Covid Lombardia, Bertolaso: "Per vaccinazioni anche hangar Linate"

Lombardia

"Qui si tratta di mobilitare la Protezione civile della Lombardia, gli oltre 400mila volontari, di oltre 400 associazioni, la Croce Rossa italiana, delle Misericordie, degli alpini, si tratta semplicemente di immaginare una grande orchestra", spiega Bertolaso

Il nuovo LIVE con tutti gli aggiornamenti di oggi in Lombardia

 

"Ogni sindaco riceverà la richiesta di indicare spazi dove poter fare questo genere di attività di vaccinazione - spiega Guido Bertolaso, nominato come consulente della campagna vaccinale in Lombardia - L'aeroporto di Linate ci metterà a disposizione tutti gli hangar: vogliamo riflettere su quali spazi avremo a disposizione e su quali facilità di accesso".

Nelle ultime ore in Lombardia si registrano 1.738 i nuovi contagi a fronte di 38.651 tamponi effettuati, dei quali 28.390 molecolari e 10.261 antigenici, il rapporto tra test eseguiti e casi positivi è del 4.4%. 

Il 10 per cento della popolazione di Corzano, paese di 1.400 persone in provincia di Brescia, risulta positivo al Covid. Stando alle analisi di Ats Brescia, la popolazione risulta contagiata dalla variante inglese del Covid. (TUTTI GLI AGGIORNAMENTI - MAPPE E GRAFICI DEI CONTAGI)

19:39 - Codogno riconosce benemerenza all'intera cittadinanza

A Codogno (Lodi), nel corso delle celebrazioni del patrono cittadino San Biagio, il sindaco Francesco Passerini ha consegnato, come di consueto, a nome dell'Amministrazione comunale le benemerenze civiche. Quest'anno, però, il San Biagino d'oro sotto forma di targa è stato dedicato "a tutta la comunità di Codogno per la resilienza individuale, l'impegno, la fiducia e la collaborazione messe in atto durante l'emergenza sanitaria covid19". A ritirarla in Comune, per tutti i concittadini, è arrivato l'ex paziente 1 di Codogno, Mattia Maestri, insieme alla moglie Valentina e alla figlia Giulia. "Oggi rappresenti la vita che rinasce a Codogno - ha detto il sindaco consegnando la targa a Maestri con la figlia in braccio - forse nell'anno più nero della sua storia". "Quando il sindaco mi ha chiamato, ho risposto subito sì - ha spiegato Maestri - mi sembrava doveroso". Per l'occasione, pergamene sono state consegnate dal sindaco anche a rappresentanti locali della sanità, dell'economia, dell'assistenza, del volontariato e delle forze dell'ordine.

18:27 - Mantova, casi variante inglese senza contatti con UK

L'Ats Valpadana ha riscontrato in quattro persone, una di Mantova e tre di Crema, la variante inglese del virus Sars-Cov2 senza apparenti relazioni con viaggi o viaggiatori provenienti dalla Gran Bretagna. Lo annuncia la stessa Ats in un comunicato. "È pertanto confermata - conclude la nota - la presenza sul territorio dell'Ats Valpadana di questa ulteriore variante a seguito di infezione non direttamente contratta nel Regno Unito". L'indagine epidemiologica era stata predisposta da Ats dopo che nel mantovano, a dicembre, era stata osservata un'incidenza della pandemia maggiore rispetto alle altre province lombarde. Ats ha quindi selezionato 100 tamponi molecolari di nuovi casi provenienti dalle province di Mantova e Cremona e li ha fatti analizzare dall'Irccs policlinico San Matteo di Pavia. L'analisi, ad oggi, è stata effettuata su 46 campioni di residenti nella provincia di Mantova e 18 da residenti in quella di Cremona che ha portato ad individuare la variante inglese in quattro soggetti. Alla luce di questi primi risultati, precisa l'Ats, "è in corso un'integrazione dell'attuale modello di campionamento con un approccio mirato, nel quale la selezione dei ceppi virali da analizzare è indirizzata all'attività di sorveglianza sanitaria, con l'approfondimento di positività rilevate in focolai di particolare intensità".

