Covid, Ats Pavia su sondaggi per vaccino operatori Rsa: "Pochi dati, quadro in evoluzione"

Lombardia

Situazione in miglioramento nel Bresciano, dove con le adesioni ci si avvia al 60 per cento. Oggi arrivate 94.770 dosi di vaccino per la Lombardia con voli speciali da Malpensa e Orio al Serio

“Pochi dati al momento, e un quadro tutto ancora in evoluzione. I sondaggi per verificare l’adesione del personale sanitario delle strutture Rsa al piano vaccinale della Regione Lombardia sono ancora in corso”: è quanto ha dichiarato l’Ats di Pavia dopo le indiscrezioni sul fatto che solo il 20 per cento degli operatori sanitari del Pavese sarebbe disposto a vaccinarsi. Dovrà concludersi il monitoraggio per capire se c’è da preoccuparsi e, nel caso le adesioni fossero basse, allora verrà fatto il possibile per sensibilizzare i lavoratori sull’importanza del vaccino anti-Covid. Per aderire al piano occorre firmare un modulo, già disponibile nelle Rsa, per dare il proprio consenso (COVID: TUTTI GLI AGGIORNAMENTI - MAPPE E GRAFICI DEL CONTAGIO - LA SITUAZIONE A MILANO E IN LOMBARDIA).

Uneba: “Abbiamo numeri di adesione totale e piena”

Così il referente Uneba circa l’adesione al piano vaccinale: “Noi abbiamo operatori che hanno vissuto con grande coraggio questa fase di prima e di seconda ondata pandemica sanno che il vaccino è l’unico strumento per uscire da una situazione che sta rendendo difficile la vita non solo a chi vive queste realtà ma ai parenti che non possono avere contatti e servizi. Quello che abbiamo noi sono numeri non diversi, ma assolutamente di adesione totale e piena al voler uscire da questa situazione”.

La situazione nel Bresciano

Situazione in miglioramento anche nel Bresciano: “Le adesioni iniziali che ci erano state segnalate dall’associazione Upia, molto basse e intorno al 20 per cento, per fortuna dalla survey che abbiamo fatto – chiedendo a ogni Rsa d’indicarci le adesioni – siamo saliti a più del 50 per cento e ci stiamo avviando al 60 per cento. C’è un trend in crescita”.

Il piano vaccinale in Lombardia

Intanto entra nel vivo il piano dei vaccini in Lombardia con 94.770 dosi di vaccino di Covid arrivate con voli speciali dall’aeroporto di Malpensa e Orio al Serio. Le fiale sono state distribuite nei centri hub della regione e a partire dal 31 dicembre verranno effettuate le somministrazioni. Entro gennaio arriveranno in Lombardia oltre 421mila dosi, che serviranno anche per avviare le iniezioni di richiamo.  

Milano: I più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24