mia casa non è una scuola" era scritto sui cartelli retti da alcuni bambini nella manifestazione che si è tenuta nel pomeriggio sotto Palazzo Lombardia, organizzata da un gruppo di mamme "per protestare contro le chiusure delle scuole e per chiedere che siano di nuovo, come sempre sono state, luogo aperto e protetto per tutti i bambini dove poter studiare, imparare, stare insieme". Sotto palazzo Lombardia si sono radunati genitori e bambini, con tanti cartelli "per ricordare alle istituzioni - spiegano le promotrici - che i bambini non sono da considerarsi un pericolo" perché "i dati evidenziano che le scuole sono un luogo sicuro, i contagi avvenuti negli istituti scolastici sono pressoché zero". E per far presente alle istituzioni che "i bambini si sono adattati di buon grado a tutte le disposizioni ricevute e ora il loro impegno non può essere cancellato con l'ennesima privazione della socialità a cui hanno sacrosanto diritto".

17:30 - In Lombardia 2.301 nuovi casi su 22.996 tamponi

Con 22996 tamponi effettuati è di 2301 il numero di nuovi casi positivi al Coronavirus registrati in Lombardia, una percentuale quindi del 10% (ieri era il 10,3). Restano in crescita i ricoveri; i pazienti in terapia intensiva sono 597 (24 più di ieri) e negli altri reparti arrivano a 5,200 (+142). Sono invece 52 i decessi, che portano il totale da inizio epidemia a 28.790. Per quanto riguarda le province, 676 casi sono stati segnalati a Milano, 485 a Brescia, 309 a Monza, 199 a Bergamo, 152 a Como, 85 a Varese, 84 a Cremona, 65 a Sondrio, 63 a Lecco, 62 a Mantova, 43 a Pavia e 36 a Lodi.

17:09 – Cecchetti: “In Lombardia più 830mila vaccini, basta polemiche”

"Non passa giorno senza una polemica fondata sul nulla più totale da parte di un esponente regionale del Pd. Oggi è il turno del segretario regionale Vinicio Peluffo per cui bartalianamente è 'tutto sbagliato, tutto da rifare'. Facciamo notare che la Lombardia ha già vaccinato oltre 830 mila persone e che oggi è regolarmente partita la campagna vaccinale riservata agli insegnanti e al personale scolastico, una campagna che ha già raccolto 138mila adesioni". Lo afferma, in una nota, Fabrizio Cecchetti, vice capogruppo della Lega alla Camera dei Deputati e coordinatore della Lega Lombarda per Salvini Premier. "Ci sono stati disguidi tecnici? Ci sono sempre, stiamo parlando di una campagna vaccinale di massa e lo ripeto ad oggi abbiamo oltre 830 mila persone già vaccinate in Lombardia. Stiamo tutti lavorando giorno e notte, al Governo nazionale a Roma - e infatti proprio oggi il ministro Giorgetti ha annunciato di aver liberato 200 milioni da investire immediatamente nella riconversione industriale per la produzione nazionale di vaccini - e qui in Regione Lombardia, per implementare e velocizzare la campagna vaccinale e poter vaccinare tutti i lombardi nell'arco di pochi mesi", prosegue il parlamentare. "Rivolgo nuovamente un appello alla comune responsabilità al Pd - conclude Cecchetti - remiamo tutti nella stessa direzione in questo momento così delicato ed evitiamo di perdere tempo con queste polemiche inutili".

16;38 - Gori: “Pandemia ha valorizzato donne in alcuni settori”

"La pandemia ha evidenziato e spesso aggravato il divario tra uomini e donne. Ha però valorizzato il ruolo delle donne in alcuni settori (la sanità) e fatto intravedere le potenzialità legate ad un diverso equilibrio nei carichi familiari". Lo scrive su twitter, in occasione dell'8 marzo, il sindaco di Bergamo Giorgio Gori, per il quale "È questa la strada dell'equità".

16:32 - Apre hub a CremonaFiere, oggi 764 vaccinati

È attivo da oggi l'hub nella sede di CremonaFiere per la campagna vaccinale anti Covid dell'Ospedale di Cremona e nel primo giorno sono state somministrate 764 dosi. Il polo fieristico ha messo a disposizione del territorio gli ampi spazi del padiglione 1 che permettono di rispettare le regole anti contagio. "Questa collaborazione fra le principali realtà cittadine è fondamentale per rispondere all'esigenza di essere concreti e tempestivi - ha detto il presidente di CremonaFiere Roberto Biloni - consentendo una procedura di vaccinazione rapida per la messa in sicurezza della salute dei cittadini oltre ad accorciare i tempi per la ripresa anche economica". Il risultato è il frutto di una sinergia tra i vertici di CremonaFiere, Biloni e De Bellis, la Direzione dell'ASST di Cremona e l'ATS della Val Padana, in condivisione con il Comune e la Provincia di Cremona. In termini di sicurezza e coordinamento, fondamentale è stato il contributo del Prefetto Vito Danilo Gagliardi, del Questore Carla Melloni e della Protezione Civile che svolgerà un ruolo attivo per tutta la durata della campagna. "L'intera procedura dura mezz'ora - spiega il Direttore di CremonaFiere Massimo De Bellis-. L'accessibilità del quartiere fieristico è un elemento determinante. Partendo dal parcheggio esterno della Fiera per gli utenti e da un parcheggio interno per anziani e disabili si giunge al padiglione 1 per poi proseguire con la reception e l'accoglienza, la zona di sosta per l'anamnesi con gli operatori sanitari, la compilazione della modulistica e l'attesa pre-vaccino, il vaccino, le postazioni amministrative e l'attesa post vaccino”.

14:35 - Vaccini, in Lombardia finora somministrate 832.327 dosi

In Lombardia sono finora state somministrate 832.327 dosi di vaccino anti-Covid. Di queste 552.733 sono prime dosi e 279.594 sono seconde dosi. Gli over 80 che hanno diritto alla vaccinazione, in Lombardia, sono 725.923, di questi hanno aderito 575.219 (79%). A questa mattina sono stati vaccinati 124.054 aderenti, pari al 22% del totale. Dall'inizio della campagna over 80 del 18 febbraio, sono state somministrate complessivamente (1° e 2° dose) a questa categoria di cittadini 130.977 vaccini. Ieri hanno ricevuto la prima dose di vaccino anti-Covid 4.216 anziani over 80, a cui si aggiungono gli 88 che hanno ricevuto la seconda dose, per un totale di 4.304 dosi somministrate. La vaccinazione under 80 ieri ha riguardato 5.630 persone. Complessivamente nella giornata di ieri sono state somministrate 9.934 dosi di vaccino anti-Covid. Ad oggi, inoltre, sono 137.469 le adesioni del personale scolastico.

12:25 - Partita in Lombardia la campagna vaccinale riservata al personale scolastico

Ha preso il via in mattinata in tutta la Lombardia la campagna vaccinale riservata al personale scolastico. Migliaia gli insegnanti, assistenti e personale amministrativo che la settimana scorsa avevano prenotato sul portale dedicato, sono stati convocati oggi nei centri vaccinali per la prima delle due somministrazioni Astra Zeneca. Tutto è filato liscio, anche se in qualche singolo caso, è capitato che persone che avevano ricevuto regolarmente l'sms dal sistema, poi in realtà non figurassero negli elenchi delle persone da vaccinare. All'ospedale in Fiera di Milano, i primi insegnanti sono stati vaccinati alle 8:30 di questa mattina dal personale del Policlinico, i quali entro le 18:30 somministreranno le dosi per circa 1.100 docenti. "È andata bene - spiega Maria Chiara Galliano, professoressa all'Istituto Grassi di Saronno -, non c'era nemmeno tanta coda. Anche a livello di prenotazione non ho avuto problemi e l'Sms mi è arrivato 48 ore prima della vaccinazione. Ora mi sento più serena, anche se continuerò ad adottare tutte le precauzioni seguite finora. Mi sento anche fortunata perché nessuna delle mie colleghe della scuola di Saronno ha già ricevuto un appuntamento". Un po' di coda in più, invece, al Museo della Scienza e della Tecnica Leonardo Da Vinci, dove nella giornata odierna una ventina tra medici e infermieri dell'ospedale Multimedica San Giuseppe, saranno chiamati a vaccinare 500 insegnanti. Due le postazioni attualmente operative, ma potrebbero diventare anche quattro nella fase massiva della campagna vaccinale, in grado di somministrare dosi a dieci persone in altrettanti minuti, in pratica una persona al minuto. Una volta giunti al centro vaccinale, tutti gli insegnanti sono chiamati ad effettuare una verifica anagrafica, per poi dover compilare una scheda anamnestica e poter poi accedere alla sala d'attesa al vaccino; dopo un'ulteriore verifica sui dati comunicati con un medico, si passa poi alla vera e propria somministrazione, seguita da 15 minuti di attesa.

12:08 - Secondo focolaio in struttura religiosa a Codogno

All'istituto di suore Missionarie del Sacro Cuore di Gesù di Codogno si registra un nuovo focolaio di covid-19. Nella struttura sono risultate positive al virus 16 suore su un totale di 19 religiose e tre di loro, ultraottantenni, sono state ricoverate in ospedale. Positivi anche 9 dipendenti sui 15 totali. La prima persona a star male nell'istituto è stata un'operatrice qualche giorno fa. All'interno della casa di riposo della stessa struttura si era già registrato un focolaio nei primi mesi del 2020.

10:43 - Con vaccinazione di massa Viggiù punta a essere primo paese Covid free

Con la vaccinazione di massa della scorsa settimana che ha coinvolto quasi tutti gli abitanti maggiorenni, mentre già si predispone il piano per la seconda dose, Viggiù, in provincia di Varese, si candida ad essere uno dei primi paesi 'covid free' in Italia. "Ovviamente dobbiamo mantenere tutte le precauzioni, non possiamo tralasciare le attenzioni fin qui seguite - ha detto il sindaco Emanuela Quintiglio -, ma sono fiduciosa, non solo siamo diventati un modello nazionale per il piano vaccinale, ma se prosegue così mi sento di aggiungere che per l'estate qui saremo tranquilli, e invito chi cerca un posto di villeggiatura a venirci a visitare". La vaccinazione di massa, preceduta da uno screening collettivo, è stata decisa dopo che nel paese si erano registrati vari focolai di infezione e soprattutto erano state rilevate diverse varianti, come quella scozzese individuata per la prima volta in Italia.

7:10 - In Lombardia 4.397 casi su oltre 42mila tamponi

In Lombardia sono 4.397 i nuovi casi con 42.591 tamponi effettuati con il tasso di positività in crescita al 10.3%. Aumentano sia i ricoverati in terapia intensiva (+8, 573) che negli altri reparti (+124, 5.058). I decessi sono 33 per un totale complessivo di 28.738 morti in regione dall'inizio della pandemia. La provincia di Brescia torna a essere la più colpita con 1.228 positivi, seguita dalla città metropolitana di Milano (1.096), Monza e Brianza (381), Bergamo (369), Pavia (233), Mantova (205), Lecco (176), Como (166), Cremona (161), Varese (114), Lodi e Sondrio (51).

Milano: I più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24

Fai login per ottenere il meglio subito

Accedi con il tuo Sky ID o registrati in pochi istanti.