17:55 - In 300 per la riapertura, la Triennale prolunga l'orario

Nella prima giornata di apertura al pubblico, ieri, oltre 300 visitatori sono stati in Triennale a Milano. "Un dato davvero positivo e incoraggiante - commenta Stefano Boeri, presidente della Triennale - È un segnale della voglia di tornare a frequentare i luoghi della cultura, e di farlo in tutta sicurezza. E la grande presenza di giovani tra il pubblico venuto ieri in Triennale è un bellissimo modo per ripartire." Vista l'affluenza, Triennale Milano ha deciso di prorogare fino alle ore 21.30 l'apertura nelle giornate di giovedì e di venerdì. Sempre giovedì e venerdì, alle 19, riprenderanno anche le visite guidate in presenza alla mostra Enzo Mari curated by Hans Ulrich Obrist with Francesca Giacomelli (a partire dal 4 febbraio). Per i fine settimana, vista la chiusura delle istituzioni culturali prevista dalle disposizioni governative, Triennale arricchisce la sua offerta online con visite guidate e laboratori per bambini, che inizieranno da domenica 7 febbraio e saranno gratuiti. I Virtual Tour saranno in programma su Google Arts & Culture tutte le domeniche alle 17.30 e permetteranno di visitare online la retrospettiva su Enzo Mari e il Museo Design Italiano (a week-end alterni).

17:54 - In Lombardia 1.738 nuovi contagi su 38.651 tamponi

Nelle ultime ore in Lombardia si registrano 1.738 i nuovi contagi a fronte di 38.651 tamponi effettuati, dei quali 28.390 molecolari e 10.261 antigenici, il rapporto tra test eseguiti e casi positivi è del 4.4%. Le persone ricoverate in terapia intensiva sono 359 mentre quelle negli altri reparti sono 3.554, i decessi sono 46, per un totale complessivo di 27.259 morti in regione dall'inizio dell'emergenza. I guariti/dimessi sono 906. Per quanto riguarda le province si registrano 395 nuovi casi in quella di Milano, di cui 157 nel capoluogo, 429 Brescia, 125 Pavia, 121 Monza e Brianza, 118 Varese, 110 Mantova, 97 Como, 81 Bergamo, 64 Lecco, 61 Cremona, 49 Lodi e 34 Sondrio.

16:08 - Ats lombarde: “L'elenco dei volontari integra il bando Arcuri”

L'avviso pubblico emesso da tutte le Ats lombarde per creare un elenco di medici e infermieri volontari per la vaccinazione anti Covid "integra e non sostituisce" quello del Commissario straordinario Arcuri. A specificarlo sono, in una nota, le Ats lombarde, dopo le dure critiche mosse da Antonio De Palma, presidente nazionale del Nursing Up, sindacato delle professioni infermieristiche, che aveva definito "vergognose" e "un gioco perverso che va arginato sul nascere" queste proposte. "Il bando, che integra e non si sostituisce a quello del Commissario straordinario Arcuri - si legge nella nota delle Ats -, è volto alla creazione di un elenco e nasce dalla necessità di regolamentare il servizio, in seguito alle numerose richieste pervenute a Regione Lombardia da parte di medici e infermieri, anche in pensione, che hanno manifestato la propria disponibilità a partecipare alla campagna come volontari". "Il personale, che manifesterà la propria adesione al bando, sarà accompagnato - concludono - con un adeguato percorso formativo e sarà stipulato uno specifico contratto per prestazioni di volontariato, alfine di disciplinare i rapporti tra le parti, garantendo specifica copertura assicurativa oltre al rimborso spese nei termini previsti dall'avviso".

16:04 – Vaccini, Nursing up: “Sdegno per il bando delle Ats lombarde”

"Apprendiamo con un sentimento di estremo sdegno quanto sta accadendo in Lombardia in queste ore, con alcune Ats che hanno tirato fuori, come per magia, dal cilindro, un bando, hanno il coraggio di chiamarlo così, che prevede il reclutamento di infermieri che lavorino a titolo volontario, e quindi gratis, per svolgere la delicata e decisiva "missione" dei vaccini". Lo scrive, in una nota, Antonio De Palma, Presidente Nazionale del Nursing Up. "Con quale coraggio, noi ci chiediamo - continua De Palma - , alcune aziende sanitarie provinciali, in piena antitesi con l'azione governativa, chiedono agli infermieri di lavorare addirittura a titolo gratuito? Esiste, o forse ce lo siamo sognati noi, un Piano Arcuri, fin ora mai davvero decollato, in parte perché mancano gli infermieri disoccupati, ma soprattutto perché le offerte che arrivano di giorno in giorno ai 3900 infermieri che hanno avuto il coraggio di candidarsi, sono a dir poco vergognose ?".

13:55 - Covid, prefetto Brescia: “Comportamenti inaccettabili”

"Se di continua con gli atteggiamenti irresponsabili di questi giorni rischiamo di tornare in zona rossa molto presto". È l'allarme del prefetto di Brescia Attilio Visconti. "Sto vedendo corsi di passaggio affollati con gente che tiene la mascherina abbassata, bar pieni con persone che parlano una addosso all'altra. Le riaperture sono sacrosante ma devono essere interpretate con senso civico”, ha detto Visconti che ha aggiunto: "Bene la riapertura delle scuole, ma i trasporti restano un problema enorme. Su bus e metropolitana ci sono tutti, non solo gli studenti e i problemi sono enormi”.

13:17 - Focolaio nel Bresciano, a Corzano 140 positivi: scuole chiuse

Il 10% della popolazione di Corzano, paese di 1400 persone in provincia di Brescia, risulta positivo al covid. "Abbiamo 140 positivi e il 60% è rappresentato da studenti della scuola elementare e della materna che a loro volta hanno contagiato i familiari", ha spiegato all'ANSA il sindaco del paese Giovanni Benzoni, pure lui positivo. "Abbiamo il covid in tre su quattro in casa" ha detto. Stando alle analisi di Ats Brescia la popolazione risulta contagiata dalla variante inglese del Covid. Il sindaco ha chiuso le scuole fino all'8 febbraio. "Ma l'ordinanza sarà prorogata - ha precisato - perché da oggi iniziano i tamponi di richiamo e quindi dovremo aspettare gli esiti". Le autorità starebbero valutando la possibilità di chiudere il paese in entrata e in uscita. "Non ho saputo nulla, ma posso dire che nelle ultime ore abbiamo avuto un solo caso in più. Tutte le famiglie sono in isolamento e ci aspettiamo che la curva torni a scendere", ha commentato il primo cittadino.

13:12 - Fontana: "Se le consegne verranno rispettate siamo pronti"

"Se le consegne dei vaccini saranno rispettate, noi siamo pronti". Così, in un post su Facebook, il governatore lombardo Attilio Fontana ha confermato l'obiettivo - prima di giugno vaccinare tutta la Lombardia - svelato ieri dal suo neo consulente per la campagna vaccinale, Guido Bertolaso. Il presidente della Regione ha inoltre allegato uno schema che illustra la cronologia del piano Vaccini Anti Covid Lombardia.

12:50 - Lombardia, via libera a moratoria rate finanziamenti

Via libera della giunta regionale della Lombardia a una delibera che prevede la sospensione per un anno del pagamento delle rate dei finanziamenti o lo spostamento della scadenza. La presentazione delle domande di adesione alla cosiddetta 'Moratoria regionale' è fissata al 31 marzo 2021. Si tratta di misure gestite da Finlombarda con risorse proprie, che prevedono agevolazioni rivolte sia a imprese che a soggetti non esercenti attività di impresa. Nello specifico, è consentito alle imprese e ai Comuni lombardi di ottenere la sospensione della rata di capitale o l'allungamento della scadenza, in relazione ai finanziamenti previsti da varie misure agevolative regionali. "Questo provvedimento - ha spiegato l'assessore regionale al Bilancio e Finanza, Davide Caparini - è l'ennesima testimonianza della costante attenzione di Regione Lombardia verso il mondo produttivo".

12:18 - Dalla Regione 1 milione per ripresa settore fieristico

Potranno essere presentate a partire dal prossimo 10 febbraio (fino al 2 marzo) le domande per accedere ai contributi previsti dal 'Bando di sostegno alla ripresa del sistema fieristico lombardo 2021' che mette a disposizione agli operatori del settore un milione di euro. L'iniziativa è finalizzata a promuovere la ripartenza del comparto dopo la crisi indotta dall'emergenza epidemiologica da Covid-19, sostenendo l'organizzazione e lo svolgimento delle manifestazioni di livello internazionale e nazionale del calendario regionale 2021. "Attraverso le fiere facciamo conoscere al mondo le eccellenze lombarde e per questo non possiamo più permetterci di bloccare un sistema così strategico - spiega l'assessore regionale allo Sviluppo Economico, Guido Guidesi -. Adesso ci attendiamo che il governo si attivi per concedere i fondi rimasti bloccati e permettere al settore di poter tornare a lavorare. Sarà fondamentale a medio-lungo termine che il settore fieristico Lombardo diventi sistema. La ripartenza delle fiere sarà fondamentale anche per tutta la filiera, di cui troppo spesso ci si dimentica, come ad esempio gli allestitori, fornitori e i servizi". Al bando possono partecipare gli organizzatori di manifestazioni fieristiche di livello internazionale o nazionale. L'importo dell'aiuto è pari al 40% spese presentate fino a massimo di 40 mila euro per le fiere di livello internazionale e 25 mila euro per le fiere di livello nazionale.

7:31 - Bertolaso, per vaccinazioni anche hangar Linate

Davvero ritiene possibile vaccinare 10 milioni di lombardi entro il mese di giugno? "In Inghilterra hanno cominciato a vaccinare gli inglesi mi pare l'8 di dicembre e a distanza neanche di due mesi sono stati capaci di vaccinare cinque milioni di inglesi - risponde al Tg3 Lombardia il consulente per la vaccinazione anti covid per la Regione Lombaria, Guido Bertolaso -. Non capisco per quale ragione non dovremmo esserne capaci anche noi". "C'è un problema di scorte - riflette - un problema di vaccini che devono essere disponibili. Qui si tratta di mobilitare la Protezione civile della Lombardia, gli oltre 400mila volontari, di oltre 400 associazioni, la Croce Rossa italiana, delle Misericordie, degli alpini, si tratta semplicemente di immaginare una grande orchestra". Dove si vaccinerà ? "Ogni sindaco riceverà la richiesta di indicare spazi dove poter fare questo genere di attività di vaccinazione - spiega Bertolaso -. Il sindaco del paese di mille abitanti ci indicherà la palestra, per esempio, l'aeroporto di Lineate ci metterà a disposizione tutti gli hangar: vogliamo riflettere su quali spazi avremo a disposizione e su quali facilità di accesso". Vaccinazioni 24 ore su 24? "Non si lavora solo dalle 8 di mattina alle 8 di sera, ma anche dalle 8 di sera alle otto fino alle 8 di mattina, a turni. Questa è una grande operazione per salvare la vita della persone". Quanto ha influito sulla scelta di accettare l'incarico il fatto di aver contratto il covid? "Molto - ha risposto Bertolaso -: sono medico, sono uno che ha anche esperienza di organizzazioni d'emergenza, mi sono trovato dall'altra parte del tavolo, come malato e come paziente. Ho vissuto l'ansia, la paura, il terrore di non farcela. Ci manca solamente la bicicletta, che è il vaccino; se avremo quello, garantisco che questo risultato lo possiamo tranquillamente ottenere".

Milano: I più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24

Fai login per ottenere il meglio subito

Accedi con il tuo Sky ID o registrati in pochi istanti.