Milano: Ambrogino d’oro a Chiara Ferragni, Fedez e ai sanitari caduti per il Covid

Lombardia

La coppia riceverà l’onorificenza per l’impegno durante i mesi della prima ondata della pandemia: i due avevano lanciato una raccolta fondi che aveva permesso di realizzare una terapia intensiva nuova all’ospedale San Raffaele. Grande medaglia d’oro anche a medici infermieri che hanno perso la vita sul lavoro durante l’emergenza sanitaria

Chiara Ferragni e Fedez riceveranno l'Ambrogino d'oro, la massima onorificenza concessa dal Comune di Milano a chi ha dato lustro alla città, per il loro impegno durante i mesi della prima ondata della pandemia. La celebre coppia aveva lanciato una raccolta fondi che aveva permesso di realizzare una terapia intensiva nuova all'ospedale San Raffaele. Per quest’anno, il Comune ha deciso di assegnare la Grande medaglia d'oro degli Ambrogini anche ai medici e agli infermieri caduti per il Covid. La cerimonia, a causa del coronavirus, si svolgerà in versione ridotta. (TUTTI GLI AGGIORNAMENTI - LA SITUAZIONE IN LOMBARDIA E A MILANOMAPPE E GRAFICI DEI CONTAGI). 

L’onorificenza a Ferragni e Fedez

A decidere di assegnare l'onorificenza è stata l'apposita commissione del Comune di Milano, che comprende alcuni consiglieri e il presidente del Consiglio comunale, che si è riunita ieri. La proposta di assegnare l'Ambrogino d'oro alla coppia Ferragni-Fedez il 7 dicembre, in occasione della festa di Sant'Ambrogio come da tradizione, è arrivata da Forza Italia, dal consigliere Alessandro De Chirico. Due anni fa, sulla possibile assegnazione del premio a Chiara Ferragni c'erano state delle polemiche: la Commissione del Comune aveva bocciato la sua candidatura, proposta sempre da Forza Italia.

Grande medaglia d’oro a medici e infermieri

La proposta per i sanitari in questo 2020 (anno segnato dalla pandemia che ha fatto tante vittime soprattutto in Lombardia), che è stata accolta all'unanimità dalla Commissione per le benemerenze che si è riunita ieri, è arrivata dal centrodestra, dal capogruppo di Fratelli d'Italia, Andrea Mascaretti. Le Medaglia alla Memoria, dedicate a chi ha dato lustro a Milano ed è scomparso, saranno assegnate invece a Beppe Allegri e Mauro Rosmini, due tassisti morti per Covid, a Cristina Cattafesta, attivista per i diritti delle donne e fondatrice del Cisda, il Coordinamento italiano di sostegno alle donne afghane, e a Raffaele Masto, giornalista di Radio Popolare.

Gli altri insigniti

Ambrogino d'oro, tra gli altri, anche per Giorgio Vittadini, professore ordinario di Statistica metodologica all'Università degli Studi di Milano Bicocca, fondatore e presidente della Fondazione per la Sussidiarietà, per il cantautore Fabio Concato, per l'ex direttore del Piccolo Teatro di Milano, Sergio Escobar, per Claudio Trotta, il promoter di concerti, per il velista Ambrogio Beccaria, per Cosima Buccoliero, direttrice del carcere di Bollate. Riceveranno invece gli attestati, per citarne solo alcuni, il blog di architettura Urban File, Milano aiuta, il Centro Ippico Lombardo, il terzo reparto mobile della Polizia di Stato, il progetto Dama dell'Ospedale San Paolo.

Milano: I più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24