Saldi invernali, in Lombardia apertura posticipata al 7 gennaio

Lombardia

Il rinvio, spiega l'assessore Alessandro Mattinzoli, è stato deciso in seguito alla decisione del Governo di rendere 'zona rossa' l'intero Paese il 5 e il 6 gennaio 

Rinviato di due giorni l'inizio dei saldi in Lombardia: lo stabilisce una delibera della giunta regionale, approvata oggi su iniziativa dell'assessore allo Sviluppo economico, Alessandro Mattinzoli. Il periodo di vendite promozionali durerà comunque 60 giorni. 

"Lo spostamento dal 5 al 7 gennaio - spiega l'assessore Mattinzoli - avviene, sentite le associazioni di rappresentanza, in seguito alla decisione del Governo di rendere 'zona rossa' l'intero Paese il 5 e il 6 gennaio con il conseguente divieto di spostamento e di apertura degli esercizi commerciali". "Resta confermata la possibilità, su tutto il territorio regionale - conclude Mattinzoli - di effettuare vendite promozionali nei 30 giorni antecedenti i saldi".

Confcommercio Milano: "Bene fare chiarezza sulle date"

"Le restrizioni per l'emergenza Covid introdotte con il decreto Natale del Governo hanno vanificato l'avvio dei saldi in Lombardia previsto per il 5 gennaio, giorno di zona rossa", commenta Gabriel Meghnagi, presidente della rete associativa vie di Confcommercio Milano. "A Regione Lombardia, che bene ha fatto a intervenire e che ringraziamo, - ha sottolineato in una nota - avevamo perciò chiesto di rivedere la data di avvio dei saldi per tutelare l'attività delle imprese e non penalizzarle ulteriormente rispetto alle vendite online". Meghnagi ha ricordato anche che dal "7 gennaio i negozi non alimentari apriranno alle 10.15". 

Milano: I più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24