Covid, in provincia di Milano registrati 327 nuovi contagi

Lombardia
©Fotogramma

Nel capoluogo sono 164 i nuovi casi mentre in Lombardia nelle ultime ore si registrano 895 nuovi contagi a fronte di 13.920 tamponi effettuati

Il nuovo LIVE con tutti gli aggiornamenti di oggi a Milano

 

I nuovi casi registrati nella provincia di Milano sono 327, di cui 164 nel capoluogo. In Lombardia nelle ultime ore si registrano 895 nuovi contagi a fronte di 13.920 tamponi tamponi effettuati, il rapporto tra test eseguiti e casi positivi è del 6,4%. I pazienti ricoverati in terapia intensiva sono 362, mentre quelli ricoverati negli altri reparti sono 3.491. I morti sono stati 51 per un totale di 27.504 dall'inizio dell'emergenza. 

Ricominceranno l'11 febbraio le visite turistiche nel complesso del Duomo di Milano, lo ha reso noto la Veneranda Fabbrica del Duomo. (TUTTI GLI AGGIORNAMENTI - MAPPE E GRAFICI DEI CONTAGI)

19:10 - Consiglio Milano: tamponi rapidi calmierati e gratuiti

Tamponi rapidi a prezzi calmierati e gratuiti per le persone indigenti. E' la proposta del Consiglio comunale di Milano che ha approvato l'ordine del giorno del consigliere di Milano in Comune, Basilio Rizzo, e della consigliera del Movimento 5 stelle, Patrizia Bedori. Con l'approvazione del documento il Consiglio Comunale auspica "che il governo nazionale e Regione Lombardia predispongano con la dovuta urgenza gli atti che consentano ai cittadini milanesi di accedere ai tamponi rapidi a prezzi calmierati correlati al puro costo del farmaco, del personale e della logistica necessari, senza extraprofitti per le aziende che svolgono i test e con le gratuità sovvenzionate da fondi di solidarietà per gli indigenti". Inoltre l'ordine del giorno invita il sindaco e l'amministrazione comunale "ad operare per raggiungere tale obiettivo alla luce delle disposizioni che affidano ai Sindaci il diritto/dovere di tutelare la salute dei cittadini del proprio territorio". Infine l'ordine del giorno invita il sindaco ad "attivare in tempi stretti tamponi rapidi a vasto raggio a partire dalle scuole, dai luoghi di lavoro, in spazi approntati ad hoc sul territorio per consentire tracciamenti tempestivi, unica alternativa a restrizioni generalizzate sempre più severe e sempre più gravose per fermare il diffondersi del contagio".

18:13 – In provincia di Milano 327 nuovi contagi

I nuovi casi registrati nella provincia di Milano sono 327, di cui 164 nel capoluogo. In Lombardia nelle ultime ore si registrano 895 nuovi contagi a fronte di 13.920 tamponi tamponi effettuati, il rapporto tra test eseguiti e casi positivi è del 6,4%. I pazienti ricoverati in terapia intensiva sono 362, mentre quelli ricoverati negli altri reparti sono 3.491. I morti sono stati 51 per un totale di 27.504 dall'inizio dell'emergenza.

15:57 - Prefetto Milano chiude 16 attività per norme violate

Sulla base degli accertamenti delle Forze dell'ordine e delle polizie locali, il prefetto di Milano Renato Saccone ha adottato 16 provvedimenti, nei confronti di altrettanti esercizi commerciali, per i quali è stata disposta la chiusura per 5 giorni a causa della mancata osservanza delle norme contro la diffusione del covid. Si tratta di 5 bar, 1 ristorante/pizzeria, 1 laboratorio di produzione e vendita di prodotti di gastronomia e kebab, 6 esercizi commerciali alimentari di vicinato e 3 esercizi commerciali al dettaglio nel Comune di Milano e nei Comuni di Albairate e Cinisello Balsamo.

15:27 - A Milano online il nuovo bando per i buoni spesa

È online sul sito del Comune di Milano il nuovo bando per ottenere i buoni spesa rivolto alle persone bisognose e in particolare a quelle colpite dalla crisi socio-sanitaria dovuta alla pandemia. Nel complesso il Comune stima di poter raggiungere circa 9 mila famiglie. La nuova tranche di buoni spesa può contare su un budget di 5,879 milioni, che rappresentano parte del fondo nazionale destinato agli aiuti alimentari istituito quale misura di contrasto all'emergenza sanitaria. "Sappiamo che la crisi sanitaria sta aprendo ferite anche nel tessuto socio-economico, e che sono molte le persone che con l'emergenza hanno subito una pesante caduta del reddito, diventando così più vulnerabili", ha commentato l'assessore alle Politiche sociale e abitative del Comune, Gabriele Rabaiotti. Nonostante la scadenza della spendibilità dei buoni fosse stata prorogata una prima volta, a metà dicembre erano circa 800 i cittadini che risultavano avere più di 30 euro ancora da spendere (la metà di loro aveva un residuo superiore ai 250 euro). Dopo gli ultimi richiami fatti a dicembre in cui il Comune ha avvisato dell'ulteriore proroga dei termini al 15 febbraio 2021 per fare in modo che non ci fossero residui, l'avanzo risultava di circa 370 mila euro.

14:42 - Confalonieri: "Riapertura Duomo segno di ripresa città"

"Dopo la sospensione delle visite turistiche il 5 novembre scorso, il Complesso Monumentale del Duomo di Milano riapre finalmente le proprie porte al pubblico, nell'osservanza rigorosa di tutte le norme sanitarie previste": così ha annunciato Fedele Confalonieri, presidente della Veneranda Fabbrica del Duomo di Milano che riaprirà ai turisti dall'11 febbraio. "Un segno importante che ci auguriamo possa preludere a una stagione di ripresa per l'intera città, cui le attività culturali contribuiscono in maniera determinante: tra queste è compresa l'immancabile visita al Duomo - sottolinea Confalonieri -. Auspichiamo che la fluttuante situazione pandemica possa ulteriormente migliorare, per estendere l'apertura al fine settimana e tornare così a una fruizione del Duomo completa e per tutti, in particolare per i lavoratori che hanno più difficoltà a visitare il Complesso Monumentale dal lunedì al venerdì". "Invitiamo milanesi e lombardi a visitare il Duomo anche per sostenere con l'acquisto di un biglietto i suoi poderosi interventi di restauro portati avanti dalla Veneranda Fabbrica negli ultimi mesi. Anche questo è un modo per aiutare Milano a ripartire dal suo simbolo", conclude Confalonieri.

14:25 – Il Duomo di Milano riapre alle visite l'11 febbraio

Ricominceranno l'11 febbraio le visite turistiche nel complesso del Duomo di Milano. Lo rende noto la Veneranda Fabbrica del Duomo la quale spiega che, in questa prima fase, il Complesso Monumentale sarà accessibile per la visita dal lunedì al venerdì dalle 10 alle 17. Consigliato l'acquisto online del biglietto.

13:52 – Il 9 febbraio riapre il Cenacolo

Riapre il 9 febbraio a Milano il Cenacolo, il capolavoro di Leonardo da Vinci nel refettorio del convento adiacente al santuario di Santa Maria delle Grazie. Per i momento, e fino al 21 febbraio, le visite saranno dal martedì al venerdì, secondo il solito sistema dei turni (12 visitatori ogni 15 minuti fino al 12 febbraio, per diventare poi 18 dal 16). Data l'incertezza sull'evoluzione della situazione pandemica, come ha sottolineato la direttrice dei musei statali lombardi, Emanuela Daffra, i biglietti potranno essere prenotati online con prevendita settimanale. Ma potranno essere acquistati anche il giorno stesso della visita presso la biglietteria del museo. "Un lato positivo c'è: è stata abbattuta la leggendaria inaccessibilità al Cenacolo - ha detto Daffra ricordando che prima della pandemia i tempi di attesa erano lunghissimi. "Il periodo di chiusura poi non è stato del tutto negativo - ha aggiunto Michela Palazzo, direttrice del museo del Cenacolo Vinciano -. Abbiamo potuto svolgere tanti lavori di manutenzione e metterne in cantiere altri, che altrimenti avrebbero richiesto più tempo". Ma il Refettorio non è solo Leonardo. Di fronte alla Cena c'è la Crocifissione di Donato Montorfano. Nei prossimi mesi sarà avviato anche il restauro di questo grande affresco, consentendo al pubblico di osservare l'intervento in corso, anche da una prospettiva ravvicinata. Complessivamente nel 2020 (anno in cui è rimasto aperto al pubblico da inizio gennaio al 26 febbraio e poi dal 9 giugno a novembre), il Cenacolo ha registrato l'80% di visitatori in meno rispetto al 2019. E le previsioni per quest'anno sono di raggiungere almeno il 40% dell'epoca pre Covid. In una conferenza stampa sono stati inoltre illustrati gli interventi previsti per i prossimi mesi, sia con fondi Mibact che con il sostegno di soggetti privati. Con l'aggiornamento delle tecniche, saranno potenziati i sistemi di controllo sullo 'stato di salute' del Cenacolo, seguendo l'obiettivo di prevenire i danni, messo come priorità dal 1999, anno di conclusione dell'intervento ventennale condotto da Pinin Brambilla. Con il supporto del Rotary Club Milano Sempione, la Cena sarà sottoposta ad una campagna di indagini multispettrali, mentre un accordo con il Politecnico di Milano sarà sviluppato un sistema di gestione integrata dei molteplici dati.

12:58 - Al via raccolta fondi per incubatrici al Buzzi

Per ridurre al minimo il rischio di contagio in ambito neonatale, l'Ospedale dei Bambini Buzzi di Milano ha dovuto riorganizzare e potenziare i suoi reparti, soprattutto la Patologia Neonatale. Fin dalle prime fasi dell'emergenza sanitaria, sono state infatti create due aree protette per ospitare i neonati a rischio, ovvero nati da donne con sospetto Covid. Uno sdoppiamento che ha moltiplicato il bisogno di attrezzature, in particolare per la Patologia Neonatale. Per questo da oggi fino al 27 febbraio OBM Onlus lancia la campagna di raccolta fondi 'Nascere al tempo del Covid' con numero solidale 45586. Il valore della donazione sarà di due euro per ciascun sms inviato a questo numero e di cinque o dieci euro per ciascuna chiamata da rete fissa. I fondi raccolti serviranno per acquistare incubatrici, culle speciali e saturimetri in grado di monitorare lo stato di salute dei piccoli prematuri, curarli e crescerli al meglio. Le strumentazioni mediche, a fine emergenza, contribuiranno alla realizzazione della nuova area di Patologia Neonatale del Buzzi. Al Buzzi ogni anno vengono ricoverati quasi 500 neonati prematuri nel reparto di Terapia Intensiva e Patologia Neonatale..

11:4 - Fili rossi per unire tutto un paese a San Valentino

Unire balconi e finestre con tanti fili rossi, per festeggiare San Valentino e per legare tra loro le case di Gaggiano, paese di 10mila abitanti alle porte di Milano: è l'iniziativa lanciata dalla Pro Loco e ispirata a un'opera realizzata nel 1981 da Maria Lai a Ulassai, in Sardegna. "Legarsi alla montagna" fu la prima azione di arte relazionale che, connettendo le abitazioni del paese con un nastro di stoffa celeste lungo 27 chilometri, pose l'accento sull'importanza dei legami tra i cittadini "La proposta, oltre che evidenziare il tema dell'amore - raccontano i promotori - ci sembra possedere un carattere più forte e significativo considerato l'avvicinarsi dell'anniversario dell'emergenza sanitaria. Legare tra di loro le case vuol dire dimostrare che una comunità esiste, che un anno di "distanziamento forzato" non ha rotto i legami". A dare l'esempio via Curiel, da tempo ribattezzata Via degli Artisti, già ricoperta da fili e cuori e che sarà presto arricchita dalle opere di diversi artisti e fotografi. 

7:06 - In provincia di Milano 392 casi: 141 in città

Con 27.624 tamponi effettuati è di 1.515 il numero di nuovi casi positivi in Lombardia. Sono quattro in più i ricoverati in terapia intensiva , ora 358, mentre sono 73 in meno negli altri reparti. Sono 58 i decessi, il che porta il totale da inizio pandemia a 27.453. Per quanto riguarda le province, a Brescia ci sono 430 casi, seguita da Milano con 392 di cui 141 in citta. A Monza i casi segnalati sono stati 130, a Mantova 91, a Como e Pavia 78, a Varese 73, a Cremona 54, a Bergamo 50, a Lecco 43, a Lodi 36 e a Sondrio 27.

Milano: I più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24

Fai login per ottenere il meglio subito

Accedi con il tuo Sky ID o registrati in pochi istanti.