Covid Lombardia, Bertolaso: “Dopo over 80 vaccini a chi lavora”

Lombardia
©Ansa

"Non si può continuare a scendere seguendo la fascia anagrafica, il Paese deve ripartire", ha dichiarato il consulente per il piano vaccinale regionale

"Fermo restando che medici, infermieri, ospiti e personale delle Rsa devono essere vaccinati, ci sta anche che si facciano agli over 80. Ma poi non si può continuare a scendere seguendo la fascia anagrafica”. A dirlo è Guido Bertolaso, consulente della Regione Lombardia per il piano vaccinale, che in un’intervista all’Eco di Bergamo ha espresso la propria convinzione in merito al fatto che si debba immunizzare, non appena possibile, chi lavora. La sua premessa, spiega, è che "il Paese deve ripartire. Quindi sotto con chi sta in fabbrica, chi si muove, chi non ha potuto lavorare in questi mesi come bar e ristoranti”. (COVID: TUTTI GLI AGGIORNAMENTI - MAPPE E GRAFICI DEL CONTAGIO - LOMBARDIA IN ZONA ARANCIONE)

“C’è da aspettarsi che situazione si aggravi con varianti”

leggi anche

Covid Lombardia, a Viggiù da oggi vaccinazione di massa

Bertolaso ha poi fatto il punto sui contagi in regione, esprimendo il timore che la situazione "si aggravi ancora per le diverse varianti. Per esempio con quella inglese la distanza di sicurezza aumenta a dismisura. Sarà tosta ma spero non drammatica come l'anno scorso. Guardate la situazione di Brescia”.

Infine, per quanto riguarda la scuola, in Lombardia "abbiamo iniziato con gli insegnanti di Bollate. La prossima settimana amplieremo il fronte. Il problema - ha aggiunto - non sono solo i vaccini. Non è una coperta corta ma un fazzoletto". Il suo messaggio per i lombardi è però di ottimismo: "Ce la faremo".

Milano: I più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24

Fai login per ottenere il meglio subito

Accedi con il tuo Sky ID o registrati in pochi istanti